Toninelli: "Piloni dell'A24 sono in condizioni allarmanti"

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha lanciato l'allarme su alcuni piloni dei viadotti dell'A24 e dell'A25. Per Toninelli, intervenuto all'assemblea dell'Ance, il decreto Genova aiuterà il monitoraggio

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, lancia l'allarme sui piloni dei viadotti delle autostrade A24 e A25. Intervenendo all'assemblea Ance, l'associazione nazionale dei costruttori edili, il ministro pentastellato ha definito "allarmanti" le condizioni dei piloni dell'Autostrada dei Parchi, quella che collega Lazio e Abruzzo.

Parole decisamente gravi quelle del ministro. Che a questo punto devono essere seguite da un intervento serio. Se il titolare del dicastero dei Trasporti definisce quasi disastrose le condizioni di un'infrastruttura così importante e dove passano migliaia di veicoli, non è una cosa che deve lasciare tranquilli.

Il ministro ha poi ricordato, come riporta Repubblica, gli effetti del decreto Genova. "Grazie ai dati condivisi nell'Ainop potremo fare quel monitoraggio continuo su ponti, viadotti, cavalcavia che abbiamo previsto nel decreto Genova e che ci permetterà di capire dove andare a fare ispezioni, dove sarà dunque necessario investire risorse pubbliche per la manutenzione e dove quindi ci sarà bisogno del vostro intervento e della vostra professionalità per rimettere in sicurezza un'opera pubblica - ha spiegato Toninelli -. Esattamente come stiamo già facendo sui viadotti della A24 e A25, laddove alcuni piloni, che ho potuto visionare con i miei occhi, sono in condizioni così degradate da risultare allarmanti".

Commenti

Happy1937

Mar, 16/10/2018 - 15:26

E allora cosa aspetta a decretarne la chiusura? Lo farà dopo una seconda ecatombe.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 16/10/2018 - 15:35

da due mesi su alcune reti televisive , sono apparsi viadotti di questo tratto autostradale e le condizioni di molti di questi ponti sono subito apparse disastrose: cio non ostante questo governo si diverte a non fermare i transiti: evidentemente sta aspettando qualche crollo e qualche morto per ricominciare come col morandi di Genova ma difficilmente da ol 14Agosto, in caso di qualche altro croppo, potra dare la colpa alle società che hanno in gestione i tratti in questione: la colpa sara solo ed esclusivamente del ministero che non sa prendere le necessarie decisioni,

gedeone@libero.it

Mar, 16/10/2018 - 15:49

gpl, lo vada a chiedere a quelli per cui ha votato.

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mar, 16/10/2018 - 17:46

Finalmente (!) un ministro così competente da affermare condizioni allarmanti, simultaneamente evitando provvedimenti immediati.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 16/10/2018 - 20:02

Tra gli strumenti in dotazione al ministro, non risulta, almeno attualmente, la presenza di una BACCHETTA MAGICA. Si tranquillizzino pertanto quelli che vorrebbero la soluzione "ieri l'altro". L'aver pubblicamente denunciato il degrdo e`, a mio avviso gia` una forte assunzione di responsabilita`. QUANTI DEI PRECEDENTI GOVERNI L'HANNO FATTO? E MI VORRESTE FAR CREDERE CHE LE CONDIZIONI DELLE STRADE SONO CAMBIATE REPENTINAMENTE NELL'ULTIMO ANNO?

Giorgio5819

Mar, 16/10/2018 - 20:27

Quindi i casi sono 2 : o CHIUDE le suddette autostrade entro 24 ore, o si dimette entro 36 ore... Altre soluzioni non esistono, altri comportamenti sarebbero semplicemente da denuncia penale per procurato allarme sociale o per tentata strage.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 16/10/2018 - 21:56

Ha ragione, li ho visti, più che allarmanti. Occorre fare una grande manutenzione alla rete viaria in particolare alle autostrade.

Ritratto di mailaico

mailaico

Mar, 16/10/2018 - 22:30

intanto non ci vivi tu a genova, sotto il ponte eh ? sei un parassita inutile toninelli.