Cultura e Spettacoli

Il Pulitzer McCourt in fin di vita

Vinse il prestigioso premio nel 1997 con "Le ceneri di Angela". Colpito da meningite è ricoverato in una clinica per malati terminali di New York

Lo scrittore statunitense Frank McCourt, vincitore del Premio Pulitzer nel 1997 con "Le ceneri di Angela", è gravemente malato a causa di una meningite e rischia di non farcela. "Temiamo che non sopravviverà", ha detto Malachy McCourt, il fratello dello scrittore. Secondo il sito-web del quotidiano "Daily News", McCourt - da tempo malato di melanoma, la forma più virulenta di cancro della pelle - è ricoverato in una clinica per malati terminali di New York. Prima di ammalarsi due settimane fa di meningite, lo scrittore sembrava esser migliorato, tanto che i medici del Centro Oncologico Sloan-Kettering gli avevano permesso di ritornare a casa, nel Connecticut.
"Usciva, era energico, teneva conferenze", ha raccontato il fratello. Attualmente lo scrittore "è ancora cosciente, però ha perso l'udito, la sua vista si sta appannando e parla sempre meno".
Nato nel 1930 a Brooklyn, per lunghi anni professore di lingua e letteratura inglese nelle scuole pubbliche di New York, McCourt nel 1996 divenne un fenomeno letterario internazionale con "Le ceneri di Angela", il suo primo libro: un affresco sulla sua infanzia, trascorsa in condizioni disumane tra Stati Uniti e Irlanda, segnata dall'alcolismo del padre e dalla morte dei suoi tre fratelli minori.

Commenti