Cronaca locale

Casamonica, sgomberate tre villette. Andranno ai carabinieri

I beni immobili di via Caldopiano, a Roma, che i carabinieri hanno sgomberato venerdi mattina erano stati confiscati a Gelsomina Di Silvio, ex convivente di Ferruccio Casamonica, detta Silvana, e di suoi tre figli

Viminale (Twitter)
Viminale (Twitter)

Blitz dei carabinieri in via Caldopiano, a Roma, per sgomberare un complesso residenziale riconducibile ai Casamonica di circa 3.000 mq, che comprende due villette unifamiliari e una bifamiliare. Sul posto oltre agli uomini dell'Arma è intervenuto anche il personale dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e dell'Agenzia del demanio. Gli immobili verranno dati in uso all'Arma dei Carabinieri. Per le operazioni di sgombero sono stati impegnati 50 carabinieri e agenti della Polizia locale di Roma Capitale. Sono stati attivati anche i servizi sociali per alcuni degli occupanti delle case.

I beni immobili sgomberati erano stati confiscati nei confronti di Gelsomina Di Silvio (ex convivente di Ferruccio Casamonica), detta Silvana, e di suoi tre figli.

"Grande soddisfazione per l'operazione di sgombero di questa mattina - ha dichiarato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese -. La liberazione di questi immobili riafferma la presenza dello Stato in luoghi con una forte influenza criminale ed è particolarmente significativo che gli stessi siano contestualmente assegnati all'Arma dei Carabinieri, consentendo così di rafforzare i presidi di legalità sul territorio''.

Soddisfazione viene espressa anche dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: "Bene lo sgombero delle villette dei clan mafiosi a Tor Bella Monaca, che si aggiungono agli appartamenti liberati ieri e agli allacci abusivi interrotti nello stesso quartiere grazie al lavoro di Ater e Regione Lazio. Un’altra vittoria della legalità a Roma, grazie alla Prefettura e alle forze dell’ordine".

''La liberazione degli immobili - ha dichiarato il neo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri - e la loro assegnazione ai Carabinieri sono due notizie importantissime per il VII Municipio e per tutta Roma. Ringrazio le forze dell'ordine e rivolgo un plauso per questo intervento che contribuisce a ripristinare la presenza dello Stato in un territorio infiltrato dalla criminalità e a riaffermare la legalità''.

Commenti