"Salvini cinico omette i soccorsi". E in Aula scoppia il caos per le parole della Boldrini

Bagarre alla Camera durante l'intervento della Boldrini che attacca a testa bassa Conte e Salvini. Volano urla e schiamazzi. Interviene Fico

"Salvini cinico omette i soccorsi". E in Aula scoppia il caos per le parole della Boldrini

Urla, strepiti e schiamazzi. Al termine dell'intervento del premier Giuseppe Conte in vista del Consiglio europeo di domani, l'intervento di Laura Boldrini contro il governo e in modo particolare contro il ministro degli Interni Matteo Salvini ha scetenato un vero e proprio putiferio in Aula (guarda il video). "Fomentano l'allarme solo per interessi elettorali - ha tuonato la deputata di Liberi e Uguali - e omettono i soccorsi in mare". Affermazioni gravissime che hanno scatenato le ire dei leghisti seduti alla Camera obbligando l'intervento del presidente della Camera Roberto Fico.

"L'immigrazione è diventato un tema prioritario perché c'è chi ha interesse che politicamente sia così, interesse a fomentare allarmi per puri scopi elettorali. Indicare i migranti come la causa dei problemi sociali, è una potente arma di distrazione di massa". Nell'annunciare il voto contrario del suo gruppo alla risoluzione di maggioranza in vista del Consiglio europeo, la Boldrini ha attaccato duramente il governo gialloverde schierandosi a favore dell'accoglienza indiscriminata degli immigrati che attraversano il Mar Mediterraneo. Nel suo intervento ha accusato l'esecutivo e in modo particolare Salvini di usare l'emergenza immigrazione per "nascondere l'incapacità a risolvere i problemi dei cittadini". "Ma io vorrei darvi un'informazione - ha urlato in Aula - la campagna elettorale è finita, siete al governo e ora dovete prendervi le vostre responsabilità".

A detta della Boldrini il salvataggio degli immigrati che naufragano in mare é un obbligo "previsto dal codice della navigazione e dalle convenzioni internazionali. Non farlo, voltarsi dall'altra parte equivale all'omissione di soccorso, equivale quindi a commettere un reato". Quello che ha omesso è che le Ong sono in combutta con gli scafisti per riempire le coste italiane di disperati e che molto spesso l'sos viene lanciato solo per frsi venire a prendere. "Impedire l'attracco alle navi che ottemperano al dovere di salvare le vite e invitare a non rispondere agli sos, istigano all'omissione di soccorso e mirano a scoraggiare i salvataggi - ha, tuttavia, continuato la Boldrini - voi mandate un messaggio chiaro alle navi nel Mediterraneo: se non volete problemi tirate dritto, fate finta di non vedere chi annega. Lei professor Conte - ha, infine, concluso la deputata di Leu - sta prendendo parte a una strategia che ha l'obiettivo di sovvertire il codice del mare, accrescendo le sofferenze di chi si avventura nella traversata, strategia cinica di cui lei, porta la responsabilità".

Commenti

Grazie per il tuo commento