Le Province dovevano sparire? Assumono diciassette dirigenti

Ci si aspettava che gli enti fossero cancellati. Invece stanno nominando persone per incarichi fino a 150mila euro

Le Province dovevano sparire? Assumono diciassette dirigenti

Gli enti andavano tagliati, ma così non è stato. Le Province stanno invece assumendo nuovi dirigenti, visto che gli organi sono stati rivisti dalla riforma Delrio, ma le funzioni tecniche sono rimaste.

Ecco perché - scrive il Fatto quotidiano - per esempio a Ferrara e Varese si sono nominati nuovi segretari. Perché le funzioni che dovranno essere assorbite dalla Regioni e dai Comuni stanno "traslocando" con una certa lentezza e dunque fino almeno alla primavera del 2015 sarà difficile avere la chiusura del processo.

A pesare sulla situazione, ricorda il quotidiano, anche la Legge di Stabilità, che ha sì ridotto per 1,2 miliardi di euro le risorse destinate alle Province (altri due saranno tagliati nel 2016), ma in compenso non ha pensato a ridurre le funzioni fondamentali, che di miliardi ne costano 3,1.

Una disegno di legge delega del governo prevede la soppressione della figura del segretario generale, ma al momento non si sa neppure chi dovrà prendere il posto dei 3.367 funzionari che spariranno. E se Ferrara e Varese già hanno nominato due persone (Alessio Primavera e Francesco Tramontana), altri diciassette enti cercano altrettante persone.