A Prato Tre zingari tentano di rapire un bimbo di tre anni

Tre rom avrebbero cercato di rapire un bimbo di un anno e mezzo, ieri pomeriggio a Prato, intorno alle 16,30. A metterli in fuga un vicino di casa. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il piccolo giocava sul terrazzino di casa sua mentre i genitori erano in cucina. Un uomo di etnia rom è stato visto mentre, già all’interno della proprietà privata di un condominio, si avvicinava ad un muretto basso e tendeva le braccia al bimbo riuscendo ad afferrarlo. Il piccolo ha reagito immobilizzandosi e per tale ragione non ha richiamato l’attenzione dei genitori che erano a pochi metri. La scena però è stata vista da un vicino che, allarmato dalla presenza di due donne rom che si trovavano nel parcheggio, ha messo in fuga l’uomo e le due nomadi. Appena la mamma ed il papà hanno sentito quanto accaduto hanno allertato la Centrale Operativa del 112. Immediatamente sul posto sono intervenute due autoradio dei carabinieri, che hanno avviato le ricerche dei tre rom. Le indagini proseguiranno e nei prossimi giorni saranno diffusi gli identikit in città dell’uomo e delle due donne. Quella degli zingari, «ladri di bambini», si è rivelata spesso una leggenda metropolitana, ma non sono mancati neppure gli episodi in cui le denunce si sono rivelate fondate.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti