Roma, stupro di Guidonia confermate le condanne: sedici anni per i 4 romeni

Confermata la sentenza di condanna per i quattro romeni che il 21 gennaio del 2008 picchiarono un ragazzo di 24 anni e poi violentarono la sua ragazza di 21

Roma, stupro di Guidonia 
confermate le condanne: 
sedici anni per i 4 romeni

Roma - La sentenza pronunciata oggi conferma quella che in primo grado, con rito abbreviato era stata pronunciata l’8 gennaio scorso dal gup di Tivoli Elvira Tamburelli. Oggi la Corte ha confermato totalmente quelle decisioni che riguardavano la violenza subita da una coppia di fidanzati, lei di 21 anni e lui di 24 da parte dei 4 imputati. Gli aggressori, il 21 gennaio del 2008,  dopo aver sorpreso la coppia in una strada appartata picchiarono l’uomo che fu rinchiuso nel portabagaglio dell’automobile, poi violentarono la ragazza minacciata come il fidanzato con un cacciavite ed un coltello.

Le vittime: "Vogliamo giustizia" "Vogliamo che chi domani dovrà decidere se una pena di 16 anni è giusta, per chi ci ha rubato i sogni, per chi ci ha strappato l’innocenza, per chi ci ha violato nel corpo e nell’anima sappia quanto è importante per noi continuare a credere nella giustizia". È quanto scrivono oggi i fidanzati di Guidonia in una lettera a News Mediaset - l’agenzia di notizie tv del Gruppo Mediaset. Domani inizia il processo d’Appello ai quattro cittadini romeni ritenuti responsabili dello stupro della ragazza e dell’aggressione al ragazza e condannati a 16 anni in primo grado. "Non possiamo perdonare chi ci ha fatto così male, chi ci ha chiesto scusa senza crederci, solo per ottenere uno sconto di pena quando si trovava sul banco degli imputati - dicono nella lettera i due fidanzati - siamo cambiati tanto da quella notte, ma vogliamo continuare a vivere, a guardare avanti e ci assale la paura che la giustizia non sia così giusta, che quei quattro tra poco tempo possano tornare liberi e fare ad altri quello che hanno fatto a noi». Il fatto avvenne il 21 gennaio 2009. I due ragazzi, lui di 24 anni, lei di 21, furono aggrediti in auto a Guidonia, vicino a Roma, da un gruppo di uomini dell’Est. Il ragazzo fu rinchiuso nel bagagliaio dell’auto, la ragazza violentata a turno. Dopo la violenza, la rapina. I responsabili sono stati condannati in primo grado a 16 anni di reclusione.  

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti