Sondaggio: cresce la Lega, sale il Pd e ora FdI allunga sul M5s

L'ultimo sondaggio Index fotografa i rapporti di forza tra i partiti: bene Carroccio, dem e Fratelli d'Italia. I grillini ancora in crisi

Sondaggio: cresce la Lega, sale il Pd e ora FdI allunga sul M5s

È il Partito Democratico la formazione politica che cresce più di tutte nell’ultima settimana, seguito da Lega Fratelli d’Italia e Forza Italia. Secondo il sondaggio realizzato da Index Research per l’ultima puntata di Piazzapulita – il talk show condotto da Corrado Formigli ogni giovedì sera su La7 – i dem salgono di tre decimi di punto rispetto alla precedente rilevazione; bene anche il Carroccio (+0,2%), mentre FdI e Forza Italia fanno registrare una crescita di un decimo di punto.

Venendo ai numeri del sondaggio, la compagine leghista capitanata da Matteo Salvini rimane saldamente la prima forza politica del Belpaese con il 24,2% delle indicazioni di voto. Oltre tre punti percentuali più in basso ecco il Pd di Nicola Zingaretti & Co., che arriva a sfiorare il 21%, fermandosi al 20,8% dei consensi.

Alle spalle del piddì non ci sono più gli alleati pentastellati di governo, bensì Fratelli d’Italia, che continua a crescere. Il report settimanale di Index, infatti, registra la formazione guidata da Giorgia Meloni al 16,3% dei favori. La crescita di FdI è esponenziale se pensiamo che alle Europee del maggio 2019 il partito prese il 6,5% e alle Politiche del 4 marzo 2018 il 4,4% dei voti.

Dunque, eccoci al Movimento 5 Stelle, in crisi di consenso. Il sondaggio conferma il “momento no” dei grillini, ormai crollati sotto al 16% delle intenzioni di voto. Secondo l’analisi, oggi come oggi, i Cinque stelle non andrebbero oltre il 15,8% alle urne.

Sale dello 0,1% Forza Italia di Silvio Berlusconi e gli azzurri si portano così al 6,2%. Nell’area di centrodestra rimane stabile all’1,4% Cambiamo! del governatore ligure Giovanni Toti. Mettendo dunque assieme i volumi dei quattro partiti di centrodestra, la coalizione arriva al 48,1% delle preferenze. L’attuale maggioranza giallorossa di centrosinistra, invece, si ferma al 43% dei consensi.

Dietro agli azzurri, secondo il sondaggio, si colloca La Sinistra con il 3,5%, mentre Azione di Carlo Calenda cede un decimo di punto, fermandosi allora al 3%. Sotto alla soglia del 3% c’è Italia Viva di Matteo Renzi, che si deve accontentare di un deludente 2,9%. Al 2% tondo-tondo +Europa di Emma Bonino e Benedetto Della Vedova, Europa Verde non va oltre al’1,8%, mentre tutte le altre liste intercettano il 2,1% dei voti.

L’ultimo dato del sondaggio è quello relativo all’astensione e all’indecisione: chi si professa indeciso o intenzionato a non recarsi alle urne è il 38,8% del campione rappresentativo della popolazione elettorale italiana.

Commenti