Renzi vuol posticipare la data del referendum?

Anche Ncd gli ha fatto capire che il sostegno al suo governo dura fino al referendum di ottobre...

Renzi vuol posticipare la data del referendum?

Dopo la sconfitta elettorale delle Comunali, Renzi guarda con preoccupazione al referendum e sta già pensando di posticiparlo. Inizialmente aveva indicato il 2 ottobre come prima data utile, poi aveva parlato del “9 o del 16 di ottobre”. Ora sembra che stia accarezzando l’idea di farlo slittare al 23 o 30 ottobre per aver 3, 4 settimane in più di campagna elettorale, dato anche che ad agosto pure la politica va in ferie.

Al referendum, infatti, come spiega La Stampa, è legato il futuro del governo Renzi non solo perché il premier ha personalizzato lo scontro ma soprattutto perché Angelino Alfano, nelle ultime 48 ore, avrebbe fatto capire che il sostegno leale dell’Ndc durerà fino a ottobre anche perché Maurizio Lupi e Renato Schifani premono per tornare con Forza Italia.

Dopo il referendum “finirà la natura istituzionale del governo” e il proseguo dell’alleanza di governo sarà legato alla modifica dell’Italicum con la possibilità di fare coalizioni. Un bel grattacapo per il premier dato che ieri il suo entourage escludeva l’ipotesi che il capo del governo italiano possa imitare Cameron che, in caso di sconfitta sul referendum ‘Brexit, non rassegnerà le dimissioni.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica