Salvini: "Favorevole alla tassa sui robot"

Matteo Salvini a Radio24: "I robot devono aiutare i lavoratori e non sostituirli. Per questo sarei favorevole a introdurre una tassa sui robot"

Salvini: "Favorevole alla tassa sui robot"

"Assolutamente sì". Con queste due parole il leader della Lega, Matteo Salvini, intervistato a 24Mattino su Radio 24, ha aperto all’ipotesi di una 'tassa sui robot'. "Va benissimo la robotizzazione, ma se ci sono tre milioni di posti di lavoro a rischio, la robotizzazione la vogliamo governare e regolamentare? Il robot deve essere di aiuto allo sforzo umano, non deve essere una sostituzione dell’essere umano".

Il leader della Lega, che ieri ha visitato lo stabilimento di Amazon, afferma che sarebbe "favorevole a introdurre una 'tassa sui robot'. In Italia ci sono geni e ingegni, siamo all'avanguardia per i brevetti, ma il futuro va governato. E sarebbe opportuno che una parte dei maggiori utili fosse utilizzata per la formazione dei lavoratori. Il futuro va accompagnato, la globalizzazione lasciata libera diventa anarchia. Se riduciamo la tasse su famiglie e imprese sarebbe opportuno che una parte degli utili di impresa fosse reinvestito in formazione e per la tutela della salute dei lavoratori e per la protezione del territorio".

"Penso che occorra meno Stato in tanti settori - osserva Salvini - come nella sanità e nella scuola, mentre in altri settori serve più intervento pubblico, come nelle infrastrutture e nel settore bancario". Il leader del Carroccio spiega che "per esempio in Italia i conti correnti sono garantiti fino a 100mila euro mentre in Germania la tutela è illimitata".

Sulla proposta di tassare i robot interviene il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda: "Mettere le tasse sui robot è un’operazione suicida".

Commenti