Senato, cinque giorni di sospensione a Barani e D'Anna

L'ufficio di presidenza del Senato ha sospeso per 5 sedute i senatori Lucio Barani e Vincenzo D'Anna, entrambi di Ala, dopo i gesti osceni indirizzati alla senatrice Barbara Lezzi del M5S. Un giorno di sospensione ad Alberto Airola (M5S)

La sanzione è arrivata. I senatori Lucio Barani e Vincenzo D'Anna sono stati sospesi per cinque giorni ciascuno dopo i disordini scoppiati nella seduta di venerdì scorso, quando i due esponenti di Ala hanno rivolto nei confronti di una senatrice grillina, Barbara Lezzi, gesti ritenuti osceni e sessisti. Un giorno di sospensione per Alberto Airola (M5S). Lo ha deciso il Consiglio di presidenza del Senato. A renderlo noto, al termine della lunga riunione, è stata la capogruppo del gruppo Conservatori e Riformisti, Cinzia Bonfrisco. Il Consiglio di presidenza del Senato, dice il presidente del Senato Pietro Grasso, leggendo le sanzioni, "deplora fermamente le condotte poste in essere che hanno turbato l’ordine dei lavori. Da questo momento non sarà consentita alcuna deroga ai principi di correttezza" nello svolgimento dei lavori a palazzo Madama. Grasso ha lamentato come sia stata "minata l’autorevolezza" del Senato e che "la volgarità di alcuni gesti ed espressioni al di fuori di ogni regola di civiltà hanno offeso uomini e donne fuori e dentro le istituzioni". Comminata la sanzione della censura nei confronti del capogruppo M5S Gianluca Castaldi e nei confronti dell’intero gruppo della Lega nord.

"Finalmente si è ripristinata un po' di verità - ha detto la senatrice Lezzi - perché sia Barani che D’Anna in questi giorni hanno mentito spudoratamente. Si vede che in presidenza i video girati in Aula hanno dimostrato come stavano le cose, e che i gestacci sessisti denunciati non li avevamo certo immaginati. Noi ora, come gruppo parlamentare - prosegue la senatrice, al quinto mese di gravidanza - vorremmo superare questa vicenda, lasciarcela alle spalle, e tornare a lavorare perché la gente fuori da questo Palazzo e ha altre aspettative e esigenze".

"A noi diedero 10 giorni per l’ostruzionismo portato avanti in Aula - dice Paola Taverna, senatrice M5S - per una questione totalmente politica. Qui vedo che sono stati comminati 5 giorni di sospensione per uno squallore che di politico non ha nulla. Mi rimetto comunque alle decisioni della presidenza e attendo di ascoltare il questore Bottici per capire come è andata". Dai due senatori verdiniani sanzionati, prosegue, "mi aspetto scuse, dovute, quando rientreranno in Aula. Credo sia quanto meno opportuno porgere delle scuse, visto che oggi in presidenza è stata ripristinata la verità. Una verità negata nei giorni scorsi dai due" senatori.

"È una squallida rappresaglia contro il Movimento 5 stelle - tuona Airola - mentre su Barani e D’Anna sono stati pietosi. Mi hanno sospeso per un giorno, per avere detto cosa? Dato che non hanno neanche i verbali a dimostrarlo - prosegue - e a Barani e D’Anna hanno dato appena 5 giorni dopo che hanno mimato una fellatio? È una cosa gravissima. C’è uno squilibrio totale. La prossima volta - conclude provocatorio - faccio qualcosa di tanto eclatante da avere un anno di sospensione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ..italiaCinqueStelle

..italiaCinqueStelle

Lun, 05/10/2015 - 17:47

in un paese civile il posto giusto per taluni "soggetti" non sarebbe certo il parlamento, altro che sospensione... è anche chiaro perchè la CASTA DI REGIME vuole che siano nominati da pochi e non scelti dagli italioti

giovanni951

Lun, 05/10/2015 - 17:48

giá lavoran poco da quelle parti.....

Iacobellig

Lun, 05/10/2015 - 20:40

TROPPO SPAZIO A QUESTE DONNE SI È DATO. QUESTE NE SANNO E NE FANNO PIÙ DI QUANTO SI POSSA IMMAGINARE E VOGLIONO PASSARE COME DELLE VERGINELLE, SCANDALIZZANDOSI PER QUALCHE GESTO DATO COME RISPOSTA.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 05/10/2015 - 21:59

HAHAHAHA e poi al rientro dovranno presentarsi UDITE UDITE, ACCOMPAGNATI DAI GENITORI!!!lol lol In che paese BURLA VIVIAMO (VETE) lol lol Pace e bene dal Nicaragua.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 05/10/2015 - 23:13

Signora Barbara Lezzi non trova un po' ridicolo aver chiesto e ottenuto una esemplare punizione contro due suoi colleghi senatori?? Avrei capito se la richiesta fosse venuta da altra signora, non da lei. Vuole sapere il perché? Semplice, non trova anche lei assurdo oltre che ridicolo che la richiesta di sanzione venga da una fedele seguace di chi la ha fatta entrare in senato avendo come programma politico quello di mandare affanc..o tutti coloro che non la pensano come lui??? Invio comunque i miei omaggi a lei e a tutte le sue compagne e compagni "vaffanculisti"!

unz

Mar, 06/10/2015 - 00:00

offesi e offensori tutta gente inutile

Borbone

Mar, 06/10/2015 - 02:14

A mio modesto parere questi due I......i dovevano essere cacciati a pedate per il gesto ripreso dalle telecamere della TV nazionale, e quell'altro venditore di fumo a colori gli dovrei pagare il canone per farmi vedere questa indecenza, ma vergognatevi tutti B.......i!!!!!!!!!

Accademico

Mar, 06/10/2015 - 07:27

Questa gentaglia andrebbe "bannata" a vita, interdetta. Questi non sono uomini politici, legislatori. Sono, e non soltanto i due in argomento, ma nella maggior parte dei casi, avventurieri, ignoranti, dilettanti allo sbaraglio, disonesti, ladri. Gente che siede là unicamente per tornaconto personale. Ma li leggete o no i giornali?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 06/10/2015 - 13:05

Dopo il funerale di Ingrao, con pompe funebri a spese del contribuente, il Grasso ha preso in mano la situazione.