"Fu stuprata da non cosciente" L'orrore sul corpo di Desirée

Desirée Mariottini drogata dalle 18 con un mix letale che l'ha fatta svenire. Poi è stata violentata ripetutamente dal branco e lasciata morire

"Fu stuprata da non cosciente" L'orrore sul corpo di Desirée

Non si sa ancora perché la notte tra giovedì 18 e venerdì 19 ottobre Desirée Mariottini è entrata in quello stabile abbandonato e occupato di via dei Lucani 22 a Roma, nel quartiere San Lorenzo. Forse cercava un cellulare che le avevano rubato in piazza Immacolata poco prima, forse era lì per acquistare sostanza stupefacenti.

Ma è ormai certo che la 16enne è stata drogata fino a perdere conoscenza. Poi, mentre giaceva svenuta, è stata brutalmente violentata. Infine è stata lasciata morire da sola.

Secondo gli investigatori e secondo i primi esami sul corpo della liceale di Cisterna Latina, infatti Desirée sarebbe stata incosciente per ore a causa di un mix micidiale di droghe e poi stuprata ripetutamente da più persone senza che lei potesse in qualche modo reagire. Le analisi rivelano che la 16enne avrebbe assunto droga già nel pomeriggio del 18, ma è morta nella notte.

Secondo gli inquirenti la ragazza si sarebbe recata almeno un paio di giorni prima della morte nello stabile e conosceva i pusher che le hanno fornito la droga. La contestazione dell'omicidio volontario è legata al fatto che gli accusati sarebbero stati consapevoli che quella dose di droga poteva uccidere.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento