Quel tweet velenoso di Renzi contro Formigli: "Balle spaziali e finti scoop"

Il premier attacca PiazzaPulita: "Guardi la tv e capisci perché i talk sono in crisi"

L'ultima puntata di PiazzaPulita non è affatto piaciuta a Matteo Renzi. Mentre in trasmissione si parlava dell'elezione del nuovo presidente della Repubblica, il premier cinguettava "duro" contro i talk show.

Non una parola su Corrado Formigli. Non una parola su PiazzaPulita. Ma comunque parole al veleno in un momento di altissima tensione politica. Ma cosa avrà infastidito il presidente del Consiglio? Su La7 si discuteva del futuro inquilino del Colle. C'era chi ipotizzava che il prossimo capo dello Stato sarà l'attuale ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. E chi, invece, rilanciava Sergio Mattarella. E ancora: c'era chi pronosticava una scelta interna al Pd tra Walter Veltroni, Piero Fassino o Anna Finocchiaro. Insomma, il classico toto nomi che precede la maratona del Quirinale. Eppure qualcosa deve aver infastidito il premier. Che si è attaccato a Twitter e ha colpito violentemente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Mar, 27/01/2015 - 12:52

di balle spaziali ne ha raccontate molte il premierino in tv, che sia per ciò che la gente si è stancata? forse.

guerrinofe

Mar, 27/01/2015 - 17:05

Questo ominicchio di TALK ne sa piu di quello che vuole far credere! e pensa a qualche anno fa quando era lui la vedette di spaziali intrattenimenti TV.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 27/01/2015 - 17:05

Oé... Nella rosa dei sinistri "papabili" non ce n'è uno che, per lavoro, abbia mai creato gettito fiscale, ma soltanto di quelli che se lo sono pappato. Ora, a presiedere la Repubblica fondata sul lavoro ogni tanto ci vorrebbe qualcuno che sappia cosa vuol dire pagare le tasse di tasca propria e non coi soldi degli altri.