Signorini chiede scusa per il gelato della Madia: "Un gran brutto titolo"

Il direttore di Chi: "Riconosco l'errore ma il ministro non doveva offendersi"

Signorini chiede scusa per il gelato della Madia: "Un gran brutto titolo"

"Bisogna avere l’onestà intellettuale di riconoscere un errore, e io lo riconosco". Con queste parole il direttore di Chi Alfonso Signorini ha voluto chiudere stasera a Che fuori tempo che fa la polemica sul servizio che ritraeva il ministro alla Pubblica amministrazione Marianna Madia in auto mentre mangia un cono gelato. A finire nel mirino della sinistra il titolo allusivo Ci sa fare col gelato. Chiacchierando con Fabio Fazio e Massimo Gramellini, Signorini ha dichiarato "indifendibile" il titolo dell’articolo: "Il linguaggio del gossip è fatto di irriverenza, ma non si doveva offendere".

"Non posso difendere l’indifendibile, era un gran brutto titolo". Signorini ha risposto con sincerità e franchezza a Fazio che, durante la trasmissione Che fuori tempo che fa, gli chiede spiegazioni sul servizio del suo settimanale alla Madia. "In questi giorni - ha continuato il direttore di Chi - ho avuto modo di riflettere, ho sentito tanti commenti che parlavano di oscenità e sessismo". Ma Signorini ha assicurato che l'intento del servizio era "lontano da qualsiasi intenzione di offendere". "Il linguaggio del gossip è irriverente - ha continuato - io volevo e credevo di divertire ma dal divertimento al titolo sbagliato ce ne passa".

Infine, le scuse. "Se ho offeso qualcuno - ha concluso - sono pronto a chiedere scusa, alle donne e a chi si è sentito offeso da mio servizio".

Commenti