Il rimpasto agita i CinqueStelle: "Salvini vuole sostituirci con Fdi"

Il fantasma della Meloni agita il M5s

Il rimpasto agita i CinqueStelle: "Salvini vuole sostituirci con Fdi"

L'ultimo spettro grillino ha un nome ben preciso: Giorgia Meloni. C'è una parte del Movimento 5 Stelle che pensa infatti che Salvini punti al leader di Fratelli d'Italia per spaccare il partito alleato di governo. A dirlo, senza mezzi termini, è la senatrice M5S Elena Fattori che, intervistata da La Stampa, tuona: "Credo che tutte le provocazioni di Salvini, prima con le navi poi con decreti inaccettabili abbiano l'obiettivo di spaccare il Movimento per fare entrare Fratelli d'Italia in maggioranza. Ci aveva provato a inizio legislatura proponendo Crosetto sottosegretario, ma la cosa naufragò. Ci ha lavorato in questi mesi e adesso riprova".

Poi l'avvertimento a Di Maio: "Luigi è molto intelligente. Se effettivamente il piano di Salvini è eliminare una parte del M5S e dunque gli elettori che si riconoscono in quella parte per fare entrare Fdi allora diventerebbe la stampella di un governo di centrodestra".

Ieri sera, il deputato Fdi Guido Crosetto ha smentito l'ipotesi paventata dalla Fattori: "Se Fratelli d'Italia entrerà in maggioranza al posto di qualche Cinquestelle in uscita? Non penso, lo escludo, non mi pare ci sia stata richiesta né alcuna discussione sul tema". Matteo Salvini non lo ha chiesto a Giorgia Meloni, dunque? "Non mi pare, credo lo abbia fatto tramite giornali", ha aggiunto.

Dal canto suo la Meloni gongola per i risultati delle elezioni provinciali e manda un messaggio indiretto al leghista. "Il centrodestra unito conquista storiche roccaforti rosse alle elezioni provinciali e Fratelli d'Italia festeggia oggi il suo primo presidente di provincia: Federico Binatti, sindaco di Trecate e neo presidente della provincia di Novara. È il simbolo di un processo di radicamento sul territorio che ci porta ad essere sempre più presenti, come confermato anche dal numero crescente di consiglieri eletti in numerose province, in tutto il territorio nazionale. Questi dati dimostrano la capacità di Fratelli d'Italia di essere punto di riferimento per un numero sempre più consistente di amministratori locali che ci riconoscono la capacità di buon governo e la coerenza delle nostre posizioni sia sul piano locale che su quello nazionale. Questo risultato ci rafforza nel chiedere al governo di mettere finalmente mano alla sciagurata legge Delrio, superando la fase di stallo delle Province e reintroducendo il voto popolare al posto di questa insensata elezione di secondo livello", ha dichiarato la Meloni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti