Ricorso contro la via dedicata ad Almirante. Segre: "Incompatibile con me"

Verona intitola una via ad Almirante. La Segre: "Incompatibile con la mia cittadinanza onoraria". Scoppia la polemica

Scoppia la polemica a Verona dopo che il Comune ha deciso di intitolare una via a Giorgio Almirante. A sollevare il caso, come riporta l'agenzia Adnkronos, è stato il consiglio direttivo dell'associazione "La città che sale" consegnando una lettera aperta al prefetto Donato Cafagna per invitarlo a non autorizzare la delibera che intitolava una strada della città al segretario dell'Movimento Sociale Italiano. Un ricorso che ha scatenato un vero e proprio vespaio. Con il presidente del Consiglio Comunale di Verona, Ciro Maschio (FdI), che si dice "allucinato" da questa iniziativa ("Sembra che qualcuno abbia ancora nostalgia della guerra fredda"), e Liliana Segre che replica tacciando la scelta di incompatibilità, "per storia, per etica e per logica", con la cittadinanza onoraria che le è stata assegnata tempo fa.

Il ricorso contro via Almirante

Il caso è subito esploso con violenza. Non appena è stato presentato il ricorso contro la decisione presa lo scorso 16 gennaio dal consiglio comunale di Verona di intitolare una strada ad Almirante. Una decisione che contrasterebbe con le disposizioni del regolamento comunale perché, a detta dell'associazione "La città che sale", la vita del segretario del Msi non è mai stata, "né durante il fascismo né durante la Repubblica, 'testimonianza dello sviluppo materiale e civile'" come richiesto "esplicitamente dalla normativa" della città scaligera. Sul piano politico, poi, viene fatto notare che l'assegnazione contestuale alla cittadinanza onoraria alla Segre esporrebbe l'intero Comune "al ridicolo, oltre che all'indignazione", perché si configurerebbe "una sorta di grottesca, anacronistica e strumentale compensazione ideologica". "Come può la stessa città celebrare, contemporaneamente, la vittima di uno dei più abominevoli regimi politici novecenteschi, quello nazifascista, e intitolare una strada ad uno dei responsabili diretti di quello stesso regime? - tuona l'associazione - che senso ha insistere con questi atteggiamenti ideologici a 75 anni dalla fondazione della Repubblica e a 30 dalla fine della guerra fredda?".

Anche la Segre è contraria

A fianco dell'associazione "La città che sale" si è schierata la stessa Segre. "Una via Almirante a Verona? Davvero? Oh, povera strada...", ha commentato ai microfoni dell'AdnKronos la senatrice a vita, esponente di spicco della comunità ebraica italiana, sopravvissuta alla deportazione nazista e alla Shoah. "Mi chiedo se sia lo stesso Comune, quello di Verona, a concedere a me la cittadinanza onoraria e poi a intitolare una via ad Almirante: si mettano d'accordo", ha tuonato spiegando che secondo lei "le due scelte sono di fatto incompatibili, per storia, per etica e per logica". Da qui l'invito al consiyglio comunale di decidere "ciò che vuole" fare evitando "due scelte che sono antitetiche l'una all'altra".

Nell'intervista all'Adnkronos la Segre ricorda quando a Milano, dopo la Liberazione, corso del Littorio è stato ribattezzato Corso Matteotti. "Le vie sono sempre quelle - ha fatto notare - i loro nomi cambiano a seconda delle stagioni: ma non credevo proprio che questa fosse la stagione di Almirante, pensavo o mi illudevo che fosse passata...". E ancora: "Un conto è intitolare strade a Moro o a Nenni, a Berlinguer o a La Malfa, un altro conto è intitolarla ad Almirante che ha una storia diversa, anzi ben diversa, visto che fu tra i sostenitori del Manifesto della Razza per il quale noi ebrei non eravamo italiani. Credevo che quel tempo non ci fosse più in Italia, ora apprendo che purtroppo c'è ancora".

Il centrodestra insorge

Il ricorso ha ovviamente scatenato un vero e proprio vespaio in consiglio comunale. Una bufera che difficilmente riuscirà a placarsi nelle prossime ore. Dal quartier generale di Fratelli d'Italia ribattono etichettando come "allucinante" l'iniziativa dell'associaziome. Lo stesso Maschio ricorda che tante città e tanti Comuni d'Italia hanno già in passato intitolato una via ad Almirante senza scadere in una polemica di questo tipo. E, ricordando che il consiglio comunale di Verona è stato democraticamente eletto, ha posto l'accento sul fatto che la proposta è "assolutamente legittima" sia sul piano politico sia su quello legale. D'altra parte la figura del segretario del Msi e il ruolo che ha avuto in Parlamento dal dopoguerra in poi è stato riconosciuto e ricordato anche dall'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Per questo l'esponente di Fratelli d'Italia ha messo in chiaro che su "via Giorgio Almirante non si torna indietro".

Per Marcello Veneziani, il ricorso e le polemiche sono la dimostrazione del fatto che l'Italia non è ancora in grado di "rielaborare il proprio passato" né di "distinguere il giudizio politico da un oggettivo riconoscimento delle qualità di un leader politico". Come fa notare il politologo all'Adnkronos, Almirante è stato per molti "il più grande oratore della Repubblica italiana" e proprio per questo meriterebbe "un rilievo", come altri leader della sua epoca, da Enrico Berlinguer a Pietro Nenni, da Aldo Moro a Ugo La Malfa, che hanno vie e piazze a loro intitolate. Il leader del Msi, che ha rappresentato una parte cospicua degli italiani, invece, viene escluso "con un atto di meschinità e di faziosità, di incapacità di riconoscere il suo talento".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

pv

Mar, 21/01/2020 - 16:48

Ma cosa passa per la capa ai veneti? Ma non possiamo legalizzare la canapa ad uso ricreativo, almeno non si strafanno di grappa?

vince50

Mar, 21/01/2020 - 16:49

Incompatibile?se ritiene che lo sia si faccia da parte

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 21/01/2020 - 16:50

...a 75 anni dalla fondazione della Repubblica non abbiamo dimenticato le nefandezze del fascismo...

cgf

Mar, 21/01/2020 - 16:50

chiamatela via delle foibe E dei martiri del triangolo rosso

antonmessina

Mar, 21/01/2020 - 16:51

ma come si permette? sta migliardaria !!! come ! via tutte le cittadinanze onorarie a chi non le merita ! roba da matti

jaguar

Mar, 21/01/2020 - 16:51

Una soluzione ci sarebbe, la signora Segre rinunci alla cittadinanza onoraria di Verona, ne ha collezionate talmente tante che una più una meno.

cgf

Mar, 21/01/2020 - 16:51

chiamatela via delle foibe E dei martiri del triangolo rosso OPPURE via martiri palestinesi :)

tremendo2

Mar, 21/01/2020 - 16:52

però i rossi non si scandalizzano delle varie vie Lenin, Stalin, ecc. che ci sono in Italia. Possibile che il loro pensiero sia solo strumentale e ideologico?

trasparente

Mar, 21/01/2020 - 16:53

Con l'aria che tira meglio nominarla via Stalin o vi Lenin? io spero che tra un po' l'aria cambi perché qui si soffoca.

marinaio

Mar, 21/01/2020 - 16:53

D'accordo, è stata in un campo di concentramento 70 anni fa. È sufficiente per essere nominata senatore a vita, avere cittadinanze onorarie in tutta Italia? È sufficiente per presiedere una Commissione? È sufficiente per dire io sì e Almirante no?

MOSTARDELLIS

Mar, 21/01/2020 - 16:54

Adesso si sta proprio esagerando. La Segre lasci fare i ridicoli a chi lo fa di mestiere, come i sinistri di sempre. Se non vuole l'intitolazione della via a lei ci rinunci, ma senza polemizzare con la decisione del Comune di intitolare un'altra via ad Almirante, il quale non è stato affatto responsabile del regime fascista. E comunque sono sempre e soltanto i sinistri a farne questione ideologica.

Demaistre63

Mar, 21/01/2020 - 16:55

Un fulgido esempio di cerchiobottismo. Oltre il ridicolo.

giosafat

Mar, 21/01/2020 - 16:56

Basta che la Segre rinunci alla cittadinanza e tutto si accomoda. Ma bastaaaaaa.............

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 21/01/2020 - 16:57

Basta che ognuno si senta facultato a mettere becco in ogni manifestazione della nostra Storia che non gli è gradita. In questo caso la signora Segre restituisca il decreto di cittadinanza onoraria. Ci mancherebbe che il governo di una intera città debba sottostare a quello che pare e piace a lei. Almirante è stato a capo di una formazione politica assolutamente e regolarmente inserita nell'ambito costituzionale della nostra Nazione. Qui si cerca, anzi, di attuare un caso esattamente opposto: uscire dalla Costituzione esercitando censura sulla libertà di idee politiche perfettamente legittime.

kallen1

Mar, 21/01/2020 - 16:58

Basta rifiutarla o non accettarla, dov'è il problema? O la signora è una collezionista di "cittadinanze onorarie" e non vorrebbe perderne una? Le sue spiegazioni a me sembrano solo pretestuose

Triatec

Mar, 21/01/2020 - 17:00

Gentile senatrice, con tutto il rispetto che le è dovuto, rinunci alla cittadinanza onoraria. Ormai lei oltre ad essere stata nominata senatrice a vita, è anche cittadina onoraria di mezza Italia. Città più, città meno non cambia niente.

polonio210

Mar, 21/01/2020 - 17:01

Gentile Signora Segre,anche le vie Stalin e Lenin,tanto per dirne qualcuna,non sono compatibili con la mia cittadinanza italiana e ritengo che non siano compatibili neanche con la logica,in quanto detti personaggi hanno le mani grondanti il sangue del proprio popolo oltre che dei popoli sottomessi alla loro mortifera ideologia e Lei,gentilissima Signora Segre,dovrebbe conoscere bene le persecuzioni a cui furono sottoposti,in unione Sovietica gli ebrei.Di conseguenza,se Lei si ritiene incompatibile verso una via Almirante,dovrebbe essere anche incompatibile nei confronti delle vie Lenin e Stalin ed a qualunque altro simbolo comunista..

ghorio

Mar, 21/01/2020 - 17:02

Ma non sarebbe ora di smetterla di polemizzare per tutto? Non è che i buoni siano da una sola parte e tutti gli altri sono cattivi.

ruggerobarretti

Mar, 21/01/2020 - 17:04

Bene, quindi si puo' anche togliere la cittadinanza onoraria. In fondo la Signora ha gia' un altro alto riconoscimento.

Calmapiatta

Mar, 21/01/2020 - 17:06

Quindi cancelliamo anche via Stalin, via Mao, via Castro e via Lenin? Credo che siano incompatibili con l'umanità. Capisco la sig.ra Segre, è una donna di un altro secolo. Ma noi viviamo oggi a quasi 100 anni dal fascismo è ora di faerla finita, prendere atto della storia ed andar avanti.

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 21/01/2020 - 17:06

Ridicoli chi non vuole vuole via Almirante,.un politico intelligente e onesto. Piuttosto cominciamo a togliere via Togliatti, Leningrado, stdlin, ecc

pushlooop

Mar, 21/01/2020 - 17:08

allora meglio intitolare una strada al generale Patton, per ringraziare gli americani che ci hanno salvato prima dai nazisti e poi dai comunisti

Rugantino49

Mar, 21/01/2020 - 17:18

Ricordo che quando venne eletto Presidente della Repubblica Napolitano, tutto lo schieramento politico concluse che non potesse esserci contrasto fra la sua nuova funzione e le dichiarazioni dello stesso che avevano legittimato la repressione sovietica della Primavera di Praga, dato che le dichiarazioni andavano contestualizzate. Invece per Almirante si tirano fuori dichiarazioni rese durante in ventennio fascista?

Ritratto di babbone

babbone

Mar, 21/01/2020 - 17:20

ooooooooooooo che sarà mai, Giorgio Almirante merita una via, i contrari se ne faranno una ragione.

anna.53

Mar, 21/01/2020 - 17:21

Vorrei che la Senatrice, che stimo molto x storia e intelligenza, ripassasse anche l'elenco dei soggetti che appoggiarono le leggi razziali. Troverà dei nomi interessantissimi.

istituto

Mar, 21/01/2020 - 17:22

La Signora evidentemente non ha niente da fare nella vita...

savonarola.it

Mar, 21/01/2020 - 17:23

Almirante tutta la vita.

dagoleo

Mar, 21/01/2020 - 17:27

è comnpatibile per caso viale Lenin?

tremendo2

Mar, 21/01/2020 - 17:28

che la Segre rinunci alla cittadinanza onoraria! Che problema c'è? Si vergogna di essere italiana?

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 21/01/2020 - 17:28

Accidenti. Per me è incompatibile Viale Togliatti. Sono solo anticomunista.

VittorioMar

Mar, 21/01/2020 - 17:31

...ma non presiede la Commissione contro l'INTOLLERANZA ??...ABOLIRE la COMMISSIONE...

Ernestinho

Mar, 21/01/2020 - 17:38

Allora smettiamola con queste strade intitolate a politici che portano solo polemiche da entrambe le parti. Meglio farlo con persone illustri apolitiche!

Kamen

Mar, 21/01/2020 - 17:39

Ma la sig.ra Segre ha mai acclarato la sua incompatibilità con le città dove nella toponomastica è presente "Unione Sovietica"?Ma la sig.ra Segre ha mai spiegato quale sia,secondo lei,la differenza fra gli ebrei uccisi dai nazisti e quelli uccisi dai comunisti?

cabass

Mar, 21/01/2020 - 17:42

Se qualche Comune non sapeva come far rinunciare la Segre alla cittadinanza onoraria data dalla precedente amministrazione di segno opposto, ora lo sa: intitolare una via ad Almirante.

stefi84

Mar, 21/01/2020 - 17:43

A nessuno dei due. così si evita il problema.

Ritratto di JOLLY ROGER

JOLLY ROGER

Mar, 21/01/2020 - 17:43

In questo paese c’è troppa gente che non ha un cavolo di serio a cui pensare.

Marroz

Mar, 21/01/2020 - 21:59

Segre, stavolta ha esagerato, si sta sfiorando il ridicolo..

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 21/01/2020 - 22:00

GRANDE GIORGIO!! DELLA BABBIONA ME NE FREGO!!!

seccatissimo

Mar, 21/01/2020 - 23:05

Giorgio Almirante è stato un politico,un personaggio pubblico valido, conosciuto e stimato da molti milioni di italiani ed anche dai suoi avversari politici.Invece, il motivo per cui il Comune di Verona abbia concesso l'onore della cittadinanza onoraria alla signora Liliana Segre è sconosciuto.Chiedo per tanto al Comune di Verona perché abbia inteso onorare particolarmente la signora Liliana Segre,e nel contempo chiedo pure al signor Sergio Mattarella di darci precise delucidazioni in merito agli "ALTISSIMI MERITI nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario con cui la signora Liliana Segre avrebbe illustrato la Patria",che sono la premessa secondo la nostra costituzione (articolo 59, comma 2) per cui il pdr ha potuto mettere in atto l'anacronistica onorificenza della nomina a senatrice a vita della signora Liliana Segre.

manfredog

Mar, 21/01/2020 - 23:51

...invece via Stalingrado è compatibile, cara signora!? Anche Stalin, mi risulta, ha ucciso qualche decina di migliaia, se non di più, di ebrei, mentre Almirante, pur continuando sugli ideali del fascismo, non ne ha ucciso nessuno!! mg.

me.so.rotto....

Mer, 22/01/2020 - 00:06

Almirante e` incompatibile con la Segre, ci puo` stare. Ma la Segre e` incompatibile anche con il PD e la sinistra, antiebraica e anti Israele. eppure ci sta benone senza protestare....e Fiano e` con lei. Questi sarebbero quelli coerenti con se stessi? Coerenti con il PD, Giano bifronte, chissa`.

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Mer, 22/01/2020 - 01:29

Giorgio Almirante era razzista ed antisemita duro e puro, certamente. E' stato tra i firmatari nel 1938 del 'Manifesto della razza' e dal 1938 al 1942 segretario del comitato di redazione della rivista antisemita e razzista 'La difesa della razza'; nel numero del 5 maggio 1942 tra l'altro scriveva: "Il razzismo ha da essere cibo di tutti e per tutti... Altrimenti finiremo per fare il gioco dei meticci e degli ebrei... Non c'è che un attestato col quale si possa imporre l'altolà al meticciato e all'ebraismo: l'attestato del sangue.". Ferma restando la sua statura di uomo politico, è ben comprensibile che la Signora Segre, ebrea di Auschwitz, non intenda avere a che fare con lui neppure per il nome d'una strada della città di cui le è stata offerta la cittadinanza onoraria. A differenza di altri, e di me che fui missino (anche questo!) da ragazzo, queste cose non può dimenticarsele - ed è bene che le ricordi a noi.

lolafalana

Mer, 22/01/2020 - 02:21

E poi vengono a raccontarmi degli "odiatori"...

bremen600

Mer, 22/01/2020 - 02:42

cheduemaroni.

vittoria1973

Mer, 22/01/2020 - 05:06

Incompatibile? Invece è compatibile intitolare una via a Togliatti, collaboratore di Stalin negli Anni 30, quando durante il periodo delle "purghe", denunciò tanti comunisti rifugiati che, in URSS per salvarsi dalle persecuzioni dei fascisti, furono fucilati o mandati nei gulag?

Ritratto di Gius1

Gius1

Mer, 22/01/2020 - 05:19

La Segre prigioniera? Gusto dedicarle la Strada ma Chi andato in prigione da innocente? Tocca anche Loro. E poi che diffdrenza c'e tra togliatti e almirante?

Ritratto di Florentia1963

Florentia1963

Mer, 22/01/2020 - 06:12

La signora Segre è cascata nella trappola sinistroide che ne ha fatta uno strumento politico. Mi dispiace davvero, ma purtroppo non stupisce perché per loro qualsiasi mezzo è utile per massacrare il prossimo.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 22/01/2020 - 07:34

Chi se ne frega della Segre, è come il prezzemolo sta dappertutto.

Ritratto di Bob184

Bob184

Mer, 22/01/2020 - 08:17

01.21 – almirante – 20.05 Gentile Signora, si rende conto che sta esprimendo parole e sentimenti discriminatori ? Che Almirante le sia simpatico o meno, niente toglie che è stato una persona importante della Repubblica Italiana. E se le sue colpe (?) sono quelle di essere stato fascista, che dire di ex presidenti della Repubblica, di attori, di scrittori che "allora" credettero nel, o sfruttarono il, momento per poi, cambiato il vento fecero abiura ? Almeno ad Almirante si deve riconoscere il coraggio della coerenza.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mer, 22/01/2020 - 08:28

Questa signora Segre sta cominciando un po' a stufare con le sue prese di posizione, tutte pro domo sua. Fra un po' bisognera' chiederle il permesso anche per andare al cesso? E comunque, cara signora, ce ne faremo una ragione che la via ad Almirante non e' compatibile con la Sua augusta persona, pazienza.

rawlivic

Mer, 22/01/2020 - 08:29

e allora revocate la cittadinanza onoraria ad una che ha campato tutta la vita sull'olomarketing. Questa gente non serve al Paese.

buonaparte

Mer, 22/01/2020 - 10:55

sono un appassionato di storia .. ho studiato per conto mio la storia del novecento italiano . ho letto molto sui campi di concentramento e sterminio.molti li confondono ,ma sono 2 cose diverse e gli avevano anche gli inglesi che li hanno inventati in africa e gli americani che rinchiusero i giapponesi.chi sopravvisse ai campi non era solo piu forte e piu fortunato.in quei campi successero delle cose terribili anche da parte delle persone internate.vi evito i particolari ,ma vi invito a leggervi i libri che raccontano di cosa succedeva veramente in quei campi. i piu feroci erano gli islamici e alcuni internati che venivano messi a fare lavori di controllo e ecc. INFORMATEVI E POI FATEVI DELLE SEMPLICI DOMANDE.oramai pochi sono quelli vivi che vi possono raccontare la verità e quindi chi è vivo dice la sua senza contraddittorio .

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 10:57

Gli ebrei sono contrari a ogni forma di patriottismo, tranne il proprio.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 22/01/2020 - 11:00

Mi stavo chiedendo, ma Almirante come dall'altra parte Berlinguer, oltre comizi e discorsi in parlamento, cosa hanno fatto di concreto per l'Italia? Hanno rilanciato l'economia? Hanno creato posti di lavoro? C'è la loro firma in qualche legge fondamentale dello stato? In politica, logica vorrebbe che celebrazioni e omaggi si facciano per chi ha fatto qualcosa di concreto (come avviene nel resto del mondo) e da questo punto di vista Craxi è stato più concreto di loro.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 11:25

@deep purple Ricorderà che la strategia politica democristiana consisteva nell'esludere gli estremi, inclusi PCI e MSI, che saranno accettati solo dopo le "svolte" dei traditori Berlinguer e Fini. Una tendenza che prosegue oggi con "centrodestra" e "centrosinistra"...

seccatissimo

Gio, 23/01/2020 - 00:11

x Quintus_Sertorius Mer,22/01/2020-11:25 - Non è vero ! Sotto banco la DC ed il PCI hanno sempre governato insieme ! Non esiste legge della DC, di un minimo di importanza, che non sia stata votata anche dal PCI !