Quei fortini rossi dell'Emilia che hanno tradito Bonaccini

L’Emilia Romagna è sempre meno ‘rossa’. Il centrosinistra ha vinto, ma l'erosione di consensi continua e la Lega si è affermata nelle province di Piacenza, Ferrara, Parma e Rimini

L’Emilia Romagna è rimasta ‘rossa’. Il centrosinistra ha vinto, ma, a bocce ferme, è lecito domandarsi se siamo di fronte al primo vero tonfo di Matteo Salvini oppure alla miglior sconfitta di sempre del centrodestra.

I risultati elettorali delle Regionali in Emilia Romagna

Guardando il risultato finale non ci sarebbero dubbi. Il governatore uscente Stefano Bonaccini ha vinto con il 51,4% contro il 43,6% di Lucia Borgonzoni e il Pd è rimasto primo partito della Regione col 34,7% a fronte del 31,9% ottenuto dalla Lega. In teoria una sconfitta netta, considerato anche il fatto che, a differenza di cinque anni fa, ha votato quasi il 30% in più degli emiliano-romagnoli: si è passati dal 37,8% del 2014 al 67,7%. La scarsa affluenza, alle ultime elezioni Regionali, è da considerarsi un’anomalia dovuta alle dimissioni anticipate dell’ex governatore Vasco Errani che venne condannato in primo grado nell’ambito del processo sul caso “Terre emerse”, inchiesta dalla quale venne assolto due anni dopo. Non solo. L’allora segretario del Pd, Matteo Renzi dovette scegliere tra due fedelissimi: Matteo Richetti e Stefano Bonaccini, entrambi indagati (poi assolti) per l’inchiesta sulle “spese pazze” che investì molti ex consiglieri regionali dell’Emilia Romagna. Stavolta, invece, l’aumento di partecipazione è stato dettato dalla polarizzazione dello scontro politico voluta da Salvini e dalla conseguente mobilitazione voluta dalle “sardine” di Mattia Sartori. Se da un lato è vero che i consensi per Bonaccini sono leggermente aumentati (dal 49% al 51%), è altrettanto vero che il distacco dal suo sfidante si è notevolmente ridotto. Nel 2014, infatti, il leghista Alan Fabbri, attuale sindaco di Ferrara, si fermò al 29, 8%, mentre la Borgonzoni, col 43,6%, ha ottenuto 14 punti percentuali in più. Certamente non un risultato pessimo per una candidata che è stata dipinta come debole e inconsistente Ma non solo. Nicola Zingaretti gongola per il 34,7% conseguito ieri, ma dovrebbe ricordarsi che cinque anni fa il Pd ottenne il 44,5% e, quindi, l’emorragia di consensi per la sinistra emiliano-romagnola non si è affatto fermata.

L'avanzata della Lega

La Lega, pur arretrando di circa 2,5 punti percentuali rispetto alle Europee dello scorso maggio quando divenne primo partito della Regione, ottiene una considerevole avanzata rispetto alle ultime Regionali. Se nel 2014 si era fermata al 19,4%, col voto di ieri è passata al 31,9%, pari a un +12,5%. Cinque anni fa, poi, il centrodestra e la Lega vinsero solo nella provincia di Piacenza dove Fabbri prese il 47% e il Carroccio il 28,2%, mentre stavolta la Borgonzoni si afferma anche nelle province di Parma, Ferrara e Rimini. Ma vediamo nel dettaglio. A Piacenza la senatrice leghista ottiene la percentuale più alta, sfiorando il 60%, mentre il suo partito vola al 44%. Bonaccini si attesta sempre intorno al 37%, mentre il Pd subisce un tracollo perdendo 11 punti (dal 35% al 24%). A Ferrara le cifre sono leggermente più basse: 55% per la Borgonzoni e 42% per la Lega. Nel 2014 Fabbri ottenne il 40,5%, mentre il partito che era già sotto la guida di Salvini prese al 26,2%. Discorso diverso per Bonaccini che qui, nel 2014, vinse col 43%, superando di due punti e mezzo il leghista Fabbri, mentre il 40% del Pd è solo un lontano ricordo. Stavolta i dem si fermano al 28% (-12). Nella provincia di Parma, laddove l’attuale sindaco di Ferrara si fermò al 34%, la Borgonzoni sfiora il 50% e la Lega passa dal 24% al 36,5%. Bonaccini si afferma, invece, sempre al 45%, ma il suo Pd passa dal 39,7% al 28,7% (-11 punti). A Rimini la candidata leghista l’ha spuntata di poco (47,6% a 46,4%), mentre nel 2014 Fabbri ottenne il 30,7% contro il 43,5% di Bonaccini. Qui la Lega è passata dal 17,8% al 34,5% in soli cinque anni, a differenza del Pd che dal 40,7% si è fermato al 31,6% (-9,1%).

La debaclè del Partito Democratico

La Lega, nonostante la sconfitta, ha aumentato i suoi consensi anche nelle province in cui si è affermato Bonaccini. Bologna, dove il governatore uscente ha ottenuto il 59,7% (contro il 35,7% della Borgonzoni), ha visto un travaso di voti del 5% dal Pd alla Lega con i dem che sono scesi dal 44,5% al 39,3%, mentre il Carroccio è salito dal 19,4% al 24,2%. Nella rossa Reggio Emilia, dove Bonaccini si conferma il più votato col 55% dei voti (contro il 39,3% della Borgonzoni), il Pd crolla dal 50,5% al 39,4%, mentre la Lega raddoppia quasi i suoi voti passando dal 15,5% al 30%. Molto interessante anche il dato di Modena, la provincia d’origine di Bonaccini, il quale batte la Borgonzoni 53% a 42%, a differenza di cinque anni fa quando il distacco tra i due contendenti era assai superiore (Bonaccini 51,2% e Fabbri 27,6%). Notevoli anche le differenze tra i due partiti: se la Lega cresce dal 18,6% al 31,6%, il Pd cala dal 47,3% al 35,7%. A Ravenna ci sono più 10 punti di distanza tra i due candidati: Bonaccini 52,8% e Borgonzoni 42,1%. Tantissimo? Sì, ma comunque sempre molto meno del 2014 quando il governatore uscente batté il leghista Fabbri 52,6% a 27%. Sul fronte dei partiti, invece, il Pd crolla dal 48,6% al 37,6% (-11 punti percentuali), a fronte di una crescita notevole della Lega che passa dal 20% al 31% (+11%). Infine, in provincia di Forlì-Cesena, è stata decisamente più contenuta la vittoria di Bonaccini: 50% a 44,3% contro il 47,8% al 30% preso nel 2014 a danno di Fabbri. Per non parlare della terribile debaclè subita dal Pd che dal 47% è calato al 33,7% (-13,3%), a fronte di un successo della Lega che dal 20% ha raggiunto il 32,7%, segnando un +12,7%.

Tutti dati che confermano come l’Emilia Romagna sia ancora rossa e, allo stesso tempo, anche molto più salviniana. A dispetto di quel che sarà la vulgata comune, soprattutto tra le “sardine” che, ricordiamolo, in questa campagna elettorale hanno preso zero voti. Nessun candidato, nessun voto. Il loro leader Mattia Sartori non ha neppure voluto rivelare a chi avrebbe destinato il suo voto e, quindi, non sapremo mai quanti consensi ha avuto il suo partito di riferimento. Un dato è certo: il Pd arretra, la Lega cresce.

Commenti

Arslan

Mar, 28/01/2020 - 08:10

La potete raccontare come vi pare...la Lega ha perso voti dalle europee dell'anno scorso, quando stava sopra al PD in Emilia, altro che erosione del PD...

dagoleo

Mar, 28/01/2020 - 08:18

partivano con 20 punti di distacco ed ora il distacco vero è stato di 2-3 punti %. il resto sono voti dei 5S transfughi. se questa è una vittoria, è come quelle di Pirro, che vinceva sui Romani ma perdendo mezzo esercito. ha vinto 2 volte e poi si è ritirato.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 28/01/2020 - 08:23

Rispetto all’ultimo riferimento, le europee di maggio 2019, la lega passa da 760 a 680 mila preferenze (-80 mila), il PD da 703 a 744 mila (+40 mila). Senza commento.

Gianni1964

Mar, 28/01/2020 - 08:27

Sembrate l'allenatore che perde la partita ma e' soddisfatto del gioco..conta il risultato totale e basta

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 28/01/2020 - 08:31

Avete perso! E' inutile che continuate a menare il torrone.

MOSTARDELLIS

Mar, 28/01/2020 - 08:50

Ve lo dico io cosa è successo in Emilia: è successo che purtroppo 70 anni di comunismo non si possono cancellare con una sola campagna elettorale. E’ successo che in alcune zone, le cosiddette roccaforti rosse, gli emiliani sono un po' masochisti e voglio continuare ad essere governati dai comunisti. Il 60% dei voti di sinistra a Bibbiano spiega tutto, è terribile. E’ successo che si sono coalizzate tutte le forze comuniste, finanziarie, la chiesa, le sardine, i pescecani, le piovre, le coop rosse, pur di andare contro la Salvini. Se non è masochismo questo…Sembra che siano più obiettivi a Riace che in Emilia-Romagna….

tosijoe

Mar, 28/01/2020 - 08:54

a prescindere dalla presa dei fortini , la mancanza della presa dell'Emilia e Romagna vi rode . Pazienza sarà per la prossima volta citofoni permettendo ( attenzione anche ed eventuali Bibbiano : altro che flop )

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 28/01/2020 - 08:55

Chi vota il PD è per l'assistenzialismo. Chi lavora sodo, quasi mai vota PD, perchè non ha intenzione di distribuire il frutto del suo sudore, e chi lo fa o è solo un masochista o mentre dà, da una mano, chiede dall'altra. Quello che vota Lega o dx che sia, è uno che quello che vuole, se lo crea con le proprie mani, pur di lavorare sodo.

xfredix

Mar, 28/01/2020 - 08:56

articolo assurdo, anche se documentato a livello di dati presentati. finale pazzesco: un dato è certo. il Pd arretra, la Lega avanza. forse, nel mondo, c'è un'altra regione che si chiama Emilia-Romagna dove, casualmente, hanno fatto le elezioni amministrative domenica

jaguar

Mar, 28/01/2020 - 08:57

Il centrosinistra ha confermato solo Bonaccini, ma dal 2014 ad ora ha perso diversi comuni. Le sardine piddine hanno perso perchè in regione la destra continua ad avanzare(Lega+ 12%).

Italy4ever

Mar, 28/01/2020 - 08:59

Ma non era una netta sconfitta di Salvini??? Certo che i Komunisti riescono a vincere ovunque anche quando non è così. L'Emilia Romagna è "rossa" ma il "blu" avanza. che stiano rinsavendo???

Zecca

Mar, 28/01/2020 - 09:08

Bellissimo articolo, complimenti a Francesco Corridori (spero per lui che sia uno pseudonimo). In effetti non ci avevo pensato, credevo che la Borgonzoni avesse perso. Invece leggo di debacle del Pd, assalto ai Fortini Rossi, miglior sconfitta di sempre del centrodestra....Ora sono sollevato, vedo che la strategia del Capitano ha funzionato alla grande, avanti così!

PassatorCorteseFVG

Mar, 28/01/2020 - 09:18

se il P.D. é COSI SICURO DI AVER SCONFITTO IL CENTRODESTRA,perché non va ad elezioni, cosi si sbarazza dei grillini e poi governa senza problemi? bella domanda, aspetto una vera risposta , non parole nulle vuote e fatue. ciao a tutti.P.S. ELEZIONI POLITICHE.

clickexange

Mar, 28/01/2020 - 09:19

Si si come no, un erosione continua ed infatti Vi siete presi la Regione col piffero!!! Avevate fatto credere ai vostri lettori che la Lega era al 99%, sara' per la prossima volta sempre che la Lega ci sia ancora...

Happy1937

Mar, 28/01/2020 - 09:31

Piddini, ridete pure che la Mamma ha fatto i gnocchi! Una volta per il Centrodestra sarebbe stato impensabile andarsi a prendere il 44% dei voti in Emilia Romagna.

schiacciarayban

Mar, 28/01/2020 - 09:33

Basta! Fate ridere, avete perso, smettetela di trovare scuse e rigirare la frittata! Salvini ha toppato su tutti i fronti da quando è al governo con quota 100 e la bufala degli immigrati, poi quando è scappato dalle sue responsabilità, poi quando ha cercato di tornare, fino a ieri ultima toppata, fatevene una ragione. È buono per la propaganda ma nulla più.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mar, 28/01/2020 - 09:34

Verissimo. In Emilia Romagna il CDX ha perso, anche se il distacco fra i due candidati è stato molto inferiore alle regionali precedenti. Purtuttavia lo stesso Bonacini ha affermato che era indietro di 7 punti (come del resto anch'io piccolo uomo avevo previsto); poi Salvini si è messo a giocare coi citofoni... Una caduta di stile che ha male impressionato i suoi stessi sostenitori. AMEN: inutile piangere sul latte versato.

MarioNanni

Mar, 28/01/2020 - 09:41

Salvini ha dato anima e cuore e si è battuto come un leone, ma lo slancio di chiedere ai suoi della giunta senatoriale per le immunità di spedirlo al processo è stato catastrofico. nel conto c'è anche il citofono ma in misura minore. aveva in pugno la situazione e dentro la fortezza rossa regnava il terrore della sconfitta, tanto che in difesa di Bonaccini e contro Salvini hanno scatenato le sardine e perfino il clero, oltre che il novanta per cento dei media. nelle battaglie non ci vuole solo cuore e anima, ma anche prudenza, furbizia e scaltrezza. che in E.e R. sono mancate. la catastrofica richiesta del si al processo, è stata come un rompete le righe e un rientrare nei ranghi a tutti gli avversari che in cuor loro e nel riparo delle urne lo volevano "salvare" dall'aggressione giudiziaria. il risultato ottenuto resta sempre eccezionale, ma la sua generosità smisurata le ha fatto perdere una vittoria che fino a quel momento la teneva e anche abbondantemente a portata di mano.

Paolobbb

Mar, 28/01/2020 - 09:41

Ma infatti cosa hanno da esultare tanto i sinistroidi non si è capito, hanno vinto "ai calci di rigore" dopo 12 mazzate consecutive (dove tra l'altro si sono arrampicati sugli specchi con rosicamenti e scusanti continue) e ci sono ancora altre elezioni regionali. La loro è una vittoria di Pirro che stanno spacciando come vittoria NAZIONALE, mettendo a tacere che stanno governando con degli "scomparsi" (a parti inverse con i giallo-verde avrebbero urlato l'immediata caduta del governo) ma si sa che quando una cosa è di sinistra è TUTTO REGOLARE! ergo, invece di andare a sfottere nei profili di Salvini e Meloni, se sono ritornati tanto sicuri e forti che si facciano votare dall'Italia intera, nelle elezioni NAZIONALI, quelle vere che evitano come la peste e dove vanno puntualmente a casa!

Arslan

Mar, 28/01/2020 - 09:44

Happy1937..."una volta" quando? Nei primi anni 90...E' pura retorica il discorsetto: "il successo del cdx sta nel fatto che l'Emilia è divenuta contendibile al csx"...affermare questo significa spostare le lancette indietro nel tempo. L'Emilia Romagna si è dimostrata contendibile al csx da diversi anni, già ai tempi di Berlusconi...ORA, con la retorica salviniana dell'immigrazione, con il csx al governo (chi è al governo è sempre impopolare), era il momento di vincere...e il cdx NON HA VINTO!

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 28/01/2020 - 09:49

se tanto mi da tanto avranno vinto questa battaglia...ma la guerra è ancora in corso, per cui tempo al tempo, aspettando cosa faranno i compagni circa le grandi promesse anti elezioni...belle parole, aspettiamo i FATTI, come quelli del M5S

Paolobbb

Mar, 28/01/2020 - 09:53

schiacciarayban@ allora, se Salvini ha toppato, è buono solo a far propaganda ecc. (la magistratura rossa e i continui NO dei m5scomparsi non contano, vero) e quindi siete tanto sicuri che la destra ha perso, perchè non andate al voto NAZIONALE??? seeee col piffero, mica siete cosi fessi...e ve lo dico io perchè: perchè l'em-rom non è l'Italia intera e tornereste puntualmente (e definitivamente) a CASAAAAA...ecco perchè! ps: non tacciate di rosicamenti perchè sono da 12 elezioni che consumate tronconi di quercia!

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 28/01/2020 - 10:08

Bibbiano e altri comuni hanno voltato le spalle al capitello, io vedo un PD in recupero che tiene e una lega che arretra dopo la grande abbuffata delle europee ... contenti voi...

schiacciarayban

Mar, 28/01/2020 - 10:26

paolobbb 9:53 - Tanto per mettere le cose in chiaro, io voto a destra quindi non parlarmi come se fossi del pd. Ovviamente fino a che ci sarà Salvini non voterò più a destra, probabilmente non voterò e basta. Detto questo, in questo momento bisogna sostenere il PD che è l'unica forza in grado di spazzare via Salvini. Poi magari si potrà tornare a una destra normale.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/01/2020 - 10:34

#ANGELO LIBERO 70 #Nahum ed altri... Avete vinto? Fantastico! Da domani revocate i decreti sicurezza e non esitate ad accogliere in E.R. tutta "la crème de la crème" che, dalle ONG, verrà vomitata nei nostri porti. Contenti?

marco m

Mar, 28/01/2020 - 10:45

Fantastico articolo, che salta tra elezioni regionali, amministrative, provinciali, prendendo solo ed esclusivamente i dati a favore e "dimenticando" tutti gli altri. Un esercizio di cherry picking fantastico. La Lega, che alle elezioni di due anni fa era il PRIMO partito (gran risultato) perde 80 mila voti? Dimenticato. Il PD che ne guadagna 44 mila e torna il primo partito? Dimenticato. I miei complimenti all'articolista, ha elevato la scelta del bicchiere mezzo pieno ad un secchio colmo.

wombat

Mar, 28/01/2020 - 10:53

la lega non ha perso niente .non ha solamente vinto. che non e' la stessa cosa

Paolobbb

Mar, 28/01/2020 - 10:57

schiacciarayban @ cosa voti, a destra?? AHAHAHAHAHAHAHAHAH, non siete mai di sinistra, oppure non votate, oppure andate sulla Luna! però andate contro Salvini e infatti, guarda caso, volete che scompaia (come se il Napoli non avesse voluto in squadra Maradona che gli ha poi fatto vincere 2 scudetti e 1 coppa UEFA), è chiara affermazione di chi è di sinistra, avete poco da girarci intorno!

investigator13

Mar, 28/01/2020 - 10:57

gira voce che in alcuni seggi agli scrutatori di destra è stato fatto divieto di accostarsi allo spoglio delle schede. il che la vittoria di Bonaccini è tutta da rivedere. Come si fa a credere fin dal primo momento che Bonaccini e al 50% e così fino alla fine, nessuna mutazione dopo le 4.000 e passa di schede? La verità è che il Pd non poteva accettare la sconfitta per opera di Salvini. Non doveva accadere, doveva salvare la faccia

Libertà75

Mar, 28/01/2020 - 11:02

In realtà, le province sembrano essere andate come pronostici prevedevano. Tra tutte, dovrebbe raccogliere più attenzione Parma che non sembrava, invece, destinata a spostarsi così abbondantemente verso il cdx. E' chiara una cosa, lo scioglimento dei 5stelle con dei (più o meno evidenti) endorsement a Bonaccini non ha funzionato dappertutto. Anzi, in alcuni luoghi la ritirata dei 5stelle ha dimostrato che la Lega è più a sinistra del PD.

jaguar

Mar, 28/01/2020 - 11:03

schiacciarayban, non è stata conquistata la presidenza della regione, pazienza, ma gli altri dati sono più che positivi, rispetto alle regionali del 2014 la destra è cresciuta molto. Se poi Salvini ti è antipatico quello è un altro discorso.

Libertà75

Mar, 28/01/2020 - 11:05

@marco m, voglio ricordarti che tutto il csx e tutto il m5s si era speso nel raccontare che fosse solo un'elezione locale e senza valenza nazionale. Quindi non si può fare il discorso di basso valore logico in cui tu ti addentri. L'unico confronto che si può fare è quello che fa l'articolista prendendo a riferimento (soprattutto) le precedenti elezioni regionali. Non puoi fare il discorso che fai tu semplicemente perché non si può presumere che i 5stelle continuino a fare una campagna di auto estinzione e voto utile anche in futuro.

Paolobbb

Mar, 28/01/2020 - 11:07

Marco m@ stessa domanda anche a lei: se il PD è in tornato forte, bello e bravo perchè non andate al voto?? fatevi eleggere in campo NAZIONALE, non che fate gradasso per aver "vinto" con +44.000 voti a casa vostra...l'em-rom non è l'Italia e l'Italia non è l'em-rom...poi potrete parlare, ma ne dubito visto le sberle che prendereste/prenderete!

Paolobbb

Mar, 28/01/2020 - 11:16

Memphis35 @ seeeeee, mica fessi i kompagneros, loro il buon esempio non lo danno mai. Com'era quel detto: fa quello che il kompagno dice, non quello che il kompagno fa (tutto con il portafoglio degli altri)!

jaguar

Mar, 28/01/2020 - 11:31

Nahum, le europee non sono le amministrative, i dati del 2020 devi confrontarli con quelli del 2014, poi cerca di trarne le conclusioni.

Assix

Mar, 28/01/2020 - 11:31

Sottolineo che la Lega, guarda caso, ha vinto nei più importanti poli industriali della Regione come Maranello, Sant'Agata Bolognese, Sassuolo, Mirandola e nelle zone terremotate, come S. Felice sul Panaro, meditate gente, meditate!...La sinistra resta forte nei ceti agrari e nella grassa borghesia cittadina

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 28/01/2020 - 11:38

E' perfettamente inutile che vi scervellate ad andare a vedere il pelo nell'uovo , la notizia più bella è che il capitone che voleva liberare l'EMILIA ha perso e per questo gliene sono grato.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 28/01/2020 - 12:29

Il 44,5% del PD nel 2014 valeva 535 mila voti, il 34,7% di oggi ne vale 750 mila. Insomma è arduo fare paragoni basandosi sulle percentuali senza tenere conto dell'affluenza alle urne nelle due competizioni. La domanda che bisogna porsi è casomai un'altra: quali erano le aspettative della vigilia e soprattutto qual'è la tendenza da un anno a questa parte?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 28/01/2020 - 12:51

Emilia Romagna, il sondaggio top-secret: centrodestra in vantaggio… elezioni Emilia-Romagna, la sinistra trema: partita contendibile

jaguar

Mar, 28/01/2020 - 13:00

Dreamer_66, da un anno a questa parte la tendenza è che il PD resta sotto il 20% mentre la Lega rimane sopra il 30.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 28/01/2020 - 13:05

@do-tu-des, l’elettore di destra è un consumatore di welfare più di quello di sinistra, avendo un reddito familiare mediamente più basso. Scuola, sanità, sicurezza, servizi li vuole gratis e li pretende assolutamente efficienti, senza tuttavia contribuirvi. Conclusione: non è l’elettore di sinistra ad essere per l’assistenzialismo ma quello di destra ad essere per l’evasione fiscale. Io sarei per fare scegliere ad ognuno se versare o meno le tasse, solo che, se opti per il no, paghi pure l’asfalto che calpesti, che è pagato con soldi pubblici. E se per malaugurata sorte dovessi mai aver necessità di fare una chemioterapia (ti auguro lunga vita ma viviamo tutti sotto lo stesso cielo ed io ne so qualcosa) non ci saranno conti in banca, proprietà e soldi in nero che basteranno a pagarti le cure. È come per le donazioni di organi, non tutti sono favorevoli a donarli ma il 100 percento è favorevole a riceverli, quando poi ne ha bisogno. Pensaci!!!

nonna-47

Mar, 28/01/2020 - 13:25

E' inutile cianciare sulla grande vittoria del PD in emilia/romagna, essendo la regione già del pd è opportuno affermare che il pd NON HA PERSO. Non si vince una cosa che è già tua, quindi il pd poteva solo A) perderla o B) non perderla.

Calmapiatta

Mar, 28/01/2020 - 13:28

La sx. pur fdi vincere, ha fatto ricorso a tutto il suo arsenale di ideologia. Finacheggiata da un establishment di sx, che ha in mano la comunicaizione, e sorretta da una base ideologizzata, che in molti casi ha votato turandosi il naso, è riuscita a spuntarla in casa propria. La vittoria di Pirro, non tiene conto del patrimonio di voti perso, ma punta al contingente, ovvero, per ora l'abbiamno scampata.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 28/01/2020 - 13:29

jaguar: se ti tranquillizza pensarlo è affar tuo, a me sembra che la spinta propulsiva della Lega si stia esaurendo anche a vantaggio di FdI. Per quanto riguarda il PD mi pare abbia già toccato il fondo... peggio di così non credo possa andare anche per la mancanza di competitors alla propria sinistra ai quali cedere voti.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 28/01/2020 - 15:16

@Memphis35 ... quello è lo spauracchio agitato da Salvini per raccogliere voti, aizzando le paure degli italiani contro le minoranze presenti nel Paese. Film già visto, con milioni di morti al seguito. Preferisco essere governato da gente in grado di ragionare, non da cabarettisti del citofono...

Libertà75

Mar, 28/01/2020 - 15:28

@dremaer66, perché il PD è un partito di sinistra? ma se sui programmi compete sempre con forza italia. Sei rimasto proprio indietro mi sa.

Assix

Mar, 28/01/2020 - 16:16

Sottolineo che la Lega, guarda caso, ha vinto nei più importanti poli industriali della Regione come Maranello, Sant'Agata Bolognese, Sassuolo, Mirandola e nelle zone terremotate, come S. Felice sul Panaro, meditate gente, meditate!...La sinistra resta forte nei ceti agrari e nella grassa borghesia cittadina

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 29/01/2020 - 09:15

Jaguar, vittoria di Pirro o vittoria tattica per Salvini, quando si vuole vincere il primo premio arrivare secondi può consolare ma non è abbastanza