Blocca lo straniero che "evade" dalla zona rossa e viene ucciso a colpi di mazza

È accaduto a Fondi, dove un contadino ha notato un'auto che stava violando i divieti governativi imposti per il contenimento dell'epidemia da Covid-19. A trovare il corpo del padre è stato il figlio: i due avevano parlato al telefono

Lo avrebbe notato mentre cercava di allontanarsi, in macchina, dalla zona rossa e nel tentativo di fermare la sua fuga sarebbe stato ucciso. È accaduto questa mattina a Fondi, in provincia di Latina, dove un contadino di 69 anni avrebbe cercato di fermare un cittadino di origini pachistane mentre cercava di allontanarsi dal comune laziale, violando le norme disposte dal governo per il contenimento dell'epidemia causata dal coronavirus.

Il passaggio dell'auto

Secondo quanto ricostruito da Repubblica, la vittima, Emilio Maggiacomo stava lavorando nella sua vigna in via Molelle, in zona San Raffaele, al confine con il vicino comune di Itri, quando ha individuato un'auto, una Lancia Phedra color oro, che stava uscendo dalla frazione in provincia di Latina. A bordo della macchina, ci sarebbe stato un 44enne di nazionlità pachistana, che vive a Fondi, già noto ale forze dell'ordine e probabilmente coinvolto in traffici di droga. In base a quanto ricostruito, l'uomo, avrebbe provato a passare di lì per lasciare il centro abitato, avendo trovato bloccate le strade di campagna.

La dinamica

A quel punto, in base a quanto ricostruito, il 69enne avrebbe ricordato all'uomo (che lo avrebbe insultato) il divieto di lasciare il paese per le disposizioni imposte dal governo. L'agricoltore, indeciso sull'azione da intraprendere, avrebbe telefonato al figlio, per spiegare quanto stava accadendo vicino a casa sua e chiedendogli di avvertire i carabinieri. "Ma ti pare papà che, in una situazione del genere, disturbiamo i carabinieri per questa cosa?", avrebbe replicato il familiare.

L'ipotesi dell'aggressione

Secondo quanto riportato dal quotidiano, da quel momento il figlio, dall'altro capo del telefono, avrebbe notato un silenzio anomalo da parte del genitore. In base a quanto emerso dalle indagini svolte subito dopo, il 44enne, prima di scappare, avrebbe aggredito il contadino, forse con una mazza, fracassandogli la testa. Il figlio, preoccupato dal fatto che il padre non rispondesse più alle sue domande al telefono, avrebbe quindi raggiunto la vigna del genitore.

La scoperta

Il figlio, poco prima di arrivare all'appezzamento del 69enne, avrebbe incrociato per strada anche il pachistano. Una volta arrivato sul posto avrebbe trovato il padre privo di vita, mentre stringeva tra le mani la tessera sanitaria del 44enne, strappata via nel corso della colluttazione. Intanto, le forze dell'ordine, con tutte le indicazioni riportate dal figlio della vittima, sarebbero già riuscite a fermare il cittadino pachistano per l'interrogatorio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Ilsabbatico

Lun, 23/03/2020 - 16:20

Con tutti i problemi che già abbiamo, pure un pakistano che forse ha spaccato la testa a mazzate a un'agricoltore...ma dai. E il pakistano era già un delinquente spacciatore. Che sia vero o no quello che è successo, come ho già scritto sarà difficile ora gestire migliaia di clandestini frutto del buonismo e dell'accoglienza indiscriminata degli ultimi anni. Questi sono in giro, senza dimora e sempre pronti a delinquere ....

Divoll

Lun, 23/03/2020 - 16:21

C'e' la guerra in Pakistan? No. Allora che ci fanno dei pakistani in Italia? E delinquenti pure, per giunta "gia' noti alle forze dell'ordine". Se uno e' gia' "noto" non deve restare nel territorio italiano: al primo sgarro va espulso. Cosi' si fa in un paese civile. Cosi' farebbero perfino nel Pakistan stesso.

necken

Lun, 23/03/2020 - 16:22

che gentaglia abbiamo accolto!

Ritratto di italiota

italiota

Lun, 23/03/2020 - 16:30

scusate, ma era una "risorsa"

leserin

Lun, 23/03/2020 - 16:59

Se c’è una cosa che bisognerà fare una volta cessata questa emergenza è farla finita con l’accoglienza degli extracomunitari, in particolare di chi non fugge dalla guerra. Semplicemente non ce lo possiamo permettere di mantenere e di dare servizi gratis a queste persone, stiamo andando incontro a problemi economici gravissimi, dovremo mettere mano al portafoglio e contrarre i nostri consumi per aiutare tanti concittadini a risollevarsi. Gli altri si rivolgano altrove o, meglio, si rimbocchino le maniche a casa loro.

seccatissimo

Lun, 23/03/2020 - 17:21

x Divoll-Lun,23/03/2020-16:21 -- Purtroppo l'Italia è moralmente così degradata che da tempo non si può più definire un Paese civile e neanche uno stato di diritto !

hectorre

Lun, 23/03/2020 - 17:23

cari sinistri potete dire quel che volete ma gli unici che girano ancora nelle città e nei supermercati senza guanti e mascherina, sono al 99% stranieri....non dovrebbero farli entrare nei negozi!!!!....noi reclusi e loro se ne infischiano!!!

Cavaliere71

Lun, 23/03/2020 - 17:33

Purtroppo il cav. Papeete doveva espellere 600.000 clandestini.....dopo un anno di governo aveva espulso meno persone di Gentilioni e Renzi nello stesso periodo. Aprire la bocca é facile....risolvere problemi un'altra cosa

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 23/03/2020 - 17:42

questo è il virus dell'accoglienza indiscriminata che è e sarà ancora più difficile da gestire, visto che a fare da untori sono i nostri stessi italiani, ma sinistri, alleati ai potenti della finanza e della UE anti Italia.

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 23/03/2020 - 17:48

Scusate ma aveva l 'autocertificazione per lavoro il Pakistano?

bobots1

Lun, 23/03/2020 - 18:13

@Cavaliere71. Il vero problema è stato lasciarli entrare...e si sa chi è stato...mandarli indietro è impresa titanica considerando che hanno troppe lobbies a difenderli...e ho scritto lobbies e non cittadini. Quest'ultimi in grande maggioranza hanno le idee chiare.

jekill

Lun, 23/03/2020 - 18:19

Abbiamo " risorse" assassine

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 23/03/2020 - 18:30

@hectorre - parli ai sinistri? Se ne infischiano dei nostri appelli, sono impegnati ad insultareSalvini e Meloni, dpo essersi stufati di farl ocon Berlusconi.

ruggerobarretti

Lun, 23/03/2020 - 18:35

lasciando un attimo da parte il pakistano, in questo periodo, mi sembra di assistere ad atteggiamenti da parte di molti, troppi soggetti che pontificano con fare sceriffesco. Di colpo tutti con innato senso civico, tutti a sospettare di tutti, per poi prendere il piu' delle volte cantonate pazzesche (vedi chi corre all'aria aperta). In questo caso credo, e magari sbaglio, che le cose non siano andate proprio in quel verso, ma se cosi' fosse, quel signore che titolo aveva di fare cio' che ha fatto.??

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Lun, 23/03/2020 - 18:35

Mi sa che il figlio mente...

DRAGONI

Lun, 23/03/2020 - 18:55

COLPA DEL: cittadino di origini pachistane e del figlio che avrebbe dovuto avvisare i carabinieri.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Lun, 23/03/2020 - 19:04

Signor Cavaliere.... Mentre Salvini invocava procedure celeri per rispedire a casa tutta quella gentaglia che tu difendi, i magistrati e la burocrazia imperante hanno ostacolato sempre le sue azioni. Quindi, faccia silenzio e la smetta di rompere i maroni!!!

Ritratto di ager

ager

Lun, 23/03/2020 - 19:41

Ma toh... Ora le risorse divengono un problema... Inoltre chi le controlla chi fa loro i tamponi sono invulnerabili?

Ritratto di computerinside

computerinside

Lun, 23/03/2020 - 19:49

Ergastolo!

maxxena

Lun, 23/03/2020 - 19:50

gli ospiti sgraditi vanno messi alla porta...