Il valletto troppo scaltro che imbarazza il principe

Fawcett, direttore della fondazione di Carlo, costretto a dimettersi: vendeva le onorificenze

Il valletto troppo scaltro che imbarazza il principe

E il valletto si fa da parte per non imbarazzare troppo il suo Principe. Detta così sembrerebbe un gesto di estrema devozione ed altruismo, ma Michael Fawcett, ex assistente personale di Carlo d'Inghilterra e direttore esecutivo della fondazione del Principe, non è un personaggio così altruista. Ieri infatti si è autosospeso temporaneamente dall'incarico perché sospettato di aver «venduto» delle onorificenze in cambio di cospicue donazioni in denaro a Mahfouz Marei Mubarak, miliardario saudita che nel 2016 venne insignito, proprio dall'erede al trono, della più alta onorificenza dell'impero britannico e guarda caso è anche uno dei supporter più generosi della Prince's Trust, una fondazione sotto il cui ombrello si riuniscono diverse associazioni di beneficenza patrocinate da Carlo.

Le rivelazioni sulla condotta, non proprio trasparente, di Fawcett erano state pubblicate di recente dal Sunday Times e dal Mail on Sunday e un portavoce della fondazione aveva dichiarato che «la questione era attualmente oggetto di un'inchiesta interna» perché «la fondazione prende molto seriamente le accuse che sono state portate alla sua attenzione». Per il momento la polizia metropolitana resta a guardare. In una loro nota stampa si legge: «Siamo al corrente di quello che è apparso sui media e rimaniamo in attesa di prendere ulteriori contatti in relazione all'accaduto». Il miliardario Mahfouz, nega di aver fatto qualcosa di illegale, ma ha ammesso di aver donato una larga somma di denaro per la realizzazione di progetti che stanno particolarmente a cuore al primogenito di Elisabetta. E sabato, mister Fawcett ha presentato le proprie dimissioni temporanee dall'incarico fino a inchiesta conclusa al presidente Douglas Connell, che le ha accettate senza troppe rimostranze. «Michael supporta l'indagine e ha confermato la sua totale collaborazione». Il corrispondente reale della Bbc Johnny Damon's ha raccontato che una fonte del Palazzo è certa che Carlo sia sempre stato totalmente all'oscuro di tutta la vicenda. È noto però che tra Fawcett e l'erede al trono esiste un rapporto molto stretto dovuto ai lunghi anni di collaborazione e quindi il caso potrebbe mettere in seria difficoltà il Principe.

Michael ha iniziato a lavorare per i Reali nel 1981 come domestico della Regina, per poi passare alle dipendenze di Carlo e rimanervi fino al 2003. Non è però la prima volta che l'uomo si trova al centro di vicende poco piacevoli. Anche in passato era stato accusato di aver venduto alcuni regali ricevuti dalla Famiglia Reale. Da questa accusa era stato poi completamente scagionato, ma il dubbio aveva scatenato una serie di critiche sulla gestione del suo incarico che avevano portato alle sue prime dimissioni. Fawcett aveva poi continuato a lavorare per il Principe come freelance. Fino a queste sue seconde dimissioni. Downton Abbey è uno scherzo rispetto alla realtà.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti