Terrorizzati dalla crisi: il silenzio 5s

In caso di elezioni grillini spazzati via. Parla solo Fico che si appella al Quirinale

I marittimi bloccati in Cina, Chico Forti, i nostri militari all'estero e un bacio sulla guancia dalla fidanzata a Capodanno. Luigi Di Maio ci mostra frammenti della sua vita e per il resto parla solo di Esteri, mentre là fuori Giuseppe Conte e Matteo Renzi incrociano le spade. E pensare che a lungo era stato accusato di snobbare i dossier del suo ministero perché troppo concentrato sulle faccende della politica interna. Anche Vito Crimi, ancora reggente del M5s, lascia perdere le minacce dei renziani e le repliche di Palazzo Chigi. E allora c'è il terremoto in Croazia, il Covid e il cordoglio sacrosanto per la morte in servizio di un Vigile Del Fuoco. Ma niente di niente sulla crisi nel governo. Eppure i Cinque Stelle si trovano in maggioranza non per una curiosa coincidenza. Sono il partito più rappresentato in Parlamento e il loro fondatore e nume tutelare, Beppe Grillo, ha voluto fortemente questo esecutivo con il Pd. Non solo. Conte, il premier camaleonte, prima gialloverde e poi giallorosso, è stato indicato proprio dal Movimento. Gli stessi grillini lo avevano scelto come ministro della Pubblica Amministrazione in un fanta-governo monocolore stellato. Lui infatti, il 4 marzo 2018, festeggiava l'exploit alle elezioni politiche di Di Maio e compagni tra abbracci e brindisi al quartier generale. Nulla da fare. I grillini restano alla finestra. Paralizzati dalle convulsioni della politica, impantanati in una serie di divisioni e partite interne che impediscono di prendere qualsivoglia posizione. Perfino Alessandro Di Battista si tiene alla larga dalle grane. Sui social si limita a condividere gli articoli che scrive per il sito Tpi. Tra una critica a Mario Draghi e un'invettiva contro i Benetton, Dibba comunque non si butta a pesce nella crisi di inizio anno. Muti i ministri e i capigruppo. Davide Casaleggio è assorbito dalle trattative per il «contratto di servizio» tra Rousseau e il M5s.

Un segnale di vita arriva da Roberto Fico, presidente della Camera. In un'intervista a La Stampa Fico non dismette i panni della terza carica dello Stato e avverte: «Una crisi sarebbe incomprensibile e disastrosa». Quindi rilancia «l'appello alla responsabilità e allo spirito costruttivo del presidente Mattarella». L'unica certezza nella babele grillina sembra proprio la fiducia nelle mosse del Quirinale. La scelta obbligata è votarsi a Mattarella. Di Maio fa sapere di volersi affidare con devozione al presidente della Repubblica in caso di crisi. Lontani i tempi in cui l'allora leader del M5s chiedeva l'impeachment per il capo dello Stato. Il riferimento al Quirinale, però, viene interpretato dalla fazione contiana dei Cinque Stelle come un modo per non prendere le difese di Palazzo Chigi nella contesa con Renzi. Insomma, Di Maio è preparato a ogni evento. Compreso un governo guidato da Mario Draghi. Il ministro degli Esteri ha incontrato l'ex presidente della Bce il 24 giugno scorso, scatenando già in quei giorni la ridda di sospetti nel M5s più vicino a Conte.

Il Movimento, spaccato tra contiani e dimaiani, è unito solo da un collante. L'urgenza di evitare come la peste il ritorno alle urne. Che vorrebbe dire seggi dimezzati e parlamentari in cerca di occupazione. Ma, soprattutto, le elezioni anticipate falcidierebbero un'intera classe dirigente, impossibilitata a ricandidarsi in virtù del limite del doppio mandato ancora in vita. Tutti a casa. Da Di Maio a Crimi a Bonafede. Nessuno di questi big dovrebbe candidarsi per l'organo collegiale che guiderà il M5s. E molti parlamentari temono un'altra votazione farsa, con un pacchetto di nomi da convalidare su Rousseau con un plebiscito. L'obiettivo è mettere in sicurezza un M5s scosso dalle tensioni degli ultimi mesi. Anche se un Conte con le mani libere potrebbe sovvertire di nuovo gli equilibri interni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Duka

Dom, 03/01/2021 - 10:13

Quello in foto è il FICO quello che presenzia all'alzabandiera con le mani in tasca!!!!!

leopard73

Dom, 03/01/2021 - 10:23

Perdono la PAROLA quando sentono che la poltrona che hanno sotto il cxxo traballa!!!! Come il loro capo il Grillo parlante ZITTO da parecchio TEMPO!...

Ilsabbatico

Dom, 03/01/2021 - 10:35

La poltrona traballa....ma loro resistono...

Ritratto di COVìPDdì..

COVìPDdì..

Dom, 03/01/2021 - 10:44

sono il PEGGIO DEL PEGGIO di una CASTA POLTRONARA INETTA AUTOREFERENZIALE

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Dom, 03/01/2021 - 10:47

Il più grande bluff della storia politica italiana. D'altronde cosa aspettarsi da un movimento di incapaci guidato da un capo comico.

SemprePiùBasito

Dom, 03/01/2021 - 10:48

Fico ... una nullità in questo Governo e che non inizi a fare il vittimosmo che proprio non serve. Di queste figure ne abbiamo le scatole piene. Un consiglio, invece della politica si desse all'agricoltura. La poltrona la perdete di sicuro perchè avete dimostrato la vostra inconcludezza e il poco rispetto di Nazione.

Savoiardo

Dom, 03/01/2021 - 10:50

Ma non erano Fico e c. che volevano l' impeachment per Mattarella ?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 03/01/2021 - 10:50

Avere pietà dei poveri cittadini no vero? Col reddito di cittadinanza avete ridotto l'Italia ad un lazzaretto,un poltronificio. A voi dei 5s le poltrone fanno comodo e di riflesso a tutti quelli che percepiscono il rdc;questi non si degnano di battere ciglia dalle comodità del loro divano per trovare un lavoro...dimenticavo i navigator navigano alla deriva vero?

ItaliaSvegliati

Dom, 03/01/2021 - 10:52

Se stava zitto faceva meglio, copiare i compiti dal peggiore poi....

marzo94

Dom, 03/01/2021 - 10:56

Questi individui devono tornare a fare i parcheggiatori abusivi, hanno già fatto danni irreversibili per pappare qualche prebenda. Il peggior movimento politico di tutti i tempi, in tutto il mondo.

Gasparesesto

Dom, 03/01/2021 - 11:10

Credo comunque che Draghi non si presti a far da traghettatore/esecutivo per c.a. un annetto . Sarebbe veramente sprecaree una risorsa che potrebbe essere utile come candidatura per il post- Mattarella al Quirinale.

claudioarmc

Dom, 03/01/2021 - 11:13

Questi buffoni senza né arte né parte temono di ritornare in mezzo ad una strada li da dove sono partiti

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 03/01/2021 - 11:23

Paura marcia di doversi reinventare, appena tornati a casa.

batpas

Dom, 03/01/2021 - 11:29

ma sono furbissimi: hanno capito che se parlano fanno danni e allora qualcuno gli ha imposto il silenzio.

killkoms

Dom, 03/01/2021 - 11:44

gli toccherebbe andare a lavorare!

DRAGONI

Dom, 03/01/2021 - 11:59

ANDRANNO AD AUMENTARE IL NUMERO DEI DISOCCUPATI IN ITALIA!!!

simonemoro

Dom, 03/01/2021 - 12:07

In 70 mmi un partito grottesco come i 5S non l'ho mai visto.

killkoms

Dom, 03/01/2021 - 12:12

dragoni,ci sarà per loro il rdc?

Ritratto di asimon

asimon

Dom, 03/01/2021 - 13:02

il m5s è stato è rimarrà per decenni la più grande buffonata della politica italiana, in un paio di anni non solo hanno rinnegato quasi completamente il loro programma elettorale, hanno anche superato in clientelismo la dc, il psi e il pci pli eccecc. messi insieme

lavitaebreve

Dom, 03/01/2021 - 13:06

INVECE DI FARE IL REDDITO DI CITTADINANZA, BASTAVA FARE SEMPLICEMENTE QUELLO CHE FANNO COI CLANDESTINI: AI DISOCCUPATI E/O A CHI LAVORA SALTUARIAMENTE DARGLI 35 EURO AL GIORNO; AI POVERI CHE VIVONO IN STRADA, VITTO , ALLOGGIO E PER CHI VUOLE LAVORARE MA NESSUNO LO AIUTA, ANCHE PER QUESTI DARGLI 35 EURO AL GIORNO. QUESTO SI CHIAMA AIUTARE CON I FATTI LE PERSONE. QUESTI SONO SOLDI SPESI BENE, NON 5 MILIARDI OGNI ANNO PER I FINTI PROFUGHI. SE IO FOSSI ULTRA MILIONARIO E/O IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO FAREI COSÌ.

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 03/01/2021 - 13:09

il "partito" che riesce ancora a tenere in piedi questo governo di reietti.. è il covid che dilaga.. lo stato di Emergenza. i MORTI. e più ce n'è.. e più i 5stelle e conte ed il piddì possono sperare di sopravvivere.- non oso immaginare quali siano i loro sogni Notturni. i loro DESIDERI.- se tornassero a sfilare in fila indiana i Camion con le bare.. forse. per loro...

Iacobellig

Dom, 03/01/2021 - 13:28

Fico non all’altezza con tutto il m5s deve sparire col prossimo voto. Uno schifo mai visto! M5S la riviva di questo paese. Gente ignorante che non ha mai lavorato che percepisce da molto alti stipendi ogni mese, raccontatelo a quelli che vi danni consenso, rovinando il paese!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 03/01/2021 - 14:52

i grillini e il Fico in questione ha paura solamente di una cosa: perdere la poltrona e lo stipendio che ne deriva.

poli

Dom, 03/01/2021 - 15:16

il 99% dei grullini rimarranno disoccupati,altro che terrorizzati.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 03/01/2021 - 15:28

E’ evidente la situazione dei “grillini” che dopo aver vinto le ultime elezioni, grazie all’invenzione del “Reddito di cittadinanza”, essi ora sanno che meno della metà di loro ha discrete probabilità di riacquistare una poltrona in Parlamento e quindi sono loro quelli che non vogliono elezioni anticipate, dato che è probabile che più della metà degli Italiani che li ha votati la prossima volta voterà a destra o anche a sinistra, non ai 5 Stelle in calo evidente.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 03/01/2021 - 15:32

E’ evidente la situazione dei “grillini” che dopo aver vinto le ultime elezioni, grazie all’invenzione del “Reddito di cittadinanza”, essi ora sanno che meno della metà di loro ha discrete probabilità di riacquistare una poltrona in Parlamento e quindi sono loro quelli che non vogliono elezioni anticipate, dato che è probabile che più della metà degli Italiani che li hanno votati la prossima volta voterà a destra o anche a sinistra, ma non ai 5 Stelle in forte calo previsto.