Roma

Ecco le nuove promesse di Gualtieri: riuscirà a mantenerle?

Entro la fine dell’estate il primo cittadino di Roma deve raggiungere 300 obiettivi che si è prefissato

Ecco le nuove promesse di Gualtieri: riuscirà a mantenerle?

Sono 300 gli obiettivi che il sindaco di Roma Roberto Gualtieri si è prefissato di raggiungere entro la fine della prossima estate. Del resto ha detto fin dall'inizio orgoglioso: "Siamo una squadra eccellente, sono molto contento". La giunta ha sei mesi per portare a casa i suoi successi. Il primo cittadino non è la prima volta che ama fare promesse ai romani, ricordiamo infatti quella in cui assicurava di ripulire la Capitale entro Natale. Ecco, in quel caso non è proprio andata benissimo. Adesso ha presentato gli obiettivi in Campidoglio, che la maggioranza aveva già avuto modo di discutere un mese fa in occasione del conclave al Divino Amore. Come riportato da Roma Today, alla riunione avevano partecipato consiglieri, assessori e presidenti di municipio. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta.

Emergenza rifiuti

Ecco tornare a gran voce l'emergenza rifiuti, unita alla cura del verde. Solo sei mesi, in teoria, e come assicura l'assessore Sabrina Alfonsi, la municipalizzata Ama potrà godere di un suo piano industriale per la chiusura del ciclo. L'azienda verrà riorganizzata in toto su base municipale. Questo vuol dire che tutti i Municipi avranno una loro succursale dell'azienda che opererà solo su quel territorio specifico. Solo a quel punto si penserà a definire modelli innovativi di raccolta rifiuti, anche per quanto riguarda i commercianti, e si aumenteranno i servizi di spazzamento, lavaggio di strade e sanificazione dei cassonetti raccoglitori di immondizia. L'assessore sembra abbia intenzione di trovare il modo per riciclare e utilizzare di nuovo alcune tipologie di materiali. Inoltre, sempre entro i sei mesi prefissati, dovrebbero partire gli interventi di bonifica delle discariche abusive e il risanamento dei siti che sono soggetti a inquinamento ambientale. La riqualificazione di parchi e ville storiche Nel ientra nel dossier del verde pubblico. In questo caso sono previsti interventi straordinari. Il verde urbano sarà invece gestito direttamente dai municipi, e andrà a dare inizio al famoso decentramento di cui ha sempre parlato la giunta Gualtieri dal giorno dell'insediamento al Campidoglio. Bel piano verranno anche protetti i pini dalla cocciniglia, per i quali verranno utilizzate specifiche cure endoterapiche e interventi di riforestazione urbana.

Trasporto pubblico

Il trasporto pubblico è un'altra spina nel fianco della Città Eterna. Nel dossier c'è il nuovo affidamento in house dei servizi di mobilità pubblica e della sosta tariffata per un periodo di 8 anni, con nuovo contratto di servizio, il rinnovo della flotta Atac, la manutenzione dei tram e il rifacimento della linea 8. Particolare attenzione verrà data alla cura del ferro. Nuovi progetti verranno finanziati nei prossimi mesi e con la chiusura del bando di gara per la fornitura di nuovi mezzi. Entro la fine del mese corrente dovrebbe venire consegnato il documento di fattibilità riguardante le ben sette nuove linee tram e saranno anche individuati gli operatori economici. Fondamentale poi, visti gli ultimi problemi, pensare anche all'ammodernamento delle metropolitane romane, linee A e B, e alla revisione dei treni di A, B e C. La maggior parte dei lavori per lo scambio a Colosseo tra linea B e C dovrà concludersi prima della fine dell'estate. Regolamenti nuovi arriveranno anche per regolarizzare la sosta tariffata, le colonnine elettriche, i monopattini e le e-bike.

La Città dei 15 minuti

Come abbiamo detto, uno degli obiettivi principali che la giunta Gualtieri si era prefissata fin dall'insediamento era il decentramento amministrativo, cercando di coinvolgere i municipi sulle principali scelte dell'amministrazione capitolina. I cittadini saranno chiamati a partecipare alle attività. Tanti saranno gli interventi per riuscire a creare la "città dei 15 minuti", ovvero una Roma dove in un solo quarto d'ora, a piedi o in bici, sì possono raggiungere i principali servizi al cittadino. Verranno incrementati i servizi anagrafici, la sperimentazione dell'apertura delle strutture scolastiche in orari pomeridiani, oltre alla realizzazione di spazi di coworking nei quartieri di Corviale, Tor Bella Monaca e al Santa Maria della Pietà.

Politiche sociali

Nel dossier delle politiche sociali è previsto il sostegno alle capacità genitoriali, all'autonomia dei soggetti anziani non autosufficienti, l'incremento dei servizi domiciliari e la prevenzione del burn out tra gli operatori sociali. Inoltre verranno costruiti dei percorsi di autonomia per i disabili e realizzate stazioni di posta e ripari temporanei per persone senza fissa dimora. Sono 68 i progetti che partiranno entro l'estate e che verranno finanziati con i fondi del Pnrr. Anche le procedure per l'iscrizione anagrafica di coloro che non hanno una fissa dimora saranno velocizzate, e riorganizzati tutti i servizi legati alle dipendenze patologiche. Attraverso una nuova analisi dei dati l'assessorato potrà progettare specifici interventi di prevenzione, riduzione del danno, contrasto e recupero della persona.

Costi

Il Campidoglio pensa di riuscire a recuperare quanto speso, sia per gli investimenti che per la parte corrente: "Abbiamo avviato collaborazioni con i più prestigiosi istituti di ricerca e istituzioni nazionali (Anci, Ifel) per identificare le migliori soluzioni organizzative e procedimentali, al fine di migliorare la qualità e la quantità dei servizi pubblici". Previsti interventi anche sulla fiscalità, che punta a diventare più equa ed efficiente. Un obiettivo è anche quello di razionalizzare la filiera della Tari e dell'imposta di soggiorno, un modo per cercare di tutelare le categorie produttive che sono state maggiormente colpite dalla pandemia. Il sindaco punta poi a avere, sempre entro sei mesi, nuovi rapporti finanziari di Roma Capitale con i livelli centrali del Governo, così da costruire nel concreto un federalismo municipale. La speranza è di avere una fonte di finanziamento adeguata alle funzioni di una capitale europea. Importante anche l’abbassamento della pressione fiscale.

Cultura

Qui si passa dall’approvazione, tramite fondi Pnrr, del progetto Caput Mundi per poter realizzare interventi di valorizzazione, di restauro e di restituzione al pubblico del patrimonio archeologico e culturale della Capitale, alla realizzazione di nove poli culturali e la riqualificazione di 21 biblioteche che sono già attive. Con un bando si vuole anche rilanciare l'Estate romana, che prevede una programmazione plurale e diffusa su tutto il territorio.

Municipi di 15 piani

Per quanto riguarda il capitolo commercio, tra le idee spunta la creazione di municipi di 15 piani differenziati per ogni territorio, per rinnovare le circa 18mila concessioni su area pubblica in sede fissa e rotativa. Sul tavolo anche la concessione degli spazi esterni, per modificare la delibera che era stata emanata in piena pandemia sulle occupazioni di suolo pubblico dei locali.

Turismo e sport

Rilanciare Roma vorrà dire dare particolare peso a grandi eventi, anche sportivi, e al turismo, soprattutto dopo due anni di Covid. Come ha annunciato l'assessore Onorato, nei prossimi sei mesi verrà istituita una Fondazione con la partecipazione di altri soggetti pubblici e privati con il fine di incrementare e diversificare l'offerta turistica. La Fashion Night romana tornerà a luglio. Attrezzo sportivi verranno installati nei parchi cittadini, uno per ogni quartiere.

Scuola e lavoro

Le scuole verranno aperte anche in orario pomeridiano, soprattutto in quelle zone maggiormente periferiche e svantaggiate. Il Campidoglio assicura l'aumento della vigilanza sulle condizioni di sicurezza e di legalità riguardanti i propri appalti. Azioni di promozione della sicurezza in rete con altri soggetti istituzionali e non verranno invece attivate per i cantieri privati.

Lavori pubblici

Programmi per la manutenzione straordinaria delle strade con 40 milioni di finanziamento sono sul tavolo dell’assessore ai Lavori Pubblici. In questo contesto trova posto anche la manutenzione ordinaria che interessa buche, caditoie, segnaletica, piste ciclabile, con 100 milioni di euro per 800 chilometri di strade. Sono circa 300 le scuole che riceveranno un efficientamento energetico, oltre a progetti di edilizia scolastica per 29 istituti che parteciperanno ai bandi del Pnrr.

Urbanistica

Le pratiche di condono, affrancazioni e pratiche edilizie verranno informatizzate e digitalizzate. Si prevede l'acquisizione e il riavvio delle opere dei consorzi, l'avvio dell'approvazione dei toponimi, e il completamento dei piani di zona. Entro sei mesi il Campidoglio vuole riavviare programmi urbanistici nelle periferie, e recuperare il ritardo accumulato con il contributo affitto degli anni 2019 e 2020. Di primaria importanza è stato definito dall’assessore Zevi lo scorrimento delle graduatorie delle case popolari. Un nuovo regolamento entro l’estate per le Politiche abitative: "Sarà uno strumento moderno, trasparente ed efficace che offrirà linee guida chiare ed efficaci sul patrimonio di Roma Capitale", ha spiegato l'assessore. Gli obiettivi sono tanti e non c’è molto tempo. Il sindaco sembra sicuro di riuscire a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato, sperando che non accada come con la pulizia di Roma entro Natale.

Commenti