Roma, Under: polemica social sul saluto militare e le bandiere turche

L'attaccante turco della Roma Cengiz Under è finito al centro di una polemica per un tweet con la maglia della squadra in cui appaiono le bandierine della Turchia ed in cui effettua il saluto militare

L'attaccante della Roma Cengiz Under è finito al centro di una infuocata polemica scaturita sui social network. Il motivo? Il giocatore giallorosso ha condiviso su Twitter una foto di una sua vecchia esultanza in cui mostrava il classico saluto militare a seguito di un gol. Sino a qui nulla di male se non che il post è accompagnato da tre bandierine della Turchia.

Un'immagine che risale addirittura a due anni fa ma che è stata pubblicata solo ora. Per tutti, romanisti e turchi, si tratterebbe di un messaggio di sostegno all'esercito turco che ha invaso il nord della Siria con l'obiettivo di annientare il popolo curdo. Un'azione militare che ha avuto importanti ripercussioni politiche e che ha aperto una vera e propria crisi mondiale.

Il post condiviso da Under è stato oggetto di fortissime critiche sia da parte di chi si preoccupa del popolo curdo sia da parte dei tifosi della Roma. In particolare, ai tifosi giallorossi non è piaciuto il fatto che il giocatore indossi in quella foto la maglia della squadra. I tifosi non vogliono, quindi, che all'immagine del club venga associato l'attacco turco.

Tifosi che chiedono pure che la società prenda posizione come ha fatto, di recente, la squadra tedesca St. Pauli dissociandosi da un post condiviso dal loro giocatore Cenk Sahin in cui si leggeva un evidente appoggio all'offensiva turca in Siria.

La Roma, al momento, non ha comunque preso alcuna decisione in quanto la sua posizione è oggettivamente molto scomoda visto che il 28 novembre dovrà giocare ad Istanbul contro il Basaksehir, club molto vicino al presidente turco Erdogan.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.