Striscione Regeni rimosso, M5S contro Fedriga: "Decisione vergognosa"

Polemiche sulla decisione del governatore del Friuli Venezia Giulia, che ha tolto lo striscione giallo per Regeni

Un momento del sit-in davanti all'ambasciata egiziana per chiedere la verità sulla morte di Regeni

Si è scatenata la bufera attorno alla decisione del governatore leghista del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, di togliere lo striscione giallo di Amnesty International, che chiedeva "verità per Giulio Regeni", il ricercatore ucciso in Egitto nel 2016.

Già ieri, Fedriga aveva commentato le critiche arrivate dai membri del Pd: "Malgrado non condivida la politica degli striscioni e dei braccialetti, non ho fatto rimuovere lo striscione per più di un anno per non portare nell'agone politico la morte di un ragazzo. Evidentemente questa sensibilità non appartiene a tutti e ad ogni occasione non si perde tempo per alimentare polemiche". Quella di ieri è stata, a detta del governatore, "l'ennesima pretestuosa provocazione, in conseguenza della nostra decisione di addobbare il palazzo per gli Europei under 21 che si tengono nella nostra Regione. Perfino la Uefa mi ha dovuto scrivere impaurita da sterili tormentoni che non fanno altro che strumentalizzare il dramma avvenuto".

Contro il governatore friulano si è abbattuto anche l'ex premier Enrico Letta: "Dopo la vergognosa decisione del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, ancora più forte la richiesta di verità per Giulio Regeni", ha scritto Letta su Twitter.

Duro anche il commento dell'ex presidente della Camera, Laura Boldrini: "L'Egitto continua a sabotare le indagini su sequestro, la tortura e l'omicidio di Giulio Regeni e la Lega che fa? Anzichè ritirare l'ambasciatore italiano a Il Cairo ritira lo striscione dal balcone della Regione Fvg che chiede verità per Giulio".

Ma Fedriga ora non deve fare i conti solamente con il Pd, ma anche con gli alleati di governo della Lega, i grillini che non sembrano per niente contenti della sua decisione.

"È incomprensibile la scelta del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia", ha detto il deputato Giulio Penna, che non condivide il gesto del governatore leghista, soprattutto "ora che il nostro Paese, anche attraverso l'istituzione di una commissione d'inchiesta parlamentare, si è stretto unanimemente attorno alla famiglia del ricercatore scomparso tre anni fa al Cairo". Il deputato si è anche augurato che Fedriga "possa tornare sui suoi passi: lo striscione è solo un simbolo, ma se la sua rimozione è sintomo di un disinteresse nella ricerca della verità sull'uccisione in terra straniera di un suo concittadino, è bene che Fedriga lo dica con chiarezza".

Altri deputati del Movimento 5 Stelle parlano di "scelta incomprensibile", dato che quello striscione rappresenta un'importante segnale di incoraggiamento a continuare le indagini sulla morte del ricercatore, ucciso in Egitto, per la cui morte si cercano i colpevoli da oltre 3 anni.

Dal canto suo, però, Fedriga non sembra intenzionato a tornare sui suoi passi: "Qualcuno vuole fare polemica a prescindere, vuole utilizzare quella vicenda da un punto di vista politico- ha detto il governatore- Io ho fatto una scelta chiara, quella di non portare nella mischia politica il dramma e la morte di un ragazzo. Mi sembra surreale che vogliano utilizzare il ragazzo in questo modo". Poi ha specificato la volontà di cercare la verità sul caso Regeni: "Credo che sia doverosa la verità e spero che la commissione d'inchiesta e il governo vadano avanti per ottenere la verità su quanto accaduto a Giulio Regeni. Mi auguro però che non sia l'unico caso che ha questa attenzione".

Da parte dei leghisti rimane ferma la convinzione per cui "non sarà uno striscione a farci trovare la verità su Giulio Regeni. Le polemiche di queste ore sono solo chiacchiere: i fatti invece dicono che il 30 aprile scorso abbiamo istituito una Commissione parlamentare d'inchiesta per cercare di fare giustizia, cosa che il Pd non ha fatto, a loro bastava evidentemente uno striscione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Ven, 21/06/2019 - 18:10

Purtroppo è toccato a noi. Dopo il disastro Serracchiani è arrivato il genio Fedriga, un personaggio talmente incompetente che certe volte dobbiamo ringraziare il cielo che non sia in grado di prendere decisioni serie, altrimenti farebbe sprofondare il Friuli nei bassifondi nazionali.

Amazzone999

Ven, 21/06/2019 - 18:12

Lo striscione dovrebbe essere portato a Cambridge. Nell'Università britannica vanno ricercati e smascherati coloro che hanno mandato, consapevolmente, al macello il povero Regeni, in primis il suo tutor islamico, la docente affiliata ai Fratelli Musulnani che lo aveva spedito allo sbaraglio in Egitto, un paese che aveva appena rigettato il disastroso governo estremista dei Fratelli Musulmani capeggiato da Morsi. Qui si deve trovare il bandolo del cold case Regeni.

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Ven, 21/06/2019 - 18:13

Premesso che la dipartita di un giovane è SEMPRE una tragedia, diciamo che il buon Regeni era in "odor di servizi". Quindi è chiaro che gli Egiziani non siano andati molto per il sottile e comunque è un rischio professionale. Un' orda di Compagneros contina a sfasciarci i cabasisi con questa storia, ma la verità "storica" è quella conosciuta, mentre la verità giudiziaria non si saprà mai.

Tip74Tap

Ven, 21/06/2019 - 18:15

Era ora che lo facessero

ESILIATO

Ven, 21/06/2019 - 18:21

Ben fatto....? non e' l'Italia il posto dove cercare la verita ma L'Inghilterra. Regeni e' stato un ingenuo che si e' fatto prendere in una rete piu grande di lui.

DIAPASON

Ven, 21/06/2019 - 18:31

con tutto il rispetto per la dolorosa morte di un figlio, personalmente arresterei i genitori e tutti quelli che hanno permesso ad un giovane ventenne anni di andare in un paese tribale incivile e senza democrazia, aggiungo inoltre che ancora non si è ben capito cosa faceva in Egitto

Cyroxy80

Ven, 21/06/2019 - 18:35

Non capisco cosa serva uno striscione sugli edifici italiani?? Metteteli sulle ambasciate italiane in Egitto; non siamo mica noi che dobbiamo ricordarlo. Ormai da 3 anni quelli striscioni sono appesi un po' dappertutto.. basta, avete rotto.. la verità la sanno tutti

newman

Ven, 21/06/2019 - 18:39

E' il Ministero degli Esteri che, per competenza, dovrebbe cercare di far luce sul caso Regeni, non la Regione Friuli Venezia-Giulia. Che la famiglia Regeni, poi, ammetta anche la leggeregga, l'ingenuitá e l'imprudenza di Giulio, spinto da ambienti politicamente interessati di Cambridge, a voler giocare col fuoco proprio in Egitto in un periodo delicatissimo di assestamento della presidenza del generale El Sisi.

Adirato98

Ven, 21/06/2019 - 18:52

Perché allora non appendere uno striscione per ogni Italiano ucciso in circostanze tragiche? Esistono forse morti di serie A e morti di serie B?

sparviero51

Ven, 21/06/2019 - 19:02

STUCCHEVOLE RETORICA CHE NON PORTA A NIENTE . OLTRUTTO SE LE È ANDATE A CERCARE PLAGIATO DA UNA IxxxxxxxE INGLESE . QUESTI ALLOCCHI PENSANO CHE IL MONDO FUNZIONA TUTTO COME L'ITALIA DOVE È PERMESSO TUTTO E IL SUO CONTRARIO . FUORI NON SCHERZANO !!!

Maura S.

Ven, 21/06/2019 - 19:04

Perché i genitori non si recano in Inghilterra e vanno personalmente ad incontrare la prof.sa dell'università di Cambridge, Islamica, affiliata ai fratelli musulmani. E lei che l'ha inviato al Cairo sapendo dei problemi che il giovane poteva incappare nel mescolarsi con certi personaggi considerando che la fratellanza e blacklisted dal governo egiziano.

mozzafiato

Ven, 21/06/2019 - 19:06

LEGIONE CRISTIANA alias EL PRESIDENTE alias ELKID (detto EL PIRL) non sai piu' dove sbattere la cocozza con questi nick ! Ovunque tu ti nasconda c'e'sempre qualcuno che ti scova... assessore che chiama i poliziotti SBIRRI ! Non ci vuole molto PIRL che tu sia stato un kompagno di collettivo di regeni e proprio per questo mi terrei lontano dalle piramidi: non si sa mai kompagno: la spira una brutta aria per i terroristi ed i loro simpatizzanti ...

mozzafiato

Ven, 21/06/2019 - 19:14

eccellente Fedriga !!!!Basta con questa ennesima ignobile pagliacciata politica ! Inutile ripetere qui la storia sciagurata di regeni: TUTTO QUESTO CASINO SOLO PERCHE' SCRIVEVA PER UN GIORNALE KOMUNISTA ! Hanno smosso mari e monti e abbiamo rischiato la rottura delle relazioni con l'Egitto per questo avventuriero anche grazie alla sciagurata magistratura che ci ritroviamo ! Se e'possibile lasciamolo riposare in pace e facciamola finita con le solite sciocchezze farsa dei no global e kompagnia brutta

Ritratto di navigatore

navigatore

Ven, 21/06/2019 - 19:17

una inutile vittima sull' altare del potere, mandato al macello in EGITTO, prassi consolidata dei compagni per creare vittime ed eroi...

mozzafiato

Ven, 21/06/2019 - 19:22

AMZZONE 999 mi permetto di ricordarti che regeni non solo ancora si porta addosso il sospetto di collusione con certi servizi segreti, ma che in Egitto AVEVA CONTATTI NEMMENO OCCULTI, CON I SINDACATI COLLUSI CON i terroristi Fratelli mussulmani ! Ovviamente nell'europa in via di islamizzazione, si omette accuratamente di dre la verita ' e cioe' che in egitto operano anche organizzazioni che piu' o meno legalmente, operano per contrastare il predetto terrorismo islamico: insomma di guai con i terroristi, laggiu' ne hanno gia' abbastanza procurati da quelli egiziani e quindi credo sia addirittura logico che hanno tolleranza zero con quelli stranieri.

HARIES

Ven, 21/06/2019 - 19:31

Intanto... cosa ha fatto il Governo precedente per il caso Regeni? Forse ci nascondeva qualcosa?

caren

Ven, 21/06/2019 - 19:32

La verità su Regeni, secondo me non verrà mai fuori, anche perché Regeni, non invitato da nessuno, andava in giro per Il Cairo a fare domande scomode e qualcuno lo aveva avvisato. E poi dice bene il Governatore, ovvero, non sarà uno striscione che ci farà scoprire la verità su Regeni.

mozzafiato

Ven, 21/06/2019 - 19:33

toh ! Si e'persino materializzata l'anima del letta nazionale per associarsi al coro di scemenze immediatamente all'opera e formato da komunisti e no global associati ! Piena e completa solidarieta'a Fedriga : avanti cosi' per domare il solito starnazzamento del solito petecchiume rosso intento ad elargire morali staliniste e maoiste radical chic "ai brutali manganellatori fassisti" !

paolo1944

Ven, 21/06/2019 - 19:39

Era ora che lo levassero, questa pagliacciata deturpa anche palazzo vecchio a Firenze, come se le indagini si facessero con i cartelli. Ma questa perseveranza deriva dal fatto che era un "repubblichino", nel senso del giornale. Se era un collaboratore del Giornale o uno di destra era già tutto scordato da anni. La sinistra non molla mai, ricordiamocelo.

lawless

Ven, 21/06/2019 - 19:40

lo striscione non lo riporterà in vita. Dovrebbero metterlo gli inglesi visto che sono stati loro a gestire le sue attività in egitto e non lo stato italiano che ha già fatto quello che poteva. Certo, dispiace e molto ciò che gli hanno fatto però, anche se a malincuore, bisogna prendere atto che il ragazzo ha scelto di sua volontà di dedicarsi alla "ricerca" assegnatagli dall'istituto che frequentava.

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 21/06/2019 - 19:40

Hanno rotto le palle con questo Reggeni

vale.1958

Ven, 21/06/2019 - 19:42

Che palle. Non se ne può più di Regni e anche basta, ma che lavoro bby hanno alle spalle i genitori per rompere i cxxxxxxi..... Da anni.

hectorre

Ven, 21/06/2019 - 19:45

si, appunto...verità su regeni...chi era veramente, cosa stava facendo in egitto, per chi stava lavorando....ingenuo o al soldo di qualche intelligence???.....curiosare in un paese che è politicamente instabile è molto rischioso......purtroppo i morti che sono vicini alla sinistra sono più morti degli altri....chi non è allineato muore e viene dimenticato o addirittura additato come mercenario e infamato....Fabrizio Quattrocchi, per non dimenticare......................

Savoiardo

Ven, 21/06/2019 - 19:54

All'estero si rispettano le leggi del Paese ospitante.

Loher77

Ven, 21/06/2019 - 19:55

Non è uno striscione che si arriva alla risoluzione del problema. Allora perché non mettiamo lo stesso striscione su tutti i palazzi? E perché non ci sono striscioni per la ragazza volontaria rapita in Africa di cui non si sa più nulla? Polemiche sterili soprattutto si sinistra che non hanno fatto nulla come al solito. Sanno solo fare striscioni... imbarazzanti.

Yossi0

Ven, 21/06/2019 - 19:55

purtroppo uno striscione tenuto un anno non ha risolto il problema e non giustifico la morte atroce di quel povero ragazzo; forse allargare le indagini anche dalle parti di Sua Maestà per capire chi lo ha mandato, e se una ricerca sugli ambulanti egiziani era oggetto di studio molto importante o faceva parte di un piano prestabilito per inquinare i rapporti con l'Egitto, l'immagine del suo presidente dopo la scoperta d'importanti giacimenti di gas e petrolio.

pushlooop

Ven, 21/06/2019 - 20:14

Vorrei uno striscione anche per gli innocenti massacrati in casa loro dalle bande di rapinatori slavi, magrebini e zingari...ah no, la giustizia in questo paese funziona solo per gli amici del PD

carlottacharlie

Ven, 21/06/2019 - 20:17

Regeni, come tanti, è andato in Egitto di sua volontà affidandosi ad un islamico e non si è informato dei rischi cui poteva incorrere, proprio come quelli che s'inguaiano senza riflettere scalando monti e valli ed ecc... Cosa c'entriamo noi con le volontà personali? Se decidi di andare alla ventura devi mettere in conto possa succederti qualche guaio e, io personalmente, non mi sento responsabile degli irresponsabili. Credo sia ora di finirla con striscioni cartelli ed ammennicoli vari tanto per creare scompiglio.

Trinky

Ven, 21/06/2019 - 20:25

Dite alla Boldrini cos'hanno fatto in tanti di governo i suoi kompagni di partito oltre che esporre questi striscioni.... A parte che la stessa Boldrini dovrebbe spiegarci cosa ci facesse questo in quei luoghi....

Ritratto di DVX70

DVX70

Ven, 21/06/2019 - 20:33

Era ora !! Grazie Fedriga.

Ritratto di scaligero

scaligero

Ven, 21/06/2019 - 21:05

A questo punto la famiglia Regeni dovrebbe farsene una ragione. Vuole forse che l'Italia dichiari guerra all'Egitto per avere "la verità"? Non sarebbe stato meglio che, ben sapendo in quale marasma si andava a ficcare il figlio lo avessero sconsigliato di recarsi in quel Paese insicuro per fare indagini contro il Potere ? Comprendiamo il loro dolore ma siano obiettivi !

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Ven, 21/06/2019 - 21:53

Prima di questo Regeni, (che sia andato in Egitto per vedere le piramidi?) ci son tante altre verità ITALIANE che aspettiamo di conoscere, molto antecedenti....

VittorioMar

Ven, 21/06/2019 - 22:01

..se si accontentano di uno striscione al posto della VERITA'...che dovrebbero chiederla ai Sevizi Inglesi...!!

Klotz1960

Ven, 21/06/2019 - 23:04

Ma a che livelli siete scesi? Uno striscione in prima pagina, e per 3 giorni? Ma che Paese rappresentate e proiettate? Ma nemmeno nel Terzo Mondo.

vottorio

Ven, 21/06/2019 - 23:38

Se tanto mi da tanto: perché non mettere un certo numero di striscioni a Siena per David Rossi assassinato (defenestrato) dai comunisti?

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Ven, 21/06/2019 - 23:42

Visto che Fedriga ha fatto trenta, faccia trentuno e tolga anche le bandiere EU. Io sono recentemente andato in Polonia e nella Repubblica Ceca, e sugli edifici pubblici non se ne vede una a cercarla col lanternino.

razzaumana

Sab, 22/06/2019 - 00:10

...ma,davvero pretendete che il Presidente egiziano "confessi" le sue colpe? E' andata cosi'.Basta.E'tutto chiaro.Gli Egiziani han preso "lucciole per lanterne".Il povero Regeni s'è mosso - molto - "IMPRUDENTEMENTE" su argomenti delicati.....Pace all'anima sua.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 22/06/2019 - 00:11

Ma la conoscete la storia? Chi ce lo ha mandato quel povero ingenuo imbottito di propaganda rossa a sfrugugliare negli affari dei sindacalisti portuali egiziani? Ma vi rendete conto dell'aria che si respira in un paese perennemente sull'orlo di una guerra civile, che cerca di difendersi dall'integralismo musulmano, quello peggiore?

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 22/06/2019 - 00:13

DIAPASON si è capito, si è capito benissimo...

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Sab, 22/06/2019 - 07:29

Questi allocchi di sinistra pensano di risolvere tutto con striscioni, braccialetti, girotondi e gessetti colorati. Poverini, sono malati di infantilismo terminale.

carlo19361

Sab, 22/06/2019 - 07:53

questi signori che nella vita non hanno nulla da fare è ora di vergognarsi e cercare di fare cosa utile per il paese non cortei politici che hanno stancato la gran parte dell'opinione pubblica che lavora e non ha sciocchezze per la mente.

moichiodi

Sab, 22/06/2019 - 08:08

Gli striscioni era validi solo per i marò.Il Tempo a Roma lo ha esposto per anni. E il giornale ce lo ricordava con due o tre articoli al giorno.

dagoleo

Sab, 22/06/2019 - 13:48

non uscirà fuori mai nulla. e se ne rimandate un altro a fare le stesse cose finisce allo stesso modo. comunque non preoccupatevi, non saremo noi a cambiare il sistema egiziano, fra non molto il sistema egiziano sarà anche il nostro.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 22/06/2019 - 14:02

molti italiani dimenticano che andare in un paese straniero per esercitare pressioni politiche con domande scomode ed inopportune comporta inevitabilmente pericoli anche gravi sui quali non nessuna autorità straniera puo e non deve indagare. la stessa cosa sarebbe successa anche in francia (caso ustica) e in chiss quanti altri stati italia compresa: ai servizi non si deve mai fare insensati dispetti e tanto meno lanciare sfide inopportune: lo sanno anche i bambini, possibile che non lo sapesse un adulto?? possibile che non lo capiscano i suoi genitori??

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 22/06/2019 - 14:05

letta?? un povero incosciente! non si rende conto che in certi paesi non si va a fare domande che non devono essere fatte!

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 23/06/2019 - 06:49

Letta e' quel fenomeno di intelligenza a cui dobbiamo la Kyenge. E ancora ha il coraggio di parlare.