Stefania, l'imprenditrice entrata in politica nel '94

Stefania, l'imprenditrice entrata in politica nel '94

Due volte ministro, 7 volte deputata, un solo partito: Forza Italia. Dovesse sintetizzarsi in cifre la carriera politica di Stefania Prestigiacomo sarebbero questi i suoi numeri. Con l'aggiunta di uno, il 28, gli anni che aveva quando nel 1994 ha varcato per la prima volta la soglia di Montecitorio da deputato.

Siciliana di Siracusa, 52 anni, sposata col notaio Angelo Bellucci, la Prestigiacomo proviene da una famiglia di imprenditori aretusei. Con un occhio alla politica, visto che lo zio Santi Nicita (marito della sorella del padre, ndr) a metà degli anni '80 è stato presidente della Regione siciliana. Vicina inizialmente alla Dc, Stefania Prestigiacomo a 22 anni è presidente dei Giovani imprenditori di Siracusa. Il debutto in politica nel 1994, con la nascita di Forza Italia. Alle elezioni di marzo la Prestigiacomo viene eletta nelle quote proporzionali azzurre. Rieletta nel '96 nel collegio uninominale, e poi ancora nel 2001. Il 2001 è l'anno della svolta: a 34 anni Silvio Berlusconi la sceglie per guidare il ministero delle Pari opportunità, incarico che tiene sino al 2006. È stata uno dei ministri più giovani della Repubblica. E alla fine del 2001 nasce suo figlio, Gian Maria. Cambiato il governo viene rieletta alla Camera sia nel 2006 sia nel 2008. E nel 2008, premier ancora Berlusconi, diventa ministro dell'Ambiente, incarico che avrà sino al 2011. Numerose le sue battaglie, specie alle Pari opportunità, a favore delle donne. Sempre in Forza Italia (e nelle varie declinazioni che ci sono state nel tempo, Casa delle Libertà e Pdl) ma qualche volta in contrasto con la linea del partito. In passato è accaduto, per esempio, con il referendum sulla fecondazione assistita. Rieletta nel marzo scorso, sempre in Sicilia, è vicepresidente della commissione Bilancio.

Commenti