Pressing di Salvini: "Federazione entro agosto"

Il leader della Lega vuole chiudere subito per la federazione: "Agosto può essere il mese giusto per avere un centrodestra di governo unito"

Pressing di Salvini: "Federazione entro agosto"

Il centrodestra si prepara a compiere un passo decisivo e fondamentale in vista dei prossimi sviluppi nello scenario politico italiano. L'intenzione di Matteo Salvini è quella di chiudere subito la partita e di partorire entro i prossimi giorni la federazione con Forza Italia per rafforzare l'asse all'interno dell'esecutivo. Una mossa per rinsaldare ulteriormente le fila del centrodestra di governo mentre nel centrosinistra continuano a essere protagonisti spaccature e divisioni tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle. La federazione del centrodestra torna d'attualità e il traguardo sembra essere a un passo. "Ci stiamo lavorando. Penso che agosto possa essere il mese giusto per avere un centrodestra compatto", ha annunciato il leader della Lega. Che si dice certo del fatto che "nascerà sul buonsenso".

"Il primo partito esprimerà il premier"

Il numero uno del Carroccio, intervenuto ai microfoni di SkyTg24, ha sostanzialmente ribadito la linea che la coalizione ha fissato per le elezioni Politiche: il leader sarà l'esponente del partito che prenderà anche un solo voto in più rispetto gli alleati. Su questo Salvini non vuole arretrare: "È giusto. Il giorno in cui gli italiani voteranno, il primo partito esprimerà il presidente del Consiglio. Spero di avere l'onore e l'onere di farlo io". A questo proposito, l'ex ministro dell'Interno ha fatto riferimento alla scadenza della legislatura nel 2023: "Abbiamo un anno e mezzo di tempo".

Green pass a scuola?

A rappresentare un elemento di divisione all'interno del governo è la modulazione del green pass in ambito scolastico. Nei prossimi giorni dovrebbe essere varato il nuovo decreto, ma le sensibilità sono diverse a seconda dei vari partiti di maggioranza. Salvini ritiene che affrontare oggi un tema che riguarderà il mese di settembre "significa rovinare la stagione estiva". Pertanto ha invitato i compagni di governo a parlarne nelle prossime settimane: "Se la situazione peggiorerà ne trarremo le conseguenze, ma ne riparleremo poi".

"Lamorgese si metta in discussione"

Nel mirino della Lega è finita Luciana Lamorgese. Il ministro dell'Interno viene accusato di essere del tutto immobile rispetto al boom di sbarchi che sta interessando l'Italia e si chiedono interventi tempestivi per evitare una raffica di arrivi nel mese più caldo dell'anno. Salvini ha ribadito totale sostegno e fiducia all'esecutivo guidato da Mario Draghi: "Noi il governo lo abbiamo fatto nascere e ci staremo". Ma contemporaneamente pretende che "qualche ministro" acceleri sui temi di sua competenza: "Semmai è Lamorgese ce non ci azzecca con questo governo. È lei che non si trova nel governo dove dovrebbe stare. È lei che non sa fare il ministro e dovrebbe prendere atto della cosa".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti