Rivoluzione tram, cinque linee cambiano strada

Da lunedì prossimo modificati i percorsi delle reti tranviarie del 2, 3, 19, 27, 33 e dell’autobus 81 Posti a sedere e frequenze potenziati del 10%. Atm: «Così stapperemo il collo di bottiglia in centro»

Linee del tram, si cambia. Con nuovi percorsi in città per cinque tratte, il 2, il 3, il 19, il 27 e il 33 oltre all’autobus 81. Il tutto a partire da lunedì prossimo: per migliorare la regolarità del servizio su alcune direttrici che dalle periferie portano al centro e per «stappare» il cosiddetto tappo di bottiglia, ovvero il nodo tra piazza Cordusio, via Broletto e via Orefici dove si concentra il traffico maggiore. La filosofia che sta dietro il progetto di Atm è quella di alleggerire le tratte che si sovrappongono nel centro della città e redistribuire l’offerta su punti diversi con impatti positivi sull’intera mobilità e sull’ambiente. «Bisognava aggiornare la struttura della rete tranviaria che ormai era satura - spiega Marco Pivi, responsabile della programmazione del servizio -. In centro si accumulavano tante linee sovrapposte che, anche senza il traffico privato, perdevano i semafori. Ora da sette linee in via Orefici, la più congestionata, si passerà a cinque e da cinque in piazza Cordusio a tre, continuando però a portare tutti in centro». Ecco nel dettaglio cosa succederà dal 14 giugno. Il tram numero 2 collegherà piazzale Negrelli a piazzale Bausan. Da Duomo la linea percorrerà via Orefici, via Broletto, Lanza, Piazza Lega Lombarda, via Farini, Lancetti fino al capolinea Bausan. Rimarrà invariato invece il percorso da piazzale Negrelli a Duomo e la tratta viale Lunigiana sarà coperta dal tram 1 e 33 e dalla M3.
La linea 3 invece collegherà Gratosoglio a Duomo e il percorso su questa tratta rimarrà invariato. Il 19 invece partirà da Roserio per arrivare a piazza Castello. Da piazza Virgilio si proseguirà per Cadorna, Cairoli, fino al capolinea. Il tram 27 andrà da viale Ungheria a piazza 6 Febbraio con un percorso invariato fino a piazza Cordusio e da piazza Virgilio fino a piazza 6 Febbraio. Da Cordusio la linea percorrerà via Meravigli, corso Magenta, via Vincenzo Monti, piazza Virgilio fino al capolinea. La linea 33 che oggi collega Rimembranze di Lambrate a piazza Sire Raul, arriverà fino a viale Lunigiana. Resterà invece uguale il tragitto da Lambrate alla Stazione Centrale, da qui il tram percorrerà via Ponte Seveso fino al capolinea di viale Lunigiana. Mentre il servizio dalla stazione fino alla stazione di Lambrate sarà coperto con un autobus prolungando la linea dell’81. Ci saranno alcuni cambiamenti anche per l’81 che nella tratta tra la stazione centrale e quella di Lambrate coprirà l’attuale percorso del 33.
«Le modifiche non sono così stravolgenti - continua Pivi -. Incidono molto leggermente sulle abitudini dei viaggiatori, ma danno beneficio all’intera rete tranviaria». Non solo, la regolarità della frequenza, ovvero il rispetto dell’intervallo tra un passaggio di un mezzo e l’altro, aumenterà del 20 per cento. «Oggi alcune linee tra cui il 3 hanno una regolarità molto bassa, solo del 65%. Con questo intervento, porteremo tutte le tratte all’85%». Meno sovrapposizioni dei mezzi, vuol dire anche maggiore velocità di scorrimento (si calcola il 15% in più) e un’offerta di posti in media del +10%. Già da fine maggio, Atm sta informando i viaggiatori con annunci sonori, video nelle banchine del metrò, nei mezzanini e a bordo dei bus. Messaggi scorrevoli su pensiline e paline di fermata. Oltre al sito atm-mi.it e al numero verde 800.80.81.81

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti