Pompiere, raptus di follia in caserma: 10 feriti

Gabriele Mancini, ingegnere di 41 anni, entra nella stazione dei vigili. Scoppia una lite. Lui estrae il coltello e ferisce quattro pompieri. Poi si dà alla fuga in auto investendo dei pedoni. Uno dei feriti è grave. La procura procede per tentato omicidio<br />

Roma - È stato fermato dai carabinieri l’uomo che questa mattina a Roma è entrato nella caserma dei vigili del fuoco di Capannelle, in piazza Scilla, accoltellando quattro pompieri. Nel tentativo di fuga a bordo di un’auto ha poi cercato di investire alcune persone. In totale i feriti sono dieci. Quello più grave, colpito alla gola, è ricoverato al policlinico Casilino.

Ingegnere L’aggressore è Gabriele Mancini, 41 anni, ingegnere. Lavorava da poco nella Scuola centrale antincendio della Protezione civile dei Vigili del Fuoco dove stamani è avvenuto il ferimento e l’investimento. Dai primi accertamenti pare che l’uomo sia stato colto da un raptus e abbia accoltellato prima quattro persone in ufficio poi, forse in un tentativo di fuga, a bordo di un’auto ha investito altre persone nel parcheggio antistante l’ingresso della scuola. Mancini non è stato ancora interrogato a causa delle sue condizioni di salute per le quali potrebbe essere sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio.

Coltello Mancini aveva con sé un coltello tascabile con una lama lunga dieci centimetri. Contrariamente a quanto emerso in un primo momento pare che all'origine del gesto non ci siano motivi economici (dei soldi per un lavoro effettuato) ma si tratterebbe di un vero e proprio raptus.

Panico e sangue ovunque "C’erano pozze di sangue ovunque, una situazione di panico totale. I feriti hanno detto che è stato un gesto improvviso, un attacco a freddo senza motivo". È il racconto del direttore della centrale operativa del 118 di Roma, Livio De Angelis. "Sono due le donne rimaste ferite - ha proseguito - di cui una in gravi condizioni, ricoverata all’ospedale Vannini a causa di una ferita di almeno 10 cm alla gola".

Mai problemi in passato L’uomo non aveva mai mostrato problemi in passato e viene definito dai suoi stessi colleghi una "persona tranquilla". Ancora incerta l'esatta dinamica dell’aggressione: dopo avere accoltellato alcuni colleghi e prima di essere fermato, infatti, l’ingegnere ha investito con l’auto altre persone.

Tentato omicidio La procura di Roma ha aperto un fascicolo. Gli accertamenti sono affidati al pm Patrizia Ciccarese il quale procede, per il momento, per tentato omicidio. L’aggressore si trova attualmente in una cella di sicurezza di una caserma dei carabinieri in attesa di un valutazione delle sue condizioni. I medici dovranno stabilire se lo stato di salute dell’uomo siano compatibili con il carcere o se debba essere trasferito in una struttura sanitaria. Il pm è in attesa dei referti riguardante i feriti e di un’informativa contenente la ricostruzione dei fatti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.