Il racconto «etico» fa scattare una caccia al tesoro

Se vi dovesse capitare di trovare, in autobus, sopra una panchina o sull’uscio di casa vostra, un piccolo libro avvolto in un nastro rosa e accompagnato da un bigliettino che avverte «Zero euro. Leggimi e fammi girare tra i tuoi amici», raccoglietelo e leggete con attenzione i suoi 19 racconti brevi, uno per ogni municipio di Roma. E se non lo trovate accendete la radio, perché potrebbe capitarvi di sentire lo speaker fornire indizi utili per partecipare all’originale «caccia al libro». L’iniziativa rientra nel progetto «41°54'20.07'' 12°28'31.33. Coordinate di Etica Metropolitana», il titolo può sembrare strano, ma si tratta delle coordinate geografiche del centro di Roma, a piazza Venezia. I racconti seguono il filo conduttore dell’etica e hanno lo scopo di indurre alla riflessione su temi quali ambiente, educazione, integrazione. Destinatari sono i giovani, e per questo il progetto realizzato dall’associazione culturale Makenoise e dal servizio Salvamamme, si è trasformato in una realtà multimediale composta dal libro - che stampato in 2000 copie verrà distribuito gratuitamente nel corso di una serie di iniziative pensate ad hoc (a partire da oggi pomeriggio in piazza Santa Maria in Trastevere) - da un cd di audio racconti, da un percorso fotografico attraverso i 19 municipi (ogni foto ha le sue coordinate geografiche, sta poi all’osservatore trovare il luogo fotografato) e dal sito www.coordinatemetropolitane.com, in cui si trovano anche i video ispirati ai racconti. «Un progetto da valorizzare», secondo Federico Guidi, consigliere comunale di Roma, che ha approfittato della presentazione del progetto (che si è svolta a piazza Venezia, come da coordinate) per assicurare «il sostegno del Comune anche per il prossimo anno» e aggiungere che «al termine della Festa del Cinema di Roma potremmo utilizzare le strutture del festival per proiettare i video dei racconti». La proiezione potrebbe trasformarsi in una raccolta fondi a favore di Salvamamme. «Proprio come il libro del progetto , Salvamamme è un luogo in cui si collezionano storie, altro che libro Cuore! - spiega Katia Pacelli, responsabile del progetto - da quella del bimbo abbandonato a quelle dei genitori che si rivolgono a noi perché non trovano più i figli».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.