Saviano senza vergogna in tv: "Salvini e Meloni sono bastardi"

L'autore di Gomorra insulta Salvini e Meloni a Piazza Pulita sulla questione migranti. Meloni: "Ora basta, stufa"

Saviano senza vergogna in tv: "Salvini e Meloni sono bastardi"

Dopo un periodo di silenzio, e nonostante il fatto che non fossero mancate a nessuno le sue uscite fatte in favore di camera con l'espressione del viso contrita tradizionalmente ad esse associata, Roberto Saviano torna a parlare utilizzando il piccolo schermo come strumento di diffusione non solo del suo personalissimo pensiero ma anche del risentimento e dell'odio di cui si fa spesso portavoce.

Ovviamente a finire nel mirino dello scrittore campano sono ancora una volta Matteo Salvini e Giorgia Meloni, definiti senza mezzi giri di parole "bastardi" per il fatto di opporsi alla politica dei porti aperti tanto cara sia a Roberto Saviano che ai radical chic di sinistra.

Ospite della trasmissione televisiva "Piazza Pulita", in onda sulle frequenze di La7, lo scrittore si è lasciato andare, senza porre alcun freno alle sue espressioni, dopo che dalla regia avevano mandato in onda un servizio dedicato a Youssuf, il bambino guineano di 6 mesi deceduto lo scorso 11 novembre durante la traversata del Mediterraneo effettuata con la madre 17enne, sopravvissuta al naufragio.

"Vi sarà tornato alla mente tutto il ciarpame detto sulle Ong. 'Taxi del mare'. 'Crociere'... ma viene solo da dire bastardi", attacca Saviano con la sua caratteristica espressione greve."A Meloni, a Salvini, bastardi, come avete potuto? Come è stato possibile, tutto questo dolore descriverlo così?", si domanda lo scrittore con vena volutamente polemica. "È legittimo avere un’opinione politica ma non sull’emergenza. L’unica strategia è accedere una immigrazione controllata, con i corridoi umanitari. Togliere le Ong è servito a non avere testimoni".

La prima a replicare, duramente, per l'ennesimo attacco gratuito subito ad opera dello scrittore campano è Giorgia Meloni, che annuncia di voler adire le vie legali tramite il proprio profilo Facebook."Sono veramente stufa di assistere a questo disgustoso sciacallaggio da parte di Saviano. Ma per voi è normale che a questo odiatore seriale sia consentito diffamare (come al solito in un monologo senza alcun contraddittorio) chi non è in studio?", si domanda il presidente di Fratelli d'Italia. "È normale che un conduttore non spenda mezza parola per prendere le distanze da simili e inaccettabili esternazioni? Non sono disposta a tollerare oltre: ho già dato mandato per procedere legalmente contro le diffamanti e vergognose parole di Roberto Saviano. Ora basta".

Fanno eco alla Meloni numerosi post in calce al video di Saviano. "Caro intelligentone perché non ci mostri cosa fai e soprattutto quanto e cosa dai per questi poverini? Faccelo constatare con i fatti non con le chiacchiere e gli insulti. Proprio perché ti ritieni più intelligente degli altri dovresti usare un linguaggio diverso ma molto probabilmente non ti cagh****be nessuno. Cosa non si fa per apparire", commenta un utente. "Io vorrei fare un appunto ai media che gli permettono di dire certe cose in tv. Questo vuol dire incitare alla violenza e spero che riescano a fargliela pagare. Via la scorta e vada a guadagnarsi la pagnotta...", aggiunge un altro internauta."Peccato che essendo un sinistro tutte le denunce non lo toccano minimamente! E poi facile per lui parlare tanto se ne sta in America tranquillo e beato mentre qui ci invadono... Per non parlare del fatto che probabilmente in questo traffico di clandestini viene fuori qualcosa anche per lui", affonda un altro follower.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti