Pirozzi e Meloni trovano la quadra: spunta "Siamo l'Italia"

Sergio Pirozzi e Giorgia Meloni sono vicini a una riappacificazione dopo la crisi seguita alle scorse regionali. Lo Scarpone, intanto, si organizza con un suo movimento

Pirozzi e Meloni trovano la quadra: spunta "Siamo l'Italia"

Sergio Pirozzi non è più così lontano dal ricongiungimento con Fratelli d'Italia, il partito conservatore e sovranista guidato da Giorgia Meloni di cui l'ex primo cittadino di Amatrice aveva fatto parte agli albori della sua storia politica.

La rottura tra l'esponente laziale e gli eredi di Alleanza Nazionale - come ricorderete - si era consumata ai tempi e per via della candidatura a presidente della Regione Lazio da parte del primo. Il consenso di Sergio Pirozzi sarebbe stato utile alla causa di Stefano Parisi, che era stato scelto come candidato alla Pisana dall'intera coalizione di centrodestra e che poi è stato sconfitto, seppur di poco, da Nicola Zingaretti, che nel frattempo è divenuto segretario del Partito Democratico. La notizia va registrata in termini d'ipotesi ventilata negli ambienti, ma i due sembrano aver trovato quella che in politichese viene chiamata quadra.

A segnalare la prossimità di una possibile riappacificazione tra l'ex ministro della Gioventù e il consigliere regionale è stata l'Adnkronos. La medesima agenzia racconta di come stia per nascere "Siamo l'Italia", una formazione politica di diretta emanazione de lo Scarpone. Le elezioni europee, del resto, si avvicinano e tutti gli schieramenti politici stanno cercando di aggregare il più possibile. Chiariamo: "Siamo l'Italia" sarà il partito dell'ex sindaco, mentre Fratelli d'Italia potrebbe optare per il sottoscrivere con la neonata creatura politica un'alleanza strutturale. Se da una parte Sergio Pirozzi si riavvicina a quella che è stata la sua dimora politica, dall'altra vale la pena segnalare qualche frizione persistente ad Amatrice, dove il sindaco Palombini ha chiusto le porte al suo predecessore.

Commenti