Così vendono la coca davanti alla metro "Giardinetti"

Fermati dagli agenti di polizia due ragazzi di 23 e 24 anni. Scoperte all’interno della loro auto 25 dosi di cocaina per un peso pari a 11 grammi

Diversi arresti per droga condotti dalle forze dell’ordine di Roma. Cocaina sotto la leva del cambio. Sono stati gli investigatori del Commissariato Esposizione di Polizia all’uscita della fermata metro Giardinetti, nell’omonimo quartiere del VI Municipio delle Torri, ad arrestare due ragazzi di 23 e 24 anni, sorpresi a spacciare dentro l’auto. Sotto la leva del freno a mano gli agenti hanno scovato 25 dosi di cocaina per un peso pari ad 11 grammi. Mentre altre 90 dosi, pari a 39,6 grammi, erano nascoste dietro lo stereo. Uno dei due aveva 100 euro nel portafogli, l’altro 350: nessuno dei due sapeva dare contezza del denaro in suo possesso.

Altro caso di spaccio fermato dalla polizia di Fidene. Gli investigatori hanno arrestato un 45enne romano, sorpreso a vendere cocaina a una cliente. I due sono stati sorpresi in Piazza Lante Federico Marcello proprio durante lo scambio droga-soldi. L’uomo aveva con sé 2,09 grammi di coca suddivisa in dosi pronte per la vendita e 515 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio. In un’altra circostanza gli stessi investigatori hanno arrestato altri 2 spacciatori in Via Corinaldo a San Basilio: un 41enne tunisino e un 23enne albanese. Sono stati sorpresi con 22,3 grammi di cocaina e 2.220 euro.

Alle prime luci dell’alba di oggi, poi, al termine di serrate e complesse indagini, i carabinieri del Gruppo di Frascati hanno dato esecuzione a un'ulteriore ordinanza di custodia cautelare che dispone l’arresto di 20 persone (15 in carcere e 5 ai domiciliari), emessa dal Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, (tutti italiani e tra cui tre donne). Appartenenti a un’organizzazione criminale dedita al traffico illecito di sostanza stupefacente (cocaina), radicata nella città di Roma con base operativa e logistica nel quartiere di Tor Bella Monaca. Le indagini, condotte dai carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca sotto le direttive della Dda, hanno consentito di accertare l’esistenza di un articolato sodalizio criminale dedito al traffico di cocaina tra le palazzine popolari di via Dell’Archeologia, con un giro d’affari pari a circa 200mila euro mensili.

In via San Biagio Platani, zona Due Leoni, invece gli agenti del Reparto Volanti hanno arrestato A.S., di 18 anni, trovato con 6,5 grammi di cocaina suddivisa in 17 dosi, e 200 euro in contanti. Si guardava sempre intorno camminando in varie direzioni senza una vera meta, gesto che ha insospettito i poliziotti di Celio che hanno deciso di controllarlo: accortosi della pattuglia, con una mossa fulminea ha preso 2 involucri dalla tasca dei pantaloni e con una birra ha tentato di ingerirli. Fermato e identificato, è risultato essere un uomo nato in Tanzania, in Italia senza fissa dimora. È stato trovato con 8 grammi di eroina e della sostanza da taglio. È stato arrestato, oltre che per detenzione ai fini di spaccio, anche per resistenza a pubblico ufficiale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.