Prodi sale sul palco per parlare di Finanziaria

All’ultima edizione del 2009 era intervenuto Cesare Romiti. Quest’anno, al Premio internazionale Santa Margherita Ligure per l’Economia «Gozzo d’argento», sul palco salirà Romano Prodi che insieme ad Alberto Quadrio Curzio sarà premiato per il miglior articolo economico, pubblicato pochi giorni fa e intitolato: «EuroUnionbond per la nuova Europa».
Se il «colpaccio» del sindaco De Marchi, che ha invitato il Superministro Tremonti, avrà successo, la località della Riviera sabato prossimo sarà il teatro delle prove generali aggiuntive della Finanziaria e del salvataggio dell’euro. La manifestazione inizierà alle 10 a villa Durazzo, dove interverranno il primo cittadino, il professor Amedeo Amato ed esperti del calibro di Luigi Frugone, «Getto» Viarengo, Roberto Mugolo ed Eugenio Magnani. Alla tavola rotonda anche Stefania Raviolo, direttrice del dipartimento di management strategico alla Mafed-Sda Bocconi che parlerà del nuovo outlet e del «Progetto Shopinn di Brugnato Cinque Terre, Territorio e sostenibilità per un turismo di qualità».
Inoltre, sono previsti interventi di Mauro Lusetti, ad di Nordi Conad e di Anton Francesco Albertoni, presidente Ucina. Chiuderà il forum l’assessore regionale Angelo Berlangieri.
I premi verranno consegnati alle ore 18 in piazza Caprera. Tra i giurati che hanno votato il miglior libro, il miglior giovane economista e il miglior articolo economico, Giulio Anselmi, presidente dell’Ansa, Osvaldo De Paolini, direttore di Milano Finanza, Giampaolo Galli, direttore generale di Confindustria, Massimo Giannini, direttore di Affari e Finanza di Repubblica, Umberto La Rocca, direttore del Secolo XIX, Roberto Napoletano, direttore del Sole 24 Ore.
Il «Gozzo d’argento» sarà consegnato dal comitato a Marco Arnone e ad Andrea Presbitero per aver pubblicato il miglior libro di Economia intitolato: «Debt relief, policy designs and outcome». Sarà quindi la volta del miglior saggio elaborato da un giovane economista: a ricevere il premio però saranno in due, Francesco D’Amuri e Giovanni Peri, che hanno pubblicato: «Immigration and productive tasks, can immigrant workers benefit native workers?».

Commenti