Quattro personaggi per un’attrice

Cosa succede se un attore si innamora dei suoi personaggi? Succede che non vuole farli scomparire dalla memoria collettiva. È il caso di Piera degli Esposti che questa sera (ore 21.30) sarà al centro del singolare spettacolo «Breve storia di Piera». Sul palcoscenico di Parco San Sebastiano rivivranno quattro donne. Quattro personaggi cui la brava attrice ha prestato nel corso della sua carriera il volto e la voce. Si tratta della pazza di Chaillot, di Medea, della joyciana Molly Bloom e la donna di «Dondolo» di beckettiana memoria. La degli Esposti le riproporrà, raccontando come le ha incontrate, come le ha amate e vissute. Lungo questo viaggio «metateatrale» sarà anche proiettato il cortometraggio «Alice dalle 4 alle 5» realizzato da Gionata Zarantonello, incentrato su una mirabile interpretazione della stessa attrice e con il quale il giovane regista ha vinto il «Los Angeles Italian Film Award», ottenendo anche una menzione ai Nastri d’Argento. Troppo lunga, invece, la lista dei riconoscimenti ottenuti dalla degli Esposti. Ricordiamo soltanto l’ultimo: il David di Donatello per «L’ora di religione» di Marco Bellocchio (2003). Info: 340.5423008.

Commenti

Grazie per il tuo commento