In Puglia può morire la sinistra. Il grande colpo del centrodestra

In Puglia si gioca il futuro del governo e il risultato finale non è scontato. L'ex presidente Raffaele Fitto parte in vantaggio rispetto al governatore uscente Michele Emiliano

In Puglia si decide l’esito di tutta la tornata elettorale del prossimo 20-21 settembre. Nella Regione del premier Giuseppe Conte si gioca il futuro del governo e il risultato finale è tutt’altro che scontato.

Il governatore uscente Michele Emiliano, pur considerandosi molto vicino alle posizioni dei grillini, non è riuscito a ottenere né l’appoggio dei renziani né del Movimento Cinque Stelle pugliese. L’ex magistrato ed ex sindaco di Bari si ricandida sostenuto da 14 liste: Pd, Italia in Comune, Emiliano Sindaco di Puglia, Senso Civico, Con Emiliano, Popolari con Emiliano, Puglia Verde e Solidale, Davvero-Ecologia e Diritti-PAI, Pensionati e Invalidi, Partito del Sud, Indipendenti del Sud, Democrazia Cristiana, Liberali, Sinistra Alternativa.

Gli sfidanti di Michele Emiliano

Il centrodestra schiera l’europarlamentare Raffaele Fitto, già presidente di Regione nel quinquennio 2000-2005 ed ex ministro del governo Berlusconi, sostenuto da Lega, FdI, Forza Italia, Unione di Centro-Nuovo PSI e La Puglia Domani. I grillini ripresentano Antonella Laricchia, consigliera regionale che cinque anni fa ottenne il 18,4% dei voti e che, ora, godrà anche dell’appoggio della lista civica Puglia Futura. I renziani schierano Ivan Scalfarotto, sottosegretario al ministero degli Esteri del governo giallorosso, appoggiato anche dalle liste Scalfarotto Presidente-+Europa e Futuro Verde. Gli altri candidati minori sono: Pierfranco Bruni per la Fiamma Tricolore, Nicola Cesaria per la lista Lavoro Ambiente Costituzione, Mario Conca per Cittadini Pugliesi-Conca Presidente e Andrea D’Agosto per Riconquistare l’Italia.

I risultati del 2015 e gli ultimi sondaggi

Nel 2015 Emiliano fu eletto col 47% dei voti, staccando di circa 30 punti percentuali la grillina Laricchia. Il centrodestra, invece, si presentò diviso: da una parte il fittiano Francesco Schittulli appoggiato anche dai meloniani (18,3%) e dall’altra l’ex sindaco di Lecce, Adriana Poli Bortone, sostenuta da Forza Italia e dai salviniani (14,4%).

Gli ultimi sondaggi disegnano una situazione molto incerta. Secondo Tecné, Fitto è dato tra il 40 e il 44%, seguito a ruota da Emiliano a cui viene attribuito un 35-39%. Laricchia, invece, oscilla tra il 13 e il 17%, mentre Scalfarotto si ferma intorno al 5%. Una rilevazione Emg-Acqua prevede che Fitto potrebbe battere Emiliano 43,5% contro 36,5%, mentre per Laricchia e Scalfarotto si confermano rispettivamente il 12 e il 5%. Bidimedia, infine, attribuiva sia ad Emiliano sia a Fitto il 38%, con la Laricchia inchiodata al 16,7%.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 06/09/2020 - 11:35

La sinistra continuerà a perdere in Puglia per una serie di ragioni, cominciando dall’incapacità dei sinistri che transitano in Parlamento. I loro nomi sono ben noti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 06/09/2020 - 11:38

ma è ovvio e scontato! soprattutto dopo che per anni la sinistra e i grulli hanno dimostrato pienamente i loro limiti e le loro inadeguatezze rispetto alle reali necessità degli italiani! :-) per questo sarà facile indovinare chi vincerà

Absolutely

Dom, 06/09/2020 - 11:45

Speriamo

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 06/09/2020 - 12:11

I candidati sono entrambi democristiani e fanno pare di due partiti frequentemente allineati e alleati in passato. L'elezione è pertanto puramente simbolica.

ST6

Dom, 06/09/2020 - 13:15

E anche la Puglia non cambierà d'una virgola: europeista, moderata, in attesa di fondi. Basta far contrnta la massa del popolino con "dx/sx", e il gioco è fatto: la torta resta tutta a loro come sempre.

vinvince

Dom, 06/09/2020 - 14:00

La Puglia si deve scuotere e togliersi di dosso questo morbo !!!

agosvac

Dom, 06/09/2020 - 14:22

La cosa strana è che Emiliano potrebbe tornare a fare il magistrato, invece un magistrato che entra in politica si dovrebbe dimettere definitivamente dalla magistratura.

Giorgio1952

Dom, 06/09/2020 - 14:48

Seconda puntata della saga salviniana, da non confondersi con la saga salgariana, “In Puglia può morire la sinistra. Il grande colpo del Cdx”, la trama: “In Puglia si gioca il futuro del governo e il risultato finale non è scontato. L'ex presidente Raffaele Fitto parte in vantaggio rispetto al governatore uscente Michele Emiliano”. La prima puntata era stata “La Toscana fa tremare Conte. Perché si può ribaltare la Storia”, ecco la trama: “Dopo l’Emilia Romagna anche la Toscana diventa, per la prima volta, contendibile per il centrodestra. La leghista Ceccardi è alla pari con il candidato dei dem Giani”. Bene in Puglia Fitto ha già governato come lo sappiamo, dopo aver militato in vari partiti dalla DC al CDU, poi si fa cristiano democratico per la libertà finendo eurodeputato con FI, in Puglia fu sconfitto anche da Vendola. In Toscana avete detto bene la regione è contendibile dopo l’Emilia Romagna, dove sappiamo come è andata a finire.

edo2969

Dom, 06/09/2020 - 15:56

Ve lo augurate perché vi manca onestà e spirito di sportività. Ma in realtà la sinistra non morira’ mai, anz questo Pase avrà sempre più bisogno di una memtalità basata sull’uguaglianza , l’amore, laccoglienza, il rispetto, gli egualitarismi. Ovvero tutto il contrario dei valori della destra. Forza PD, forza ad una sinistra al Governo. Abbasso i razzismi e l’odio.

edo2969

Dom, 06/09/2020 - 15:58

La Puglia è governata molto bene dal bravissimo Emiliano, che verrà rincofermto. La Puglia è terra di amore e di accoglienza, non di razzismo e di odio fascista. La Puglia è la nuova Toscana, sempre più bella e sempre più a Sinistra,

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 06/09/2020 - 16:19

@edo2969 Grazie per la partecipazione. Ma... 1) Emiliano non è di "sinistra", né lo è il PD. Che vinca Emiliano o Fitto non fa differenza. 2) La Puglia era monarchica sotto il re e fascista sotto il fascismo. Obbediva allora e obbedisce oggi. L'"amore" c'entra ben poco.

Malacappa

Dom, 06/09/2020 - 16:24

MORIRA' SICURO

giancristi

Dom, 06/09/2020 - 16:53

Una resurrezione di Fitto può affossare il governo. "Scordammoce o passato". Anche se non ha governato bene può vincere.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 07/09/2020 - 10:12

... non vendete la pelle dell'orso prima di averlo preso! è vero che emiliano è solo un chiacchierone... ma fitto non è un gran che!