Sanità, la Lega sfida Renzi: "Pronti allo sciopero fiscale"

I governatori del Carroccio minacciano il premier: "Se ha le palle, obblighi tutti ad applicare i costi standard"

"Se il governo pensa di tagliare anche un solo euro di spesa sanitaria al Veneto noi facciamo lo sciopero fiscale". Il governatore del Veneto Luca Zaia mostra i muscoli. E lancia una sfida a Matteo Renzi che, proprio in questi mesi, è alle prese con i tagli ai ministeri per soddisfare i parametri economici imposti da Bruxelles. Una sfida che è stata subito raccolta dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, anche egli pronto allo sciopero fiscale qualora "lo Stato taglierà i fondi alla sanità".

La Lega Nord è pronta a dare battaglia. Il messaggio lanciato dal segretario Matteo Salvini, ieri dal Monviso, è stato si troppo chiaro. Ha addirittura invocato i bastoni, "oviamente bastoni democratici, figurati, bastoni di gommapiuma e da passeggio". "Mi sono rotto di leggere ogni giorno di imprenditori, artigiani e padri di famiglia che si suicidano", ha scandito Salvini lanciando dalle sorgenti del Po la resistenza fiscale che il Carroccio ha in programma per il mese di novembre. "Dobbiamo toccarli anche sui portafogli e per questo mettere in atto alcune azioni di resistenza fiscale", ha continuato spiegando che anche i tagli sono tasse: "Se chiudi un ospedale è una tassa per il cittadino, che deve fare 50 chilometri per andare a farsi curare - sostiene - se chiudi una scuola è una tassa occulta". In prima linea, al fianco del leader lumbard, si sono subito schierati i due governatori leghisti che sono pronti allo sciopero fiscale per dare ai palazzi romani un segnale senza precedenti. "Se il governo pensa di tagliare anche un solo euro di spesa sanitaria al Veneto noi facciamo lo sciopero fiscale", ha minacciato Zaia in una intervista al Quotidiano nazionale. E a Renzi ha lanciato una sfida: "Se ha le palle approfitti della situazione, obblighi tutti ad applicare i costi standard. La siringa, lo stent, il pasto in ospedale devono costare ovunque la stessa cifra".

Secondo i governatori leghisti, lo Stato centrale è ostaggio degli spreconi e della mala gestione. "Renzi non applicherà mai i costi standard perché provocherebbe la ribellione del Sud - ha spiegato Zaia - non dei cittadini, ma della classe dirigente". Basta guardare i numeri sulla sanità per dargli ragione: ci sono quattro regioni meridionali con un buco di 5 miliardi di euro. "Sono quelle che spendono di più e curano peggio - ha continuato - tanto che i loro pazienti scappano". Se si guardano le tabelle dei costi si vede che nel Sud Italia una garza viene pagata anche il 620% in più. Laddove in Veneto il paziente resta mediamente sette giorni in ospedale, ci sono regioni che arrivano a ricoveri di trenta giorni. "Da noi ci sono un paio di primari di andrologia per 5 milioni di abitanti - ha fatto notare Zaia - altrove i primari sono 30". Questo è, appunto, l’emblema dell’inefficienza. Perché significa che non sono stati fatti investimenti nella diagnostica e nelle tecnologie. "Per uscire dalla crisi il Paese deve diventare virtuoso - ha concluso - bisogna dire a tutti che la pizza Margherita costa 5 euro. Non possiamo accettare che ci sia qualcuno che ci porta una ricevuta da 60 euro. Al Sud questo qualcuno è la stragrande maggioranza".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di graSS0checola

graSS0checola

Dom, 14/09/2014 - 12:53

una lega debossizzata, depontitizzata e deramattizzata per un nord startappizzato h24 seven to seven

giottin

Dom, 14/09/2014 - 13:10

Lo sciopero fiscale: L'UNICA, LA VERA, LA SOLA COSA GIUSTA DA FARE S U B I T O INCRUENTA ED EFFICACISSIMA. per il resto: bastoni, fucili, marce su Roma ecc. ecc. solo fanfaronate!!!! DITECI COME E QUANDO E NOI SIAMO PRONTISSIMI!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 14/09/2014 - 13:12

"Per uscire dalla crisi il Paese deve diventare virtuoso - ha concluso - bisogna dire a tutti che la pizza Margherita costa 5 euro. Non possiamo accettare che ci sia qualcuno che ci porta una ricevuta da 60 euro. Al Sud questo qualcuno è la stragrande maggioranza"....D'accordo!....Maroni e Zaia,abbiano anche il coraggio di aggiungere,per ridurre ulteriormente la spesa(senza ridurre la qualità),di togliere l'assistenza GRATUITA,a qualche milionata di persone,non ITALIANE,che non ne hanno diritto,se non per effetto del solito "buonismo" interessato...Che si provvedano di una forma assicurativa a LORO CARICO,o pagata dalle varie ONLUS,dal Vaticano,o dalle SEGRETERIE DEI PARTITI,da un "FONDO VOLONTARIO,alimentato,pagato da chi sostiene,tale "buonismo,...Vedrete quanti generosi!!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 14/09/2014 - 13:35

scommettiamo che le palle renzi non le ha! :-) uno di sinistra non le ha MAI avute, le palle!!! e neppure il cervello!!

luigi.muzzi

Dom, 14/09/2014 - 13:58

Si minaccia sempre li sciopero fiscale, ma poi c'è la fila in banca a pagare gli f24... a proposito di palle...

Duka

Dom, 14/09/2014 - 14:46

Non tagliare fondi alla sanità? Forse ma allora occorre trasformarla in un ente efficiente e non il paradiso della corruzione, del raccomandato o del figlio di... come è. A partire dal medico della mutua la sanità è un colabrodo. Come si fa a strapagare un passacarte 6000 Euro/mese? Uno che nella maggior parte dei casi è stato catapultato in sanità senza alcun concorso ma via "graduatoria" (una cosa inventata per la bisogna), punteggio universitario appena sufficiente e raggiunto non si sa come, nessuna specializzazione, ma raccomandato di ferro? Che cosa fa questo soggetto? propina medicinali e analisi a tutto spiano per garantirsi la clientela e svicolare le proprie deficienze, infatti con il referto dell'analista arriva pure la diagnosi: BELLA FATICA-

NON RASSEGNATO

Dom, 14/09/2014 - 14:51

Qui si curano gratuitamente cristiani cani e porci e ovviamente la spesa lievita. Si cominci a curare solo chi ne ha diritto e chi paga come fanno tutti gli altri paesi, e le risorse saranno sufficienti.

Angel7827

Dom, 14/09/2014 - 14:53

poveri leghisti, sono talmente sfigati che tentano di riciclare un' idea della santanchè...la prossima proposta da dove la tirano fuori, da uno spot dei cioccolatini?

vilo55

Dom, 14/09/2014 - 16:27

Ma esponenti della lega normali c'è ne sono? Salvini, Zaia, Maroni, BORGHEZIO , Buonanno quante braccia tolte all'agricoltura

Bellator

Dom, 14/09/2014 - 16:40

Ho inviato molti commenti a proposito di questa tassazione iniqua ed esosa,a cui siamo sottoposti, da tre Governi voluti dal Re del Colle,senza che il Cittadino ottenesse un c..zo!Questi quattro burattini che ci governano,tutti i parlamentari,dirigenti di alto livello,Magistratura,Presidenti di Regioni,Conosiglieri,le migliaia di Alti Funzionari delle Istituzioni,che sono in pensione,con le alte retribuzioni che ricevono,queste tasse maledette non creano alcun cambiamento al loro modo di vita dispendioso!!,ma milioni di Italiani,fanno la fame. Il Popolo Sovrano, come recita la Costituzione, per mandare in esilio questi membri di un Governicchio, decida di dare inizio ad uno sciopero fiscale;non pagando queste tasse da usuraio, art.1 Cost.ne, come sancito nel Processo di Norimberga, con la Condanna dei Gerarchi Nazisti, condannati perché ".le Leggi inique non vanno rispettate !!;rifiuto di pagare imposte su immobili che non danno reddito, terreni, case sfitte, prime case, seconde case per utilizzo familiare, Art.53 della Costit.ne ,CAPACITA' CONTRIBUTIVA,da questi sinistronzi sconosciuto,ma conoscono una inesistente Legge fiscale RETROATTIVA, perché era da applicare subito nei confronti del Cavaliere, ossessionati da questi,che la notte non riescono a dormire.

mila

Dom, 14/09/2014 - 17:39

Concordo con LuigiMuzzi -Bene lo sciopero fiscale (ma non solo per i tagli alla sanita'), pero' presto tutti saranno in fila per pagare PUNTUALMENTE la TASI e imposte simili; ricordo che le tasse su stipendi e pensioni vengono trattenute alla fonte.

husqvy510

Dom, 14/09/2014 - 17:48

Angel7827 seo un povero coglione

piantagrassa

Dom, 14/09/2014 - 18:39

LO SUPPLICO DA NON SO QUANTO......E FACCIAMOLO QUESTO SCIOPERO FISCALE!!!!! FORZA, FORZA!!!! luigi.muzzi purtroppo lei ha ragione, ci sono troppo pecoroni. Io non sono uno di quelli, l'F24 non l'ho pagato e che vengano a chiedermeli!!!!!!!! CI VOGLIONO LE PALLE!!!!!

Miraldo

Dom, 14/09/2014 - 18:45

Pienamente d'accordo con Salvini e i due governatori Leghisti Maroni e Zaia è arrivata la resa dei conti.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Dom, 14/09/2014 - 18:59

Bene cosi! Estendiamolo a tutta italia lo sciopero fiscale cosi vediamo se calano le tasse e si taglia dove si dovrebbe anziché nella sanità! Quante aziende sono sull'orlo del fallimento poiché non riescono a pagare le tasse?! Questo nessuno lo dice ma di certo non riguarda le coop rosse che hanno lauti finanziamenti dalla mafia rossa e tirano avanti alla faccia degli onesti poveracci.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:02

Cara Lega, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e i Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sivietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottus itá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:08

CARA LEGA, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sovietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottusitá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti! ... Lo sciopero fiscale é oggi l´unico mezzo pacifico per salvare il Paese dalla violenza di una rottura che la ottusitá dei politici italiani ancora non riescono a vedere ... Lo sciopero fiscale contro l´apparato pubblico aguzzino deve essere proclamato in tutto il Paese.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:17

CARA LEGA, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sovietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottusitá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti! ... Lo sciopero fiscale é oggi l´unico mezzo pacifico per salvare il Paese dalla violenza di una rottura che la ottusitá dei politici italiani ancora non riescono a vedere ... Lo sciopero fiscale contro l´apparato pubblico aguzzino deve essere proclamato in tutto il Paese.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:21

CARA LEGA, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sovietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottusitá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti! ... Lo sciopero fiscale é oggi l´unico mezzo pacifico per salvare il Paese dalla violenza di una rottura che la ottusitá dei politici italiani ancora non riescono a vedere ... Lo sciopero fiscale contro l´apparato pubblico aguzzino deve essere proclamato in tutto il Paese.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:23

CARA LEGA, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sovietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottusitá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti! ... Lo sciopero fiscale é oggi l´unico mezzo pacifico per salvare il Paese dalla violenza di una rottura che la ottusitá dei politici italiani ancora non riescono a vedere ... Lo sciopero fiscale contro l´apparato pubblico aguzzino deve essere proclamato in tutto il Paese.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:28

Ma che vuoi censurare se hai la zucca che non riesce nemmeno a capire che 2 + 2 = 4 ???

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:29

CARA LEGA, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sovietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottusitá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti! ... Lo sciopero fiscale é oggi l´unico mezzo pacifico per salvare il Paese dalla violenza di una rottura che la ottusitá dei politici italiani ancora non riescono a vedere ... Lo sciopero fiscale contro l´apparato pubblico aguzzino deve essere proclamato in tutto il Paese.

Il giusto

Dom, 14/09/2014 - 19:32

I soliti ventennali slogan leghisti!Nel decennio di governo assieme al pregiudicato abbiamo tutti visto cosa avete fatto!Avete ancora 1,5 milioni di elettori,vecchi esaltati ignoranti,che non spaventano nessuno!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 14/09/2014 - 19:33

CARO ZAIA LO SAI BENISSIMO CHE RENZI NON HA LE PALLE, SANITA' E SICUREZZA DOVREBBERO ESSERE GLI UNICI DUE CAPISALDI DELLE SPESE STATALI, QUI INVECE CI SON SOLO SPRECHI, ENTI INUTILI, E SOLDI BUTTATI VIA PER I CLANDESTINI, ORMAI SIAMO NELLA CACCA E SE ASPETTIAMO CHE IL GELATAIO CI SALVI....

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 14/09/2014 - 19:35

CARA LEGA, le tue ragioni sono giuste ma la tua visione di guardare solo al Nord é limitata, settaria e perdente. É un errore che hai fatto in passato e lo hai pagato caro. Tornare a ripeterlo é demenziale. É tutta l´Italia che deve essere liberata da un apparato "pubblico" di stile sovietico sopra la pelle delle fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani allo sbando senza futuro. L´Unione Sovietica ebbe la fortuna di avere un comunista di ampie vedute che si chiamava Gorbachov. Lui capí che per il bene della sua gente si doveva "liquidare lo stato parassita" e lo fece. Lo seguí la Cina e oggi sappiamo dopo 25 anni di aver avuto il coraggio di uscire dal totalitarismo della bassezza e aver creduto nella intelligenza e la intraprendenza dei singoli dove é arrivata. In Italia con una sinistra e una destra unite nel conformismo della ottusitá mentale e della vigliaccheria non c´é speranza. La speranza puoi essere tu se sai capire che la oppressine che affonda il Paese nell´inferno non lo soffre solo il Nord ma l´Italia tutta. Lega, coraggio apriti! ... Lo sciopero fiscale é oggi l´unico mezzo pacifico per salvare il Paese dalla violenza di una rottura che la ottusitá dei politici italiani e di queste mezze seghe che hanno occupato la informazione ancora non riescono a vedere ... Lo sciopero fiscale contro l´apparato pubblico aguzzino deve essere proclamato in tutto il Paese.

marcoghin

Dom, 14/09/2014 - 20:06

Bravo Presidente, vedrà che quell'eunuco di Renzi non riuscirà a combinare un bel niente! A proposito, chi lo ha votato? Chi lo ha messo lì? Un napoletano.......

fabrizio de Paoli

Dom, 14/09/2014 - 20:22

ERA ORA!!!! Va fatto ad oltranza e la prima cosa da ottenere è un referendum per l'indipendenza del Veneto. Una volta ottenuto lo chiederanno anche altre regioni, prime fra tutte la Lombardia. È l'inizio della fine per lo stato parassita.

Giorgio1952

Dom, 14/09/2014 - 20:27

La lega ha proprio sbroccato su tutto il fronte, sono pronti a prendere i bastoni per andare a Roma, ora sono pronti allo sciopero fiscale! Matteo Salvini che ha portato la Lega alle Europee del 2014 al 6,3%, quando alle precedenti aveva avuto il 10,2% dimezzando i voti da 3,2 a 1,6 milioni, arringa i quattro gatti alle sorgenti del Po sul Monviso : "Mi sono rotto di leggere ogni giorno di imprenditori, artigiani e padri di famiglia che si suicidano", Forse non ha letto La Stampa di oggi, dove Bepi Covre da Oderzo (Tv), un imprenditore ex sindaco della città e già parlamentare leghista, nei mesi scorsi si dichiarava renziano. Nell'intervista dice "Guardi, resto convinto che in questo momento sulla piazza non ci sia nessuno meglio di lui. Gli altri sono dei chiacchieroni : magari parlano bene ma sono chiacchiere e basta. Non sono credibili. Invece Renzi ci sta provando sul serio. Gli confermo tutto il mio appoggio per quello che ha promesso in questi pochi mesi di governo e per quello che riuscirà a fare. Si, l'ho persino votato alle Europee e sia chiaro che ho votato Renzi e non il PD. Se poi le cose coincidono sono problemi loro, per come la vedo io Renzi sta facendo uno sforzo enorme per far ripartire l'Italia. Gli faccio mille auguri perché mi sono amaramente convinto che governare l'Italia, non solo sia impossibile ma inutile." Faccio mio il pensiero di Bepi Covre, Renzi è l'ultima chance prima del commissariamento come ho già detto, se fallisce lui il prossimo premier sarà Mario Draghi. Per quello che riguarda la Lega mi sembra "much ado about nothing", la nota commedia shakespeariana, molto rumore per nulla a cominciare dal voler intitolare vie a Oriana Fallaci, che nasce comunista e finisce anti americana, dopo aver sempre dato ai meridionali dei "terroni", ora lancia l'offensiva al sud, così il Carroccio mette da parte i toni anti-meridionali e punta a diventare un vero movimento di respiro nazionale!!! Ma se volevano la legge elettorale ad hoc perché il loro bacino di voti è nella macro regione del nord, dove hanno perso (Cota) il Piemonte, hanno vinto per il rotto della cuffia in Lombardia grazie all'inciucio contro quel galantuomo di Ambrosoli, gli rimane il Veneto. Dopo averne dette di tutti i colori all'ex Cav, ora apre "Sì" a future alleanze, il messaggio forte e chiaro al leader di Forza Italia : "Berlusconi non può pensare di amoreggiare con Renzi dal lunedì al sabato e poi telefonare alla Lega la domenica". La coerenza, quando si dice essere tutti di un pezzo, uno volta almeno ce lo avevano duro!!!

partitaivan

Dom, 14/09/2014 - 20:43

Si certo sciopero fiscale, bene, fattibile e doveroso in un paese come il nostro. Peccato che poi quando finirai nelle grinfie di equitalia saranno caz.i acidi e allora vorro' vedere il politico di turno cosa fara' per aiutarti: nulla.

Angel7827

Dom, 14/09/2014 - 22:35

@husqvy510, il solo coglione sei tu, idiota, per 20 anni questi leghisti non hanno mai, mai, ottenuto niente, coglione, li hai fatti i conti, uomo di merda? Si sono spartiti i soldi e le poltrone come hanno fatto gli altri, coglione di merda, a questi infami, che bevevano l' acqua del po, fanno comodo gli stronzi cerebrolesi come te che ancora li votano, coglione...vota per i ladri verdi. Maroni invitò i cittadini a non pagare l'imu, ma poi, lui stesso andò a pagarla, lo sai questo, coglione senza cervello? Vota per chi è coglione come te, e mettiti il fazzoletto verde, segno universale dei coglioni.

eolo121

Dom, 14/09/2014 - 22:46

bravo zaia.. veneto indipendente come la scozia

eolo121

Dom, 14/09/2014 - 22:46

bravo zaia.. veneto indipendente come la scozia

giorgio solda'

Lun, 15/09/2014 - 07:23

Sanita' solo ha chi e' in regola . Non e' possibile che extra comunitari facciano arrivare dai loro Paesi , parenti e/o amici con permessi di soggiorno e/o turistici per farli operare nei nostri Ospedali (sanno come fare ) senza pagare nulla. Quanto a Renzi, le "palle" non le ha. Un ex DC che nella sua vita non ha fatto altro che parlare cosa pretendete che faccia o che dica.E' un bambino che ci "Governa", che barzelletta.Viva l'Italia.MARO' LIBERI SUBITO.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 15/09/2014 - 08:02

Tenuto conto del fatto che Lombardia e Veneto da sole "occupano" oltre un terzo del totale del Pil, se Maroni e Zaia vogliono passare dalle parole ai fatti ok, altrimenti fate come Renzi che è tutto chiacchiere e distintivo, che il pil non lo fa ripartire neanche con le cannonate. Se ne sono accorti perfino a Bruxelles di quanto parla e niente fa.. Direi che ultimamente ha incrementato le chiacchiere e sta studiando - nottetempo - nuove tasse. Ipocrisia la sua (niente altre tasse? Certo, ne ha già programmate molte prima delle elezioni europee e che entreranno in vigore a breve. Ma c'è chi fa finta di non saperlo..) allo stato dell'arte. In questo ha sonoramente surclassato il suo alleato del "patto del Nazzareno".