150 anni Roma Capitale, "clamorosa svista" del Campidoglio

Il Comitato Roma 150 bolla come un errore grave che il Comune di Roma abbia adottato il 3 febbraio come data commemorativa per dare il via alle Celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale. All'epoca la città era ancora nelle mani del papa

"Clamorosa svista". Il Comitato Roma 150 bolla come un errore grave che il Comune di Roma abbia adottato il 3 febbraio come data commemorativa per dare il via alle Celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale con un concerto, trasmesso dalla Rai, che si terrà al Teatro dell'Opera e che è stato organizzato in collaborazione col Ministero della Difesa.

"Non possiamo però esimerci dal rimarcare la irritualità della scelta, forse dettata da eccessiva fretta, per la data del 3 febbraio 2020, essendo ben noto — o almeno così dovrebbe essere nel Paese che ha dato i natali a Machiavelli, Vico e Gramsci— che la “storica” data della proclamazione di Roma Capitale avvenne con legge n. 33 del 3 febbraio del 1871 e NON nel 1870", scrivono i membri del Comitato Roma 150. Una vera beffa, considerando soprattutto il fatto che al concerto sarà presente anche il Capo dello Stato, Sergio Mattarella. In sostanza, la prossima settimana "si festeggeranno per motivi ignoti ai più i 149 anni di Roma Capitale tenendo a mente e nel pallottoliere la data del 1871, oppure i 150 anni dal 3 febbraio 1870", fa notare il "team" di storici ed esperti presieduto da Andrea Costa e di cui fanno parte anche due ex assessori all'Urbanistica come Paolo Berdini (sotto la Raggi) e Bernardo Rossi Doria (con Ignazio Marino), oltre al deputato Stefano Fassina. Il 3 febbraio 1870, infatti, Roma era ancora nelle mani del Papa e in Francia regnava ancora l'imperatore Napoleone III. Ma non solo. "Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi avevano ancora una condanna a morte sul capo; il progetto di Italia “unita” era in realtà quello di dividerla in tre secondo gli accordi di Plombiéres del 1858…con l’Idea di un protettorato francese per il Regno del Nord avente Milano come sua Capitale", ricordano i membri del Comitato 150.

Comitato che il Campidoglio ha scelto di non coinvolgere nell'organizzazione. "Non hanno alcun ruolo ufficiale, non sono nessuno" sarebbero le parole dall'entourage di Raggi, secondo quanto riporta Romatoday. Dal Comune si sottolinea che, nella nota di accompagnamento agli inviti spediti via mail, si intende come "apertura delle Celebrazioni per il 150esimo anniversario" e si specifica che ciò avviene "a un anno dall'approvazione della legge che ha istituito Roma Capitale d'Italia". Nessuno sbaglio, dunque, ma solo l'inizio di una lunga serie di appuntamenti che dureranno fino al 3 febbraio 2021.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Yossi0

Gio, 30/01/2020 - 18:56

Tutto ciò di cui hai bisogno in questa vita è ignoranza e fiducia, poi il successo è assicurato. (Mark Twain)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 31/01/2020 - 00:06

Quello che mi duole è che i morti ammazzati, dichiarati caduti dalla dizione ufficiale, quelli che furono gli Eroi del Risorgimento del Piave e della Resistenza, non hanno voce in capitolo in queste celebrazioni in quanto soppiantati da retorica di opportunismo di fazione o lotta per supremazia di potere simili Caino nei confronti di Abele.

Ritratto di navigatore

navigatore

Ven, 31/01/2020 - 05:14

evitare di suonare il citofono del comune,tanto non vi risponderà nessuno, e le vostre auto tenetele protette, la banda della LEGA, ama distruggerle

giovanni951

Ven, 31/01/2020 - 09:16

poveretta....non ne fa/dice una giusta.

ulio1974

Ven, 31/01/2020 - 11:39

...hanno semplicemente voluto assicurarsi a presenza ai festeggiamenti: e se la Raggi fino al 2021 non ci arriva?!??!??

Santorredisantarosa

Ven, 31/01/2020 - 12:42

MA VAI A DARE LA CACCIA AI TOPI CHE SONO ARRIVATI PERFINO NELLA RICCHISSIMA ZONA PARIOLI. RACCOGLI MIGLIAIA DI MONNEZZARI E VAI IMMEDIATAMENTE A PULIRE ROMA FALLA DIVENTARE COM'ERA PRIMA. SEI IMMENSAMENTE INCAPACE E PAROLAIA DI CLOACHE DISCUSSIONI INSULSA RITORNATENE A SCUOLA A STUDIARE IGNORANTE RISPETTA LA STORIA.

ciccio_ne

Ven, 31/01/2020 - 13:01

quindi, come avvocato dimentica le scadenze per i propri (poveri) clienti. Mamma mia, che paura 'sta ragazza.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 31/01/2020 - 13:49

Festeggiare il Papa-Re al 150 di Roma Capitale è un capo d'imputazione per alto tradimento.

Santorredisantarosa

Ven, 31/01/2020 - 14:31

RAGGI DAL LATINO PROVIENE QUESTA FRASE: LA STORIA E' MAESTRA DI VITA. MAGARI ERA IN VITA ALVARO AMICI CHISSA' QUANTE CANZONI TI DEDICAVA DA FARTI SCAPPARE IL PRIMO TITOLO ERA LI SORCI DE ROMA TRASTEVERINI. SAI SINDACO CHE DOVRESTI RICOMINCIARE A STUDIARE DALLA PRIMA ELEMENTARE O DALL'ASILO MAGARI CON LE LEZIONI DI ALBERTO MANZI E CANTANDO LA BELLA CANZONE DAL TITOLO A B C SONO LETTERE SEGRETE, SEGRETE PER GLI ASINI.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 31/01/2020 - 15:18

Niente, non sanno niente. Grullini, a casaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!

Tuthankamon

Ven, 31/01/2020 - 16:01

Sono stufo, in genere, di tutte queste ricorrenze create ad arte solo per far contento questo o quello. Utilizziamo le date istituzionali esistenti senza perdere tempo. Il municipio di Roma sa bene di avere problemi di sopravvivenza per rendere dignitosa la Capitale. Pensi a questo!

Ritratto di norman55

norman55

Ven, 31/01/2020 - 16:55

Purtroppo, ormai, non mi meraviglio più di questi svarioni. E' da poco finito il 2019 e tutti i media hanno festeggiato l'inizio degli anni "20", che però, inizieranno il 1° Gennaio del 2021. E così è stato per la fine del secondo millennio, festeggiata il 31/12 del 1999 invece che del 2000. Per cui, rassegnamoci all'ignoranza.