Professore critica l'Anpi: un mese di sospensione e stipendio dimezzato

Il docente aveva contestato un incontro a scuola: "Un comizio senza contraddittorio". Gli studenti si schierano a suo favore: "Questa è una soffocante censura"

Vietato criticare l'Anpi. Su segnalazione dell'Anpi di Civitanova, un docente è stato sanzionato per aver polemizzato contro la presentazione del libro "Dopo Mussolini. I processi ai fascisti e ai collaborazionisti" dello storico Andrea Martini tenutosi il 28 novembre scorso. Matteo Simonetti, professore di storia e filosofia nella scuola Leonardo Da Vinci, l'aveva etichettato come un "comizio senza contraddittorio". Ma gli è costato caro: sospensione dall'insegnamento per 30 giorni e decurtazione dello stipendio del 50%. Come riportato da Libero, è questa la decisione intrapresa dalla direzione generale dell'Ufficio scolastico regionale.

L'incontro era riservato ai ragazzi frequentanti le classi quinte. Improvvisamente alcuni di loro avevano iniziato a lasciare l'auditorium, provocando l'irritazione degli organizzatori. Il prof, seccato dalla situazione, aveva espresso la propria posizione al termine del convegno: "Questo è un comizio, un dibattito a senso unico". Parole che avevano provocato la dura reazione da parte di Pier Paolo Rossi, consigliere del Partito democratico: "Si vergogni, se lei oggi può dire quello che dice è solo perché siamo in democrazia e perché c’è chi ha lottato per ottenerla".

In difesa del docente si erano schierati gli studenti della classe quinta N del Liceo Da Vinci di Civitanova. A loro nome Mattia Cervellini aveva scritto un posto su Facebook per tentare di ricostruire la vicenda: "Con la riduttiva espressione 'chiamati a partecipare' intendo sottolineare che il coinvolgimento di tutte le classi quinte dell’istituto era obbligatorio nonostante non fossero passate le adeguate circolari di preavviso nelle classi". Un incontro che ha assunto una "evidente piega politica". Il che ha scatenato "una reazione abbastanza forte da parte degli stessi studenti. Sono stati alcuni di loro infatti, a chiedere ai professori di poter andarsene… Al termine della seconda ora di convegno, erano pochi gli studenti rimasti, tra cui, quelli della mia classe".

"Soffocante censura"

Successivamente è arrivato il momento degli interventi. Il prof Simonetti "ha esordito dicendo che coloro che ancora oggi si definiscono fascisti hanno una visione estremamente anacronistica della realtà e sarebbe l’equivalente di definirsi giacobini". Poi ha ribadito che, davanti a tematiche così delicate, è fondamentale garantire "una pluralità di opinioni e fonti, in linea con un vero approccio storiografico". Il docente infatti ha affermato che "il valore di una democrazia sta proprio nel garantire la libera espressione del proprio pensiero, trascendendo ogni forma di componente politica".

Le risposte ricevute sono state però tutt'altro che democratiche: "In una democrazia non tutte le opinioni possono essere accettate"; "Quando si parla di Resistenza non occorre una controparte". All'uomo hanno tolto il microfono e "contro di lui si è schierato, maleducatamente, uno dei consiglieri comunali di Civitanova. Il docente è stato accusato di non essere degno di insegnare a noi studenti, di catechizzare pericolosamente, mettendo così in dubbio la sua serietà riguardo l’insegnamento".

In seguito al prepotente comportamento, gli studenti hanno deciso di abbandonare l'auditorium: "Questa reazione decisamente impertinente e arrogante ha catalizzato una risposta da parte di noi studenti, che abbiamo preferito uscire dall’auditorium". E alcuni ragazzi rimasti hanno sentito ulteriori attacchi provenire dai relatori: "Lei è un fascista e dunque se la prende"; "Nazista". E in tutto ciò gli studenti sono stati accusati anche di "essere delle marionette, senza la minima capacità peculiare di ragionare". Il ragazzo ha così concluso il suo post sul vergognoso comportamento tenuto dai relatori (e non solo) nel corso del convegno dell'Anpi: "Grazie a questo però, abbiamo capito quanto sia soffocante la censura, specialmente se giustificata dal buon nome della democrazia".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cabass

Dom, 09/02/2020 - 12:22

Il lato confortante della vicenda, è la maturità dimostrata dai ragazzi.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 09/02/2020 - 12:29

I falsi partigiani...VERGOGNATEVI.

Trinky

Dom, 09/02/2020 - 12:30

Ma cosa vanno a fare questi dell'ANPI nelle scuole? A spiegare come si fa a scappare sulle montagne?

adal46

Dom, 09/02/2020 - 12:32

... e difatti, si vede di quale libertà si stia parlando... il politburò si è espresso.

ginobernard

Dom, 09/02/2020 - 12:42

Tutti i nodi verranno al pettine Potrebbero essere fatti di sangue Qualcuno potrebbe armare i migranti Occhio per questi bastardi non molleranno il potere facilmente Sarebbe meglio comprare un mitra

aswini

Dom, 09/02/2020 - 12:44

insegnamento di BAFFONE, altro che mussolini

lagoccia

Dom, 09/02/2020 - 12:45

che schifo la scuola pubblica!! complimenti ai giovani che con spirito critico hanno abbandonato l'auditorium e si sono impegnati a far emergere una pessima realtà purtroppo abbastanza diffusa.

Albius50

Dom, 09/02/2020 - 12:54

Si ripete il VENTENNIO i personaggi praticamente sono gli stessi, prima erano CAMICIE NERE ora CAMICIE ROSSE.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 09/02/2020 - 13:30

Bravi ragazzi per aver preso posizione contro i veri fascisti che si mascherano con finta democrazia aventi un solo scopo:censurare chi non la pensa come la sinistra!

cgf

Dom, 09/02/2020 - 13:53

DI CERTO non l'hanno ottenuta i partigiani la democrazia che viviamo oggi. Soprattutto i sinistri avrebbero voluto consegnarci a Tito ed invece inglesi ed americani sono interventi, questo spiega perché per oltre un trentennio l'avevano a morte con gli anglosassoni. I partigiani erano sparuti gruppi di banditi, senza collegamento, non avrebbero mai vinto contro il fascismo e soprattutto il nazismo.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 09/02/2020 - 13:55

Il Professore viene punito e sanzionato per il solo fatto di aver espresso il suo pensiero, certamente condiviso da molti milioni di Italiani, che non sono “fascisti”, anche perché il Fascismo é morto con Mussolini, nel 1945, insieme alla sua innocente “compagna”, cioè la sua amante. Però da sinistra si insiste sul Fascismo, per attaccare politicamente chi che non é comunista, ma si orienta verso una destra moderna, “americana”, ma soprattutto politicamente pulita.

RolfSteiner

Dom, 09/02/2020 - 14:02

Purghe staliniane per chi dissente dalla storiografia ufficiale? Roba da "1984". Vergogna ai comunisti.

killkoms

Dom, 09/02/2020 - 14:07

I comunisti non hanno lottato per la democrazia ma per imporre la loro dittatura!

ptck135

Dom, 09/02/2020 - 14:09

Fortuna che, grazie alla democrazia ottenuta con la resistenza,il professore poteva parlare....fascisti.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 09/02/2020 - 14:18

Cercano di imbavagliare la gente:non permettiamolo!

anna.53

Dom, 09/02/2020 - 14:22

Libertà oh cara! Libertà di insegnamento, libertà di insegnamento, libertà di insegnamento. Quei rozzi fascisti che hanno tolto il microfono al Prof. Simonetti e, non paghi, lo hanno fatto ingiustamente sanzionare , sono da censurare a carico della 'strumentale' ma 'urgente' Commissione che ancora NON si è riunita! Basta con l'indottrinamento a senso unico!

GINO_59

Dom, 09/02/2020 - 14:22

Un insegnante ha l'obbligo di incentivare i propri allievi ad usare il loro cervello. Il resto è censura. In questo caso censura rossa: la peggiore al mondo.

Raffaello13

Dom, 09/02/2020 - 14:29

Quelli che hanno contestato il Ptrofessore che ha dimostrato uno spirito conforme alla democrazia sono Prepotenti forti della loro Supremazia, un'altra forma di NeoFascismo ideologico anche se dichiaratamente Rosso. In fin dei conti anche Mussolini era Socialista. Quando si pensa che una Fazione abbia Sempre Ragione, si cade nella Dittatura, che si chiami Fascista o Comunista sempre è la negazione della Democrazia.

sbrigati

Dom, 09/02/2020 - 14:31

Denuncia al tar e richiesta di un indennizzo milionario rivolto alle singole persone non all'istituto.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 09/02/2020 - 14:43

Raffaello13 Dom, 09/02/2020 - 14:29:BRAVISSIMO!

Raffaello13

Dom, 09/02/2020 - 14:44

Chi legittima l'iscrizione all'ANPI essendo nati dopo la Guerra?

DRAGONI

Dom, 09/02/2020 - 14:50

SANNO DOVE COLPIRE!!LE TASCHE DI CHI NON LA PENSA COME LOROMA LE LORO TASCHE SONO SEMPRE E SICURAMENTE PIENE.

Malacappa

Dom, 09/02/2020 - 15:05

Questa e' la democrazia rossa,bravi i ragazzi che si sono schierati dalla parte del proff

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 09/02/2020 - 15:06

Un bel boomerang: ha aperto gli occhi ai ragazzi anche a quelli che erano rimasti

Celcap

Dom, 09/02/2020 - 15:30

Ma la vidi declamata libertà ti pensiero qualcuno mi può dire dove posso trovarla?? Perché vedo che uno non può più pensarla diversamente ti un’altra senza essere messo alla berlina e peggio punito. Io non sono fasciata me voglio diventarlo ma questi altri che fascismo qui siamo al proibizionismo coatto.

Ritratto di Andrea da Milano

Andrea da Milano

Dom, 09/02/2020 - 15:34

Ma hanno parlato ai ragazzi anche dell’attentato di via Rasella? Quello dove gli eroi partigiani gappisti si comportarono come vigliacchi della peggior specie?

lupo1963

Dom, 09/02/2020 - 15:42

@Raffaello13. Basta col “ fascismo rosso “. Si chiama COMUNISMO , ideologia spietata , responsabile di DECINE DI MILIONI DI MORTI in tutto il mondo , come del resto il NAZISMO e l’ IMPERIALISMO ANGLOAMERICANO . . Invece , se si eccettuano le vicende della guerra e della guerra civile ( sulle quali si dovrebbe discutere a lungo ) il fascismo e’ stato un regime ben poco sanguinario ...

detto-fra-noi

Dom, 09/02/2020 - 15:58

se questa è democrazia...... no è censura.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Dom, 09/02/2020 - 15:59

Pier Paolo Rossi punisce chi non la pensa come lui : procedura tipica di bolscevichi e fascisti. A quando la proposta dell'olio di ricino ? Ridicolo ricordare i privilegi della Democrazia mentre li calpesta.

odifrep

Dom, 09/02/2020 - 16:11

Il 18 aprile del '48, i primi a festeggiarlo dovrebbero essere i compagni, visto che la vittoria della Democrazia Cristiana, alle elezioni politiche ha permesso loro di fare i komunisti. L'anpi dovrebbe scomparire visto che non c'è più il fascismo e attualmente in Italia non c'è nessuna guerra. Che provasse a vergognarsi il professore.

fifaus

Dom, 09/02/2020 - 16:31

Vicenda inquietante; l'unico aspetto positivo è il comportamento sorprendentemente maturo degli studenti

Divoll

Dom, 09/02/2020 - 16:40

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare” (Voltaire)

Divoll

Dom, 09/02/2020 - 16:40

I veri partigiani sono tutti morti per limiti di eta'. Chi sono questi dell'Anpi, allora?

kaka

Dom, 09/02/2020 - 16:48

Un plauso per i ragazzi che hanno abbandonato l'aula. Questa sarebbe la democrazia proclamata dalla sinistra che si potrebbe ridefinire fascista.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Dom, 09/02/2020 - 16:48

L'anpi, lautamente finanziata dallo stato italiano, è uno dei tanti centri poteri della galassia sinistroide di questo misero stato. Ormai non ci sono più partigiani per motivi anagrafici. Quelli che popolano queste associazioni sono soltanto opportunisti che inseguono facili guadagni vendendo la loro ideologia anacronistica. STOP ai kompagni ladri!

ST6

Dom, 09/02/2020 - 17:01

"In una democrazia non tutte le opinioni possono essere accettate"; "Quando si parla di Resistenza non occorre una controparte" Che è poi la base di società come quella degli U.S. dei moderni presidenti Obama e Trump: The Greater Good will prevail.

Melquiade

Dom, 09/02/2020 - 17:31

"...se lei oggi può dire quello che dice è solo perché siamo in democrazia...", visto come come sono andate le cose non si direbbe proprio!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 09/02/2020 - 17:34

Esemplare soluzione della DEMOCRAZIA ALL`ITALIANA, composta, da "SOCIAL-CATTO-PARTIGIANI E COMUNISTI", TUTTI TESSERATI AL "PCI"!!!

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Dom, 09/02/2020 - 17:39

PORZUS,ECC. ECC.ECCETERA

nopolcorrect

Dom, 09/02/2020 - 17:40

Sarà bene ricordare agli antifascisti comunisti dell'ANPI l'eccidio di Porzus eseguito da mascalzoni comunisti e "Il sangue dei vinti" di Gianpaolo Pansa.

UnBresciano

Dom, 09/02/2020 - 17:50

Forse non tutto è perduto. I ragazzi iniziano ad accorgersi di quanto sia democratico il sistema e diventeranno meno manipolabili. Massima solidarietà al professore

caren

Dom, 09/02/2020 - 18:03

Inorridisco quando sento che anche in democrazia, certe opinioni non si possono accettare. Altro che fascismo, questo è peggio.

cecco61

Dom, 09/02/2020 - 18:05

Attendo i commenti colti ed eruditi di lorenzovan, El Presidente, stamicchia e kompagnia bella: certamente troveranno il modo di dar la colpa a Salvini.

Adespota

Dom, 09/02/2020 - 18:11

Bisogna affiggere cartelli di avviso nelle scuole: vietato toccare con mano (e con il pensiero) fulmini, saette e Lanpi..!

Viewty

Dom, 09/02/2020 - 18:13

Caro professor Simonetti, non sono d'accordo con lei: il solo fatto che lei abbia potuto esprimere la sua opinione con un intervento dopo la presentazione del libro confuta la sua strampalata tesi sulla censura in Italia. Caro Simonetti, dire che 'coloro che ancora oggi si definiscono fascisti hanno una visione estremamente anacronistica della realtà' e che 'sarebbe l’equivalente di definirsi giacobini' è un obbrobrio, perché chi si definisce fascista si sente fascista e basta, vuole essere considerato tale e non capisce come la Repubblica Italiana sia fondata sull'antifascismo, non lo può capire perché non lo accetta e basta. Parlando poi di 'pluralità di opinioni e fonti, in linea con un vero approccio storiografico', ebbene ci sottoponga le sue fonti, ci dimostri con un approccio storiografico dove la narrazione corrente è falsa e qual è quella vera e poi ne riparliamo. Ma fino ad allora eviterei gli stereotipi e gli sterili blablabla che lei ha contribuito a scatenare. Per non parlare del suo vittimismo, che contrasta mestamente con il machismo solitamente ostentato da chi si professa di destra, area politico-ideologica nella quale mi sentirei di classificarla.

Killimangiaro

Dom, 09/02/2020 - 18:22

L'ANPI deve essere ABOLITA. E' una associazione inutile e pericolosa per la società.

Giorgio5819

Dom, 09/02/2020 - 18:25

Ci sono ragazzi di valore, ci sono pagliacci de regime comunista senza dignità. 1-0 .

Reip

Dom, 09/02/2020 - 18:27

FATE SCHIVO VOI E CHI VI RAPPRESENTA! KOMUNISTI MALEDETTI ASSASSINI!

Nicola48ino

Dom, 09/02/2020 - 18:30

Nicola48ino Se questa è la democrazia per il consigliere pdiota viva al fascismo. Compagni voi e l'anpi siete patetici, odiatori professionisti etraditori della Patria.

Trinky

Dom, 09/02/2020 - 18:31

Certo che quelli dell'ANPI hanno una bella pretesa: insegnare agli italiani quello che dicono di aver fatto durante l'ultima guerra! Peccato che siano tutte balle....

maxxena

Dom, 09/02/2020 - 18:36

Se quanto esposto corrisponde a quanto accaduto, si tratta di un fatto molto grave, che richiederebbe subito una verifica sul comportamento e sulla liceità sanzionatoria della direzione generale dell'Ufficio scolastico regionale. Un pessimo esempio di repressione e negazione della pluralità di pensiero richiesta dalla nostra democrazia. Senza dimenticare che l'Anpi, nelle sue posizioni attuali, (come sa chiunque abbia aperto un libro di storia anche di sinistra), non rappresenta assolutamente la totalità del pensiero di coloro che combatterono nella resistenza, e non ha titolo per esprimersi a nome di chi combattè e morì per un ideale comune pur avendo diverse ideologie politiche. Spero solo si tratti di una fake news

magnum357

Dom, 09/02/2020 - 18:51

E' il pensiero unico che la sinistra sta cercando di inculcare nelle scuole, che schifooooooooooooooooooooo !!!!!!!!!!!!!!!! Il professore faccia ricorso al TAR contro la decurtazione del suo stipendio !!!!!!!!!!!

ossipossi

Dom, 09/02/2020 - 18:51

Basta soldi agli imboscati finti partigiani.

Korgek

Dom, 09/02/2020 - 19:12

Per fortuna non tutti i ragazzi sono sardine come il regime vorrebbe farci credere.

krgferr

Dom, 09/02/2020 - 19:13

Visto che nulla di ciò che fa la Storia va perduto? In questo caso la lezione impartita dall'applicazione pratica delle tanto vituperate leggi razziali non è passata invano: alcuni, silenziosamente, l'hanno ben capita, apprezzata, valutata e deciso che conveniva recuperarne lo spirito profondo, senza preoccuparsi di banalità come il passaggio dal nero al rosso che in fondo è poi soltanto una sciocchezza, sfumature di colore senza senso. Saluti. Piero

Abit

Dom, 09/02/2020 - 19:16

Bravi ragazzi! L'Ufficio Scolastico Regionale tornerà (o sarà fatto tornare) sulla sua decisione.

giumaz

Dom, 09/02/2020 - 19:30

"Se lei può dire quello che dice è solo perché siamo in democrazia e perché c’è chi ha lottato per ottenerla".Vero. I compagnosky possono ringraziare gli alleati. Se non c'erano loro, i tedeschi avrebbero riconrso e stanati i partigiani ad uno ad uno, e poi impiccati tutti.

investigator13

Dom, 09/02/2020 - 19:30

l'Anpi è la vera faccia del Pd, anarchia, I partigiani erano anarchci e su queste basi nacque il PCI

ItaliaSvegliati

Dom, 09/02/2020 - 19:33

Dalla DITTATURA KOMUNISTA BOLSCEVICA non ci si può attendere altro!!!

Korgek

Dom, 09/02/2020 - 20:34

L'Italia alla fine è come la Germania Est. Entrambe dopo la fine della guerra sono passate dal regime nero a quello rosso. La differenza è che almeno nella Germania Est il comunismo è finito 30 anni fa'.

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 09/02/2020 - 20:53

beh per una scuola che sforna masse di ignoranti questo ne è un motivo

cabass

Dom, 09/02/2020 - 20:58

L’arroganza dell’ANPI è seconda solo a quella della Staatsicherheit della DDR, meglio nota come STASI...

jekill

Dom, 09/02/2020 - 21:20

io, che vivo vicino alle foibe, invito tutti a guardare RED LAN ROSSO ISTRIA, unico film che mostra i crimini degli slavokomunisti. NB MIA MOGLIE E' UNA CROATA CHE ODIA GLI ANNI PASSATI NEL TITOISMO E RICONOSCE LE BUGIE CHE , DA PICCOLA, A SCUOLA, LE SONO STATE INSEGNATE

jekill

Dom, 09/02/2020 - 21:21

ANPI DEVE ESSERE MESSA ALBDO IN QUANTO ASSOCIAZIONE KRIMINALE. DIO LI MALEDISCA

nopolcorrect

Dom, 09/02/2020 - 21:34

La vogliamo piantare si o no con la santificazuione dei partigiani comunisti responsabili dell'eccidio di Porzus? Con questa gentaglia che vuole minimizzare l'orrore delle foibe?

killkoms

Dom, 09/02/2020 - 22:31

alla faccia della libertà di espressione!

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Dom, 09/02/2020 - 23:05

Lucio Flaiano. Anpi ovvero Associazione nullafacenti praticamente intoccabili

Luigi Farinelli

Dom, 09/02/2020 - 23:31

L'ANPI e i suoi iscritti, oltrechè anacronistici mi pare che non perdano mai un'occasione per far conoscere quanto "amino" il contradditorio e le libere opinioni. La manipolazione fatta di molti periodi storici, dal Medieovo al Risorgimento e alla Resistenza, fatta dalla cultura di regime ha ormai dell'incredibile. E dire che molti autori storici in gamba, applicanti metodi moderni di indagine sui fatti e sui dati disponibili, sono emersi negli ultimi tempi, uscendo dalle catacombe in cui il Pensiero Unico li aveva rinchiusi. E non si tratta di "revisionismo" ma semplicemente di un ritorno all'obiettività e verità storica dei fatti che contrasta ormai in maniera stridente con ciò che è la narrazione politicamente corretta: dalle crociate alle leggende nere inventate sul Medioevo e sul cristianesimo, fino alla vera natura e cause del Risorgimento italiano. Ma anche sul colonialismo italiano e sui crimini comunisti (i crimini nazisti ormai li conoscono pure gli asini).

rebesanig@gmail.com

Lun, 10/02/2020 - 00:03

@ cgf e Viewty. cgf:la pregherei di non generalizzare. E' vero, tra i partigiani vi erano figure losche ed alcuni dei criminali, ma vi erano anche persone in buona fede e parecchi hanno anche sacrificato la loro vita; purtroppo, allo stato attuale in cui ci troviamo,inutilmente. Wiewty: non serve alcuna dimostrazione. O ha letto qualche libro NON DI PARTE o è pari allo struzzo che nasconde la testa nella sabbia, oppure è in completa malafede.Dimostri lei se americani, inglesi, canadesi,australiani,purtroppo, marocchini (sentire da chi ha vissuto a Napoli il loro comportamento in quel periodo). Le azioni dei partigiani,per buona parte, non certo Via Rasella, hanno contribuito, ma senza i sopracitati (divenuti con l'8 Settembre) la "liberazione" dell'italia... lascio a lei concludere.

Epietro

Lun, 10/02/2020 - 08:06

La differenza tra fascisti e Anpi sta nel fatto che avendo commesso crimini spesso simili e contrari, i rossi non hanno il coraggio di raccontarci la verità e mentono spudoratamente per negare o minimizzare le malefatte compiute sia in Italia che in Jugoslavia.

patrenius

Lun, 10/02/2020 - 08:12

Dio mio come siamo caduti in basso....

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 10/02/2020 - 15:21

Mi viene da ridere : "Si vergogni, se lei oggi può dire quello che dice è solo perché siamo in democrazia e perché c’è chi ha lottato per ottenerla". Sì ma poi ti canno e ti riduco lo stipendio

maxinum

Lun, 10/02/2020 - 17:57

Mio zio è stata assassinato ragazzino per essersi rifiutato ad andare al sabato del balilla, mio nonno per lo stesso motivo è stato mandato a mauthausen.....ma di cosa stiamo parlando? Posso avere idee di destra , ma mai fascista, e chi nega il fascismo non sa quello che dice