Ricoverato Chiambretti. C'è lo spettro Coronavirus

Il conduttore ha i sintomi e ora è in ospedale. Anche la madre è malata. Attesa per il tampone

Il virus forse aggredisce anche Piero Chiambretti. E certamente la sua anziana madre Felicita. Entrambi sono stati ricoverati ieri all'ospedale Mauriziano di Torino e sono stati sottoposti al test del Covid-19. Sono arrivati in ambulanza al pronto soccorso. La madre è risultata positiva. Fonti ospedaliere però, spiegano come il tampone effettuato su Chiambretti abbia in realtà dato un esito incerto, quindi al momento l'attore e conduttore non è positivo. L'esame, come da protocollo, sarà ripetuto giovedì. Pare che il popolare conduttore stesse male da qualche giorno, e fosse già chiuso in casa da una settimana con i primi sintomi, ma poi le sue condizioni si sarebbero aggravate nelle ultime ore. Come accade, del resto, alle moltissime persone contagiate. Secondo alcune fonti avrebbe commentato dicendo che la situazione è dura. Preoccupano, ovviamente, le condizioni della madre che ha una età avanzata, più di 80 anni. Lei risiede stabilmente a Torino, dove è cresciuto Piero e dove il conduttore vive quando non è impegnato a Milano nei suoi programmi in onda sulle reti Mediaset. Dopo quello di Nicola Porro che è riuscito a guarire senza dover ricorrere al ricovero, Chiambretti è il secondo personaggio televisivo che deve affrontare l'emergenza. Quando ieri è circolata la notizia (rivelata da Vladimir Luxuria con un tweet), molti si sono preoccupati per le sue condizioni e per tutti quelli che hanno lavorato e sono stati ospiti del suo show. Ma la situazione dovrebbe essere sotto controllo. Mediaset erge un muro di privacy. Però si sa che l'ultima puntata di CR4 - La repubblica delle donne è stata registrata il 3 marzo ed è andata in onda la sera seguente. Quindi, in base ai protocolli, coloro che sono venuti in contatto con lui avrebbero già passato il periodo di 14 giorni di quarantena. Mediaset aveva deciso di sospendere il programma, insieme a molti altri di Rete 4, Canale 5 e Italia Uno, per concentrare energia e sforzi sulle trasmissioni di approfondimento e per sensibilità verso gli spettatori che, in questo periodo, non hanno molta voglia di show basati sulla leggerezza e sul gossip. Sono decine le persone che hanno partecipato al programma di Piero negli studi di Cologno Monzese, da Alfonso Signorini a Cristiano Malgioglio, da Lory Del santo a Francesca Barra, da Michelle Hunziker a Iva Zanicchi a Vittorio Sgarbi. La sospensione ha impedito, almeno a quanto si può sapere finora, l'evebtuale trasmissione del contagio. Anche se, ovviamente, qualche preoccupazione resta. «Sono in pensiero per Piero - ha detto per esempio la Zanicchi all'Agi - Un po' sono in allarme, è ovvio, ma non bisogna cedere al panico. L'unica è stare barricati in casa». «Sono stata da Piero Chiambretti per ben due volte, ci siamo abbracciati e baciati - ha spiegato invece Serena Grandi all'Adnkronos - In attesa di capire, mi metto in autoquarantena. Sono tanto tanto dispiaciuta, mi hanno detto che ha una broncopolmonite, spero guarisca presto. Sono preoccupata anche per la mamma».

Piero, 63 anni, ha spesso raccontato del meraviglioso rapporto che ha con la madre, che lo ha allevato da sola, a Torino, insieme alla nonna, in una situazione difficile visto come erano considerate a quei tempi le madri single. Felicita ha ricordato in varie interviste di come, fin da bambino, da quando frequentava il Kinderheim, suo figlio fosse un po' ribelle, indisciplinato, faceva già ridere tutti. Il conduttore ha una figlia, Margherita, di nove anni, avuta con l'ex compagna Federica Laviosa, che vive con la mamma a Torino.

Amatissimo dal pubblico per la sua verve, l'ironia, la simpatia, la sfrontatezza, ha realizzato e condotto tantissimi programmi, l'ultimo dei quali La Repubblica delle donne. Ma prima - ha cominciato nelle radio torinesi per poi lavorare sulle navi da crociera e dopo approdare nelle piccole televisioni private fino a vincere il concorso Rai «Un volto nuovo per gli anni '80» insieme a Fazio, Cecchi Paone e Corrado Tedeschi - ce ne sono stati molti altri. Rimasto nell'immaginario collettivo come il dissacrante e impertinente Pierino del Portalettere di Raitre, è passato dalla tv di Stato dove ha condotto tre Festival di Sanremo e - tra gli altri - lo show cult Chiambretti c'è, a La7 dove è approdato nel 2003 e incontrato la piena maturità nello stralunato Markette, fino a traslocare a Mediaset nel 2008. Dove tutti ora sono in pensiero per lui.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.