Roma, adesso Cantone indaga pure su Marra

L'Anac chiede informazioni e documenti per valutare il ruolo di Marra nella nomina del fratello Renato alla direzione turismo del Campidoglio

Roma, adesso Cantone indaga pure su Marra

Un'altra tegola si abbatte su Roma Capitale e sul sindaco Virginia Raggi. E in particolare su Raffaele Marra, ora finito nel mirino dell'Autorità nazionale anti corruzione guidata da Raffaele Cantone.

L'Anac ha infatti richiesto a Roma Capitale informazioni e documentazione che possano far luce sul ruolo di Marra come capo del personale e valutare eventuali violazioni in particolare sulla vicenda relativa alla nomina di suo fratello, Renato Marra, alla guida della direzione turismo del Campidoglio. La verifica è stata aperta sulla base di un esposto presentato da Direr, sindacato della dirigenza e quadri direttivi della Regione Lazio.

Cantone ha dunque chiesto chiarimenti e documentazioni al Campidoglio sull'iter che ha portato alla nomina. Nell'esposto si chiede di far luce su due aspetti: la violazione della norma che prevede che il responsabile del procedimento e i titolari degli uffici competenti devono astenersi, in caso di conflitto di interessi, dall'adottare provvedimenti e devono segnalare ogni situazione di conflitto anche potenziale e la violazione dell'obbligo che prescrive ai lavoratori di astenersi dal partecipare all'adizione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere interessi propri ovvero dei parenti.

Commenti