"Al Sud i nuovi casi in crescita velocissima. Gli ospedali lombardi ora senza problemi"

Roberto Battiston, fisico di fama mondiale, studia l'andamento del contagio "In Lazio e Campania i ricoveri supereranno quelli della prima ondata"

L'epidemia che fa tremare i polsi alla Sanità si è trasferita al Centro-Sud. Roberto Battiston, fisico di fama internazionale e autore del libro La matematica del virus, legge i suoi grafici e spiega che, per misurare la nuova ondata epidemica, zeppa di asintomatici, bisogna concentrarsi sulla gente che finisce in ospedale. E snocciola numeri che rivelano come Campania e Lazio siano già ai limiti della sofferenza.

Nella terra del governatore Vincenzo De Luca le terapie intensive sono già la metà di quelle registrate nel periodo buio della prima ondata. E la situazione è in continua crescita. «In un mega-festeggiamento calcistico a Napoli a fine giugno sono state violate tutte le regole di distanziamento spiega Battiston . È possibile che questa sia la causa prima di una serie di focolai incontrollabili i cui effetti esponenziali si vedono dopo mesi».

Nel Lazio, invece, le persone in terapia intensiva sono a quota 57, un terzo di quelle della prima ondata che avevano raggiunto il picco a 190. «Qui la pandemia supererà la prima a livello di ospedalizzazione commenta l'esperto . Il numero degli infetti è alto, il ritmo di crescita è velocissimo e per ora non c'è alcuna traccia di un possibile rallentamento». Non è messa meglio la Sardegna dove i ricoveri sono pari a quelli raggiunti al massimo della prima fase (150) e si contano già 30 intensive. In Sicilia sono circa 600 in ospedale e 40 casi gravi. Ma non è stato ancora raggiunto il picco.

Altro scenario è quello del Nord, dove, dice l'esperto « il Covid oggi è meno pericoloso, nove persone su dieci si fanno la malattia a casa». I numeri in crescita degli infetti hanno di fatto rivelato una realtà che era rimasta sommersa nella prima ondata dove i tamponi erano per lo più riservati a chi veniva ricoverato. Oggi invece lo screening rileva i casi lievi che vengono gestiti con il confinamento a casa. «Per la società, i tanti in quarantena sono un grande problema aggiunge il fisico - ma dal punto di vista sanitario è un enorme vantaggio: il tracciamento dei focolai ha reso inoffensivi anche molti degli asintomatici. Questo è un segno di una seria gestione della pandemia». Certo, se i numeri diventano grandissimi allora il problema può diventare drammatico. «È necessario limitare una crescita eccessiva dei contagi. Occorre dare una stretta sul rispetto delle regole».

Intanto però, quei circa mille nuovi contagi rilevati in Lombardia non sono confrontabili con i mille positivi registrati a marzo scorso, quando i tamponi si facevano principalmente a chi finiva in ospedale. Oggi, infatti circa 900 sono paucisintomatici, solo 30-40 sono ricoverati e 4-5 in intensiva. «In generale spiega il fisico - l'aumento in Lombardia di chi finisce in ospedale è particolarmente lento, le intensive sono limitate al 10 per cento. In generale i ricoveri sono circa 500 contro i 15mila del periodo terribile. E per ora gli ospedali lombardi non hanno problemi. Più duro è l'impegno per il tracciamento e l'isolamento domiciliare che pesa per le interruzioni delle attività professionali ed economiche».

Anche in Veneto la crescita di ospedalizzazione è almeno dieci volte più lenta del passato: oggi le intensive sono intorno al 10 per cento mentre in passato hanno raggiunto anche il 40 per cento dei ricoveri. L'intensità dell'epidemia è sotto controllo: crescono i ricoveri e la situazione al momento è impegnativa ma gestibile. Stessa condizione per l'Emilia-Romagna. In Toscana, invece, nella fase 1 i ricoveri erano circa 1350 e le intensive circa 270: oggi i numeri sono rispettivamente circa 200 e 20.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 11/10/2020 - 10:15

COLPA DEI CLANDESTINI CHE IL GOVERNO FA SBARCARE, SCAPPARE E FAR DIFFONDERE IL VIRUS. FATE ARRESTARE IL MINISTRO DEGLI INTERNI E DELLA SALUTE, MOVIMENTO 5 STELLE QUELLO ANTI CASTA MANDA A CASA CONTE E SALVATE DAL BARATRO I VOSTRI FIGLI, NON SVENDETELI ALLA DITTATURA DISUMANA NEOLIBERISTA. VERGOGNA M5S AVETE TRADITO IL POPOLO E VOI STESSI

cgf

Dom, 11/10/2020 - 10:19

Con l'aumento dei contagi e terapie intensive allo stremo in Lazio, Conte si trasferirà in Lombardia perché se si ammalerà lui, come faremo ad andare avanti proprio adesso che sta scrivendo il manuale?

xgerico

Dom, 11/10/2020 - 10:23

@Dragon_Lord-Dom, 11/10/2020 - 10:15- ma in Francia e Spagna non ci sono sbarchi eppure i contagio sono 20 volte di più di noi! Come lo spieghi?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/10/2020 - 10:23

@Dragon_Lord - sono pienamente d'accordo, andrebbero arrestati.

Gianca59

Dom, 11/10/2020 - 10:49

Ma che dice questo.....Il problema della Campania è stato il festeggiamento della coppa ???? E in Sicilia, Puglia, Sardegna, Lazio ? Li non hanno festeggiato nulla...O vuol dirmi che sono stati i campani a portare il covid nel resto d' Italia ? Nel frattempo milioni di turisti hanno girato l' Italia e quelli non hanno portato il covid, se lo sono preso e basta ? Ma per favore gia ne abbiamo abbastanza di spara teorie, che questo pensi alla fisica e si ingegni per inventare qualcosa.....

sarascemo

Dom, 11/10/2020 - 10:56

xgerico Dom, 11/10/2020 - 10:23 la seconda ondata COVID ha anticipato di pochi giorni quella che sarà l' esplosione in Italia, speriamo di no, a causa del periodo di 14 gg di incubazione che è stato accertato. Il dramma è al sud perchè si sono allentate gaiamente le linee guida in precedenza imposte e applicate nei confronti della popolazione, in ragione del turismo e dell' agricoltura. L' immigrazione clandestina sfugge al SSN e quindi è una fonte imprevedibili e sfuggente del dilagare dell' epidemia, che nei paesi magrebini e in quelli asiatici (Pakistan, India, Iran...) è molto diffusa e non contrastata.

elpaso21

Dom, 11/10/2020 - 10:57

"l'isolamento domiciliare che pesa per le interruzioni delle attività professionali ed economiche": non se vai in smart working.

sarascemo

Dom, 11/10/2020 - 11:09

cgf Dom, 11/10/2020 - 10:19 a marzo dei malati sono stati trasferiti persino in Germania, è intervenuta la Brigata Sanitaria Russa e i medici cinesi di Wuan, non dimentichiamocelo. Non dimentichiamoci delle critiche alla realizzazione del centro COVID in Fiera a Milano e degli idioti che hanno voluto specularci sopra. Italia, una razza, una faccia.

sarascemo

Dom, 11/10/2020 - 11:14

concordo, in smart working ho firmato contratti per cifre importanti e svolto l' attivita ordinaria. Purtoppo è stato diverso il caso di chi con bambini in lockdown doveva svolgere l' attività lavorativa senza contare sull' aiuto degli asili e delle scuole. La sospensione dell' attività lavorativa è stata cosa buona e necessaria.

xgerico

Dom, 11/10/2020 - 11:14

@sarascemo-Dom, 11/10/2020 - 10:56- Scrive:Il dramma è al sud perchè si sono allentate gaiamente le linee guida in precedenza imposte e applicate nei confronti della popolazione, in ragione del turismo e dell' agricoltura......... A Ieri leggo che i dati sono peggio al Nord, li il "gaiamente" lo hanno festeggiato ancor meglio?

ruggerobarretti

Dom, 11/10/2020 - 11:16

I fantomatici ricoveri in Campania sono stati smentiti dai diretti interessati. Quanto meno trattasi di persone praticamente sane che in ospedale non dovrebbero proprio andare.

Indifferente

Dom, 11/10/2020 - 11:18

Ognuno la racconta come vuole. Una regione vuole apparire virtuosa con pochi casi ed ospedali vuoti? Lascia gli infetti a casa e si limita a contare guariti e decessi (che poi classifica come le pare). Un'altra vuole battere cassa? Satura gli ospedali e chiede lo stato di super emergenza. Una vuole attirare turismo? Nessun caso o quasi dichiarato (solo influenze e polmoniti di stagione), locali aperti, nessuna restrizione. Un'altra punta sulle industrie? Tutti in casa tranne operai e studenti...La verità? Ve la potete scordare..

jaguar

Dom, 11/10/2020 - 12:01

Al Sud si possono consolare con le molte eccellenze sanitarie presenti, magari piene di formiche o altro.

sarascemo

Dom, 11/10/2020 - 12:39

xgerico Dom, 11/10/2020 - 11:14 al nord abbiamo avuto Capitan Spritz in trasferta a Legnano a fare il predicozzo pro mascherina, con relativi assembramenti. A Napoli c' era De Luca, ma non mi sembra che lo abbiano ascoltato.

xgerico

Dom, 11/10/2020 - 13:17

@sarascemo-Dom, 11/10/2020 - 12:39- Si In fatti i dati danno ragione, indovina a chi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/10/2020 - 13:39

@xgenerico - vuoi sostenere che i clandestini sono tutti immuni? Ahhh, quando la filosofia comunista annebbia i lcervello. Allora, portal ia casa tua, non dovresti avere problemi. O per voi comunisti devono farlo gl ialtri, forzatamente? Siete peggio di una dittatura.

xgerico

Dom, 11/10/2020 - 15:59

@Leonida55-Dom, 11/10/2020 - 13:39- Vedi ti intrometti rispondendo con fischi per fiaschi, non sapendo neanche di cosa stavano argomentando!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 11/10/2020 - 16:21

Non discuto quanto dice il fisico di fama mondiale, ma a me ignoto. Che poi i ricoveri supereranno quelli della prima ondata l’avevamo capiti da soli.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 11/10/2020 - 17:25

Gli Ospedali lombardi sono senza problemi. Il problema vero è creato dalla crescente immigrazione senza controllo

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 11/10/2020 - 17:43

Gli Ospedali lombardi sono senza problemi. Ma questa volta i problemi li abbiamo nel meridione, particolarmente in Campania.

xgerico

Dom, 11/10/2020 - 17:55

@02121940-Dom, 11/10/2020 - 17:43- A 80 anni ti sei messo a fare il ministro della sanità?