Se i gay non di sinistra non meritano rispetto

La mia sessualità non è una patente di identità ma un dettaglio della mia personalità.

Ho una formazione cattolica e di sinistra. Di gentiluomini nella mia giovinezza ne ho conosciuti diversi, tra questi Sandro Curzi e Piero Fassino. Poi negli anni leggendo Giuliano Ferrara e collaborando con il suo Foglio ho capito il tasso di ipocrisia del mondo culturale di provenienza. Mi ritengo un liberale e constato che se non stai dalla parte della «dittatura» culturale che conta, in Italia ti liquidano con sufficienza. La mia sessualità non è una patente di identità ma un dettaglio della mia personalità. Sono unito civilmente, sono cattolico e sono un elettore moderato che vota centrodestra. Posso avere lo stesso rispetto che viene riservato a chi vota a sinistra senza essere tacciato di essere «fascista», «xenofobo» e «guerrafondaio»? Il buon senso non è né di destra né di sinistra. Del resto Giorgia Meloni, che è prima di tutto una mia amica, la vogliamo liquidare come un fenomeno di destra? A me non sembra. A me pare una donna coraggiosa che su molti argomenti ha posizioni anti-convenzionali e affatto ideologiche. Come del resto Matteo Salvini. E di conseguenza i loro elettori.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 12/07/2020 - 17:36

bene. lo dica a quei babbei comunisti grulli, che odiano tanto berlusconi.... :-) io non li capisco! ma me ne faccio felicemente una ragione :-)

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 12/07/2020 - 17:37

Pierluigi Diaco? Santo subito...

Lugar

Dom, 12/07/2020 - 17:50

Premetto che non sono gay. Voglio però dire che l'attuale PD non ha niente a che vedere con la sinistra, ma è molto vicino alle grande finanza e alle banche, ne ha usurpato lo scettro, ha strumentalizzato i gay e ha aizzato contro i suoi deboli a chi non è d'accordo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 12/07/2020 - 18:05

En volant capita di seguire il programma di Diaco ... la sua specificità sta nel fatto che quando è in trasmissione lo noto come un "domus" ovvero fa il ruolo del momento e con professionalità quello di conduttore o moderatore a seconda il caso. Delle sue peculiarità "nun sacce niende" in quanto la sua vita privata m'è sconosciuta ... per il lavoro "chapeau".