"Più agenti per proteggere le vacanze". Così Salvini manda in tilt il Pd

Il leader della Lega annuncia: "In arrivo 2.300 forze dell'ordine, grazie a noi più rinforzi e assunzioni". E il Partito democratico finisce nel pallone totale

"Più agenti per proteggere le vacanze". Così Salvini manda in tilt il Pd

Alla sinistra basta davvero poco per andare in tilt. Serve un semplice comunicato stampa di Matteo Salvini e la frontiera rossa finisce nel pallone totale. Tutto nasce dall'annuncio del leader della Lega, il quale ha fatto sapere che nei prossimi giorni verrà rafforzato il comparto delle forze dell'ordine in vista della stagione turistica nel nostro Paese: "Più di 2.300 donne e uomini in divisa rafforzeranno gli organici delle forze dell'ordine in 65 province italiane che nelle prossime settimane avranno grande affluenza turistica. È una scelta presa in pieno accordo con i sindaci e fortemente voluta dal sottosegretario all’Interno con delega alla Pubblica Sicurezza Nicola Molteni".

Il numero uno del Carroccio ha messo così il proprio timbro sull'iniziativa, ribadendo il successo del partito grazie all'impegno mantenuto: "Con la Lega al governo, ecco rinforzi di polizia, carabinieri e Guardia di finanza e nuove assunzioni. Il tutto senza dimenticare alcune iniziative che vengono rifinanziate come Spiagge Sicure per contrastare l’abusivismo. Dalle parole ai fatti".

A complimentarsi con Salvini e con il sottosegretario Molteni sono stati i parlamentari friulani della Lega Massimiliano Panizzut, Aurelia Bubisutti, Raffaella Marin, Daniele Moschioni e Mario Pittoni, ringraziandoli per le parole sul piano di potenziamento dei servizi di vigilanza estivi: "Il ministro Lamorgese l'ha confermato solo dopo qualche ora. L'unica cosa che è stata spazzata via dal Friuli Venezia Giulia è il Pd della senatrice Rojc, che preferisce parlare di nuove tasse e porti aperti anzichè di sicurezza e difesa del territorio".

L'annuncio della Lamorgese

Il punto riguarda proprio l'orario in cui Luciana Lamorgese ha diramato la notizia sulla questione. La titolare del Viminale - si legge in un lancio di agenzia delle ore 15:07 - ha comunicato che "è stato disposto l'invio di 2.300 unità di personale interforze in 65 province, in attuazione del Piano di potenziamento estivo dei presidi di polizia definito dal Dipartimento della pubblica sicurezza". Una scelta maturata alla luce delle esigenze manifestate dai rappresentanti delle istituzioni territoriali, con l'obiettivo di rafforzare i servizi di vigilanza nelle località interessate da una maggiore affluenza turistica.

Il Pd va in tilt

Per il vicesindaco di Bergamo Sergio Gandi e la deputata del Pd Elena Carnevali si tratta semplicemente di un'azione ordinaria adottata per via amministrativa che avviene annualmente. Entrambi non hanno preso bene i comunicati stampa di Salvini per informare ogni singola provincia del rinforzo temporaneo degli organici per il periodo estivo: "Peccato che la Provincia di Bergamo avrà 5 agenti in più per il periodo estivo solo per una settimana dal 2 al 16 agosto come si evince dalla tabella del Ministero, e nemmeno fino a settembre come annunciato".

Gandi e Carnevali lamentano disponibilità ben più sostenute per altre province, con vocazione turistica e dimensioni simili, dove il numero degli agenti previsti è maggiore e per tutte le settimane dell'estate. E allora? Salvini si sarebbe intestato falsi meriti di azioni del Viminale, ma al tempo stesso qualcuno nel Pd lamenta scarse risorse. Dunque la colpa a chi va imputata?

Sulle barricate è andata anche Tatjana Rojc. Secondo la senatrice del Partito democratico, l'annuncio del ministro Lamorgese avrebbe fermato il tentativo di Salvini di dare merito alla Lega per il rafforzamento dell'organico delle forze dell'ordine: "Ha pure tirato in ballo a sproposito anche il sottosegretario Molteni che spero fosse ignaro di come veniva strumentalizzato. Una nota della ministra Lamorgese ha spazzato le bugie di Salvini, anche dal Friuli Venezia Giulia".

"Pd compatto solo per tasse e migranti"

La presa di posizione della Lega non è tardata ad arrivare. Fonti del partito di via Bellerio fanno notare che la comunicazione del ministro Lamorgese è arrivata poco dopo le 15, mentre Salvini aveva snocciolato già da qualche ora i numeri del potenziamento in alcuni dei territori interessati. "Il Pd ha cercato di polemizzare con Salvini dicendo che il piano era già ampiamente previsto, che la notizia è falsa, che i rinforzi sono insufficienti e che i nuovi arrivi sono merito di altri. Il Pd è compatto solo se parla di nuove tasse e porti aperti", viene fatto notare dal Carroccio.