"Cosa vuoi? Cocaina... eroina...". Nella tendopoli dei pusher si spaccia h24

A San Lorenzo è tornata la tendopoli dello spaccio. Non facciamo in tempo ad avvicinarci che veniamo subito interpellate. “Che vi serve?”, ci chiede un nordafricano. Il menu prevede hashish, fumo, cocaina ed eroina. “Tutta roba buona”, ci tiene a specificare

Un telo di nylon separa l’al di là dall’al di qua. Fuori c’è il traffico che scorre su via Tiburtina, i negozi ed i pendolari che si avviano verso la stazione Termini. Dentro c’è una specie di tugurio infernale, tende, giacigli ed effetti personali sparsi alla rinfusa.

Siamo sempre a ridosso delle Mura Aureliane e di Porta Tiburtina. A poche decine di metri dal luogo in cui vi abbiamo portato con le nostre telecamere la scorsa primavera. Anche all’epoca c’era un accampamento. Una tendopoli frequentata da pusher e tossicodipendenti, sgomberata a settembre. Pochi mesi dopo rieccoci qui, di fronte allo stesso degrado e alla stessa disperazione. Tutto sembra tornato come prima.

Non facciamo in tempo ad avvicinarci che veniamo subito abbordate. “Che vi serve?”, ci chiede un nordafricano. “Cosa hai?”, gli rispondiamo colte alla sprovvista. Il menu prevede hashish, marijuana, cocaina ed eroina. “Tutta roba buona”, ci tiene a specificare. “Cocaina”, diciamo scegliendo a caso dall’elenco. “Ok, passate tra un’ora che adesso non c’è”. Seguiamo le istruzioni e decidiamo di ingannare il tempo facendoci due passi nel quartiere.

San Lorenzo la piaga della droga la conosce bene. Due anni fa, in un vecchio rudere adibito a crack house, si è spenta Desirée Mariottini. Chissà cosa ne pensano i residenti della situazione? “Cosa ne penso? Che è una vergogna”, ci dice un anziano che incontriamo al parco. “Quella baraccopoli è stata sgomberata poco tempo fa, adesso siamo di nuovo al punto di partenza”. Non è il solo ad essere sconfortato. Una commerciante che vuole rimanere anonima si sfoga: “Di lì non si può più passare, provano a rifilarti tutti i tipi di droga, a tutte le ore”.

Quando cala la sera poi la zona si trasforma in un luogo spettrale. “Io me ne sto barricata in negozio e più di tanto non mi danno fastidio, però quando devo abbassare la serranda non vi nascondo che c’è un filo di inquietudine”. Il coprifuoco qui non inizia alle ventidue. “Per noi il lockdown inizia alle diciotto, le insegne si spengono, la strada è buia e i balordi a piede libero fanno il bello e il cattivo tempo”.

La convivenza tra gli inquilini della nuova baraccopoli è spesso scandita da risse e litigi. “Li sentiamo schiamazzare, litigano, si picchiano. È una situazione insostenibile, ma a cosa serve denunciare? La polizia sa benissimo cosa accade lì dentro ma a quanto pare non può farci nulla”, conclude la donna allargando le braccia. Il nostro tempo è scaduto. Ci facciamo coraggio e torniamo indietro per concludere l’acquisto.

La favela è in piena attività. C’è chi dirige i lavori, chi li esegue e chi attende per acquistare qualche dose. Il capo è un magrebino. Lo vediamo appena. La sua voce risuona da dentro una tenda gialla. Parla metà in arabo metà in italiano. Il tono è perentorio. Gli altri, un gruppetto di cinque persone, seguono le sue indicazioni. “Andate lì e aspettate”. Ci mettiamo in fila. Accanto a noi ci sono un paio di persone che si stanno già facendo. Più in là un uomo sta tagliano la nostra dose. Tutto si svolge alla luce del sole, attorno alle cinque del pomeriggio.

Cinque minuti, forse meno, e ce la mette in mano. È stato facile. Fin troppo facile. Così facile che avrebbe potuto farlo un ragazzino. Ci abbiamo riflettuto noi, e ci riflettono ogni giorno i residenti: “Ci sono tanti ragazzi che si riforniscono lì, li vediamo andare e venire, è una cosa che fa male al cuore. Come si può tollerare una cosa simile?”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Gio, 28/01/2021 - 13:30

dicono che a pensare male… hai [forse] capito perché servono tanti immigrati? tanti immigrati, maggiore concorrenza e se c'è maggiore concorrenza c'è vantaggio per i consumatori.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 28/01/2021 - 13:35

cani e porci amici dei pidioti

lorenzovan

Gio, 28/01/2021 - 13:39

e il mercato dei c,ienti rigorosamente italioti..se nessuno comprasse..i trafficanti sparirebbero..lapalissiano...e aggiungo ..dietro alla manovalanza..ci so o italianissimi personaggi..magari legati ai clan...italianissimi..del sud...

Brutio63

Gio, 28/01/2021 - 13:48

Basta con le l’Italia terra di nessuno e campo profughi dell’europa. Basta con le nostre città d’arte trasformate in bivacchi suk e centrali di spaccio a cielo aperto. Basta venditori di sballo e morte ad ogni angolo!

Ritratto di I-dare

I-dare

Gio, 28/01/2021 - 14:05

Lo spaccio di droga, così come tutti gli altri reati, si possono debellare se solo si avesse la volontà politica di farlo. Gli esempi di come è stato annientato (non ridotto) il traffico e lo spaccio delle sostanze stupefacenti ci sono nel mondo. Basterebbe volerlo e porre in essere le relative strategie. Ma tanto sono solo parole al vento perché è chiaro a tutti che la politica italiana, in questo campo, è volutamente sorda, cieca e muta.

Calmapiatta

Gio, 28/01/2021 - 14:08

Scusate, ma non è il mercato degli immigrati. Non sono gli immigrati che "gestiscono" il mercato, sono solo manovalanza a zero costo, usa e getta. Vengono importati apposta con le navi negriere per fare questi "lavoretti". Meravigliatevi davanti alla gloria dell'accoglienza!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 28/01/2021 - 14:11

Arrivano ,tutti i giorni,centinaia di migranti che ora riempiono le nostre città. Non hanno nessuna specifica professionalità ,sono giovani e forti, secondo i buonissimi tipo Boldrini come dovrebbero campare in un paese che non offre lavoro neanche ai suoi "figli" ?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Gio, 28/01/2021 - 14:20

Um Paese che tollera queste illegalità non è un Paese civile ed è complice nelle negazioni democratiche ai propri cittadini!

ItaliaSvegliati

Gio, 28/01/2021 - 14:21

Ma non sono queste le RISORSE che con il REDDITO DI FANNULLANZA ci pagheranno le pensioni e che fanno i lavori che gli italioti non vogliono fare? Il guaio è che i 4 pdioti continuano ad andarli a prendere!!!

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Gio, 28/01/2021 - 14:49

Quanti sono gli spacciatori stranieri (per lo più magrebini-africani) in Italia? Perché non fare un censimento?

leopard73

Gio, 28/01/2021 - 14:51

Ai clandestini e TUTTO permesso ma se beccano un ITALIANO a spacciare droga finisce MALE questa e la giustizia che ABBIAMO in ITALIA!!!!

Divoll

Gio, 28/01/2021 - 14:56

"E la polizia non puo' farci nulla"... Questa e' la frase sulla quale bisogna davvero riflettere. Perche' rimandano a colpe di magistratura e politica.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 28/01/2021 - 15:03

Dei grandi lavoratori, addirittura h24. Grazie sinistra. Ne andate a prendere altri?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 28/01/2021 - 15:10

leopard73: azz... ma allora è vero che questi immigrati ci rubano il "lavoro"!!!

Sacramento

Gio, 28/01/2021 - 15:12

Razzisti; quelli scappano dalle guerre e dalla fame. Ah, no ergo; quelli scappano dal lavoro. I pidioti immigrati vengono a farsi lautamente mantenere dai contribuenti onesti italiani. Come? Nei giorni scorsi nella conferenza stato/regioni il tema imposto dal viminale (lamorgese) è stato di provare ad imporre alle regioni, con un rifiuto maggoiritario, un aumento della diaria giornaliera dal 35 a 46 euro. Ma queste cose i "razzisti/xenofobi" non possono capirle

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 28/01/2021 - 15:28

Dobbiamo precisare, """QUESTE SONO LE RISORSE DELLA Boldrini, DI Mattarella E DEL Pontefice"""!!!

Enne58

Gio, 28/01/2021 - 15:31

Luogo di ritrovo ricreativo delle risorse boldriniane. Tutto ok

er_sola

Gio, 28/01/2021 - 15:46

boldrini, con le vendite in nero (del nero) non ci potranno pagare la pensione, hai detto una bischerata...ma, non l'unica.

Ritratto di woman

woman

Gio, 28/01/2021 - 15:48

In questa Italia dove quasi tutto funziona al rovescio, vengono puniti gli spacciatori (solo se italiani, però!!!) e non gli acquirenti, che secondo me sono i maggiori responsabili del commercio della droga.

Giorgio Colomba

Gio, 28/01/2021 - 15:51

Buzzi dixit: "Gli immigrati rendono più della droga". Pensa quanto rendono insieme.

Sicutnoxsilentis

Gio, 28/01/2021 - 16:09

Le instancabili ong provvedono a che ogni giorno o quasi questi giovani laureati africani si riversino sulle nostre coste.Quelli che non riescono ad entrare nei nostri atenei per mancanza di cattedre purtroppo sono costretti allo smercio di sostanze stupefacenti. Per fortuna sono pochissimi. Diciamo l’88 per cento

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 28/01/2021 - 16:26

Abbiamo ridotto invivibili quartieri e zone e di questo come italiano mi vergogno. Certo è che il degrado ha preso piede nelle zone più povere del paese, dove abitano i sinistri con il "rolex" sicuramente non è così.

fabioerre64

Gio, 28/01/2021 - 16:39

@lorenzovan, certo! Non avevo dubbi la colpa è dei tossicodipendenti che non sono diventati tali perché ci sono gli spacciatori, sono nati tossicodipendenti e sono loro che hanno inventato gli spacciatori. Anche sul fatto che dietro a questi delinquenti c'é la mafia italiana e non quella nigeriana non avevo alcun dubbio!

Enne58

Gio, 28/01/2021 - 16:44

Illuso: la risorsa sotto casa quelli del rolex non la vogliono. Capalbio ne è la prova

VittorioMar

Gio, 28/01/2021 - 16:48

....Spacciatori con RDC ed evasori fiscali

Ritratto di Smax

Smax

Gio, 28/01/2021 - 16:52

Aspettate gli sbarchi senza freni di quest’anno con il decreto insicurezza e poi da bel paese si parlerà di cloaca italia.

lorenzovan

Gio, 28/01/2021 - 17:44

Fabioerre..dunque per te ..dietro alla manovalanza..o all capogruppo nigeriano non ci sono le mafie italiane !!! Dunque le mafie che importano a tonnellate gli stupefacenti..si farebbero da parte per paura dei nigeriani...Questa la devo proprio incorniciare

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 28/01/2021 - 18:12

Ci pensate vince alle elezioni Sslvini, dopo di che fa sparire tutti gli spacciatori e ........subito indagato da qualche magistrato per aver licenziato dalle piazze persone che avevano unico lavoro quel mestiere. State tranquilli che una legge per incolparlo lo troveranno di sicuro.

Tizzy

Gio, 28/01/2021 - 18:15

E neanche li hanno mai messi in zona rossa!!!!!!!!!

Vieniavanticretino

Gio, 28/01/2021 - 19:27

Il livello dei commenti è tra il deprimente ed il disperante: chi credete compri droga a Roma? I francesi? Chi credete faccia arrivare in Italia tonnellate di cocaina? Le ONG? Se alle elezioni vince Salvini farà sparire spacciatori, clienti ed anche i narcotrafficanti, con uno schiocco delle dita. Vi piacciono le favole...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 28/01/2021 - 19:36

Per molto meno Nerone bruciò Roma, l'Urbe, questi ce la mettono tutta per bruciare generazioni di "teorici cittadini" praticamente radere al suolo una Nazione che fu la culla della civiltà occidentale.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 28/01/2021 - 19:45

@I-dare14.05: ha omesso CONNIVENTE. Una classe politica, foraggiata dal popolo a cui viene scippato il voto, ha l'obbligo morale civile e sociale di tutelare il popolo in ogni suo frangente e quando il popolo o parte di esso viene violentato da situazioni che ledono l'integrità fisica del cittadino senza che l'autorità intervenga a interrompere drasticamente il circolo vizioso questo è palese tradimento. Ossequi.