Mamma e figlio disabili sfrattati dagli abusivi: così gli hanno occupato casa

L'assurda vicenda di Luigi, malato di sclerosi multipla, e di sua madre Pierina: il Comune gli dà l'ok a trasferirsi nella casa popolare senza barriere archittettoniche della zia ricoverata in Rsa. Ma nel frattempo la occupano gli abusivi

Siamo in zona rossa. I negozi sono chiusi e lungo le strade di Roma le auto scorrono senza ostacoli. La gente in giro è poca e qualcuno inizia a sentirsi prigioniero di una situazione che ormai sembra non lasciare scampo. È il caso di Luigi. Per lui le mura domestiche rimarranno un carcere anche quando si allenteranno le misure anti contagio. È seduto davanti alla scrivania, nel soggiorno del suo appartamento in affitto, nel quartiere romano di Monteverde. Accanto alla poltrona ci sono le stampelle. Le sue gambe sono sempre più pesanti. La sclerosi multipla l’ha sorpreso nel 2004, quando aveva 41 anni. Oggi che ne ha 58, affrontare tre piani di scale per andare a prendere una boccata d’aria è diventato quasi impossibile.

Nel palazzo dove abita non c’è l’ascensore, e quelle rampe rappresentano una barriera insuperabile. "Come si vive là fuori? Ormai non me lo ricordo nemmeno più, riesco a malapena a raggiungere il terrazzo per prendere un po’ di sole", ci confessa. Luigi vive con la madre Pierina, 81 anni, invalida al 70 per cento e affetta da sclerodermia sistemica. Da nove anni si sono messi in lista per avere un alloggio popolare, ma davanti a loro ci sono centinaia di persone.

Così, pensano a una soluzione alternativa. La sorella di Pierina, assegnataria di una casa popolare al Laurentino 38, quartiere alla periferia sud di Roma, è stata trasferita in una Rsa. L’appartamento è al primo piano con l’ascensore. Per Luigi sarebbe un nuovo inizio. L’operazione è anche del tutto legale. Basta presentare una richiesta di ampliamento del nucleo familiare all’Ater. "In attesa della risposta, abbiamo iniziato a portare lì le nostre cose", racconta Luigi. "Per trasferirci aspettavamo solo l’ok dal Comune", precisa.

I tempi della burocrazia sono lunghi, e nel frattempo Luigi e sua madre sono costretti a fare i conti con una brutta sorpresa. "Eravamo andati a casa della zia per avvantaggiarci con il trasloco, ma quando ho fatto il gesto di infilare la chiave nella toppa – ricorda l’uomo – mi sono accorto che la serratura non c’era più". La casa è occupata. Non è un fatto insolito in questo quadrante della città, dove circa il 30 per cento degli immobili viene sistematicamente forzato. Luigi chiama subito la polizia locale. È convinto che il problema si risolverà nel giro di poco.

Quando intervengono i caschi bianchi, però, le sue certezze vanno in pezzi. "Ci hanno detto che non potevano fare nulla, perché gli occupanti si erano autodenunciati, io – continua Luigi – sono rimasto allibito. Mi è crollato il mondo addosso". A nulla sono valse le proteste di mamma e figlio. Dopo ore di discussioni, i due sono costretti ad andarsene. "Ci siamo sentiti umiliati e abbandonati, invece di schierarsi dalla nostra parte, lo Stato ci ha lasciati in mezzo a una strada", denuncia Luigi.

Anche sua madre ha gli occhi lucidi: "I più furbi, i più forti, vincono sempre. È stata una delusione grandissima, ho sempre avuto fiducia nelle istituzioni ma adesso l’ho persa". Decidiamo di fare da intermediari per convincere gli occupanti a lasciare la casa alla sorella della legittima assegnataria. Prendiamo l’auto e guidiamo fino al Laurentino 38. Tra i caseggiati popolari regna un silenzio spettrale, rotto soltanto dalle voci di qualche ragazzino sceso a giocare nel parco. La nostra destinazione è un palazzone di cemento armato di quattordici piani. Ci fermiamo al primo e bussiamo.

Ci apre un ragazzo in tuta che avrà sì e no una trentina d’anni, dietro di lui si intravede una ragazza incinta. "Abbiamo occupato tre settimane fa – ci dice – tra poco mi nasce mio figlio e non so dove metterlo". Sembra non importargli nulla del fatto che Luigi e sua madre siano affetti da gravi patologie, e che per loro abitare in quell’appartamento significherebbe poter avere finalmente una vita normale: "Lui un tetto ce l’ha, io no, se non mi danno una casa io non esco, mi devono ammazzare per tirarmi fuori di qui".

Gli ricordiamo che questo alloggio non è suo, e che la legittima assegnataria è un’anziana. Lì dentro ha lasciato i ricordi di una vita. Neppure questo lo smuove: "Ognuno ha i suoi problemi, deve venire l’esercito per mandarci via". Insomma, l'impressione è che per Pierina e Luigi, che nel frattempo hanno scritto anche al presidente della Repubblica, non sarà facile far valere i propri diritti.

"Se non c’è una presenza forte del Comune di Roma e della polizia locale, le case vengono occupate. Fatti come quelli accaduti a Luigi e sua madre qui sono all’ordine del giorno", dice allargando le braccia Yuri Trombetti, responsabile Casa del Pd. Questo perché, a Roma, città dove in lizza per un alloggio ci sono 15mila persone, vengono assegnate non più di 150 case l’anno.

"Le istituzioni si devono muovere, devono dare dei segnali, investendo sull’edilizia popolare e sgomberando chi ha sottratto la casa ai legittimi assegnatari, non si può – conclude Trombetti – continuare a lasciare sole persone come Luigi e sua madre".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ilcapitano1954

Ven, 19/03/2021 - 10:19

Bene, questa è l'Italia. Anche se non si fossero autodenunciati sarebbe stata la stessa cosa. In Italia se fai il prepotente VINCI.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 19/03/2021 - 10:31

Boumedienne Pres. dell'Algeria disse nel 1974 all'ONU: "L'emisfero Sud farà irruzione nell'emisfero nord. E non in modo amichevole. Verranno per conquistarlo, e lo conquisteranno popolandolo con i loro figli. E' il ventre delle nostre donne che ci darà la vittoria". Aggiungiamo : cominciando ad invadere le case popolari di tutte le periferie delle grandi città d'Europa, con l'appoggio delle sinistre che sperano di trarne profitto elettorale. Esattamente quello che sta avvenendo.

ulio1974

Ven, 19/03/2021 - 10:46

ma non possono fare scambio? nel senso la giovane coppia va ad occupare l'appartamento dove ora Luigi vive con la madre??

Rugantino49

Ven, 19/03/2021 - 10:52

E poi qualcuno si sorprende se, dove ciò è possibile per la presenza capillare sul territorio, le vittime chiedono l'aiuto della mafia locale (rimanendovi così inglobati) anziché rivolgersi allo Stato.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Ven, 19/03/2021 - 10:54

possono proporgli uno scambio di appartamento

Divoll

Ven, 19/03/2021 - 11:00

Un suggerimento a Luigi e sua mamma, visto che alla coppia abusiva serve soltanto un tetto sopra la testa: offrite loro di fare uno scambio. Gli abusivi i trasferiscano nella casa di Luigi e Luigi nella casa della zia. Puo' darsi che si possa risolvere tutto cosi'.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 19/03/2021 - 11:07

Lo Stato si è "sempre inginocchiato davanto all'abusivismo di ogni genere" e, come se non bastasse a fatto spesso "sanatorie" ridicole che sono un insulto allo Stato di Diritto. Si dovrebbe stabilire un "principio assoluto" la proprietà privata o pubblica deve essere tutelata con immediatezza e con ogni mezzo necessario, dando facoltà alle Forze dell'Ordine d'intervenire senza ulteriori forme di burocrazia.Lo Stato altresi dovrebbe preoccuparsi di fornire temporaneo alloggio, in tende o container, appositamente predisposti per le necessità impellenti e se stranieri rimpatri immediati. Spiegatelo alla "Sinistra".

Ritratto di Farusman

Farusman

Ven, 19/03/2021 - 11:54

Indecente guerra fra poveri: l'Edilizia popolare è allo sfascio . Va rivista e rifinanziata. In caso contrario questa guerra tra abusivi disperati e altrettanto disperati locatari è destinata ad aggravarsi.

prochy

Ven, 19/03/2021 - 11:58

i paesi del terzo mondo ci ridono alle spalle! Facciamo pietà!

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Ven, 19/03/2021 - 12:21

Le istituzioni e leggi lo permettono! Si deve agire subito,non deve passare un giorno per buttarli fuori.Controlli e documenti alla mano per sapere chi sono....

Giorgio Colomba

Ven, 19/03/2021 - 12:22

In Italia, come sempre, il crimine paga. Disabili sfrattati immediatamente e senza pietà, ma se un avente diritto vuole rientrare in possesso di una casa abusivamente occupata, fine odissea mai.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 19/03/2021 - 12:28

Se rubo i gioielli in una gioielleria, mi autodenuncio, me li fanno tenere? Ma se occupo la casa di un giudice e mi autodencio?

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 19/03/2021 - 12:51

Gli occupanti ? tutti parassiti della sinistra. Coccolati e protetti dalla banda della sinistra

hectorre

Ven, 19/03/2021 - 12:52

migliaia di agenti a sorvegliare gli italiani per sanzionarli e denunciarli se girano dopo le 22!!!!....poi leggo simili notizie e capisco che ormai il nostro paese è allo sfascio!!!...alla denuncia di occupazione dovrebbe seguire il giorno stesso lo sgombero dell’appartamento, senza tanti complimenti!!...che vergogna!!!

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 19/03/2021 - 12:55

con la giustizia che imperversa in Italia non c'è da meravigliarsi di niente

Ritratto di Rosita2

Rosita2

Ven, 19/03/2021 - 13:06

È una situazione inaccettabile soprattutto perché fa trionfare la burocrazia (le carte:sono in regola dice il vigile riferendosi agli occupanti abusivi) sul diritto (inquilino ricoverato) e sull'umanità rispetto ad un disabile che fa tutto secondo le regole. Certo anche la giovane coppia deve avere la sua sistemazione Ma non deve essere tollerata la minaccia:faccio saltare tutto!

Antibuonisti

Ven, 19/03/2021 - 13:12

in un paese civile questo è intollerabile, altrimenti diventa tutto lecito. nessuno può prendersi ciò che vuole senza titoli. ma razza di paese è questo

leopard73

Ven, 19/03/2021 - 13:31

E la GIUSTIZIA dov'è!! Siamo nel RIDICOLO la legge vale solo per alcuni non per TUTTI, e gli abusivi si prendono per le orecchie e passi lunghi e ben distesi CHIARO!!!

mimmo1960

Ven, 19/03/2021 - 13:39

Paghiamo le tasse in questo paese civile e nonostante tutto succedono questi episodi, dove sono le istituzioni??

ziobeppe1951

Ven, 19/03/2021 - 13:42

Kultura di sinistra

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 19/03/2021 - 13:55

La roma della raggi

tersicore

Ven, 19/03/2021 - 14:02

leopard73@ Non c’è più nulla, purtroppo, di cui stupirsi: il potere, in Italia, grazie a chi vota a sinistra, osteggia i diritti degli italiani, a beneficio di migranti, rom, e chi più ne ha più ne metta. Di fronte al principio secondo cui chi si autodenuncia per il crimine in questione, automaticamente può godere del frutto del suo atto illegale, la logica dei terrapiattisti, al confronto, è di un rigore scientifico inattaccabile. Principio che rivela, fra l’altro, un razzismo ribaltato, ma gli estremi si congiungono.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Ven, 19/03/2021 - 14:18

È una vergogna! Lo Stato è dalla parte dei delinquenti!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 19/03/2021 - 14:25

^(*@*)^ Non stiamo a credere : faremo questo faremo quest’altro, si ciao salutatemi tutti a casa !!! LA VERA itaGlia È QUESTA !!

RolfSteiner

Ven, 19/03/2021 - 14:46

Dura lex sed lex...della jungla paracomunista.

giancristi

Ven, 19/03/2021 - 15:02

Venti anni di galera per gli abusivi.

tersicore

Ven, 19/03/2021 - 15:15

Questo mi ricorda tanti altri fatti simili, dove le forze dell’ordine, invece di cacciare gli abusivi, come accade in ogni paese NORMALE, andavano a PREGARLI di andarsene, incassando dai delinquenti solo rifiuti, e la stessa preghiera di andarsene a loro volta! Quando si arriva a questo livello,agli Italiani non resta più nemmeno la speranza, ma solo la certezza della catastrofe e del trionfo dell’ingiustizia. Anche per questo accettano supinamente le restrizioni più assurde, perché sono ormai rassegnati all’inevitabile declino, anche grazie al vasto gregge di ritardati ideologici che votano a sinistra.

vinvince

Ven, 19/03/2021 - 17:06

... tra i politici di una certa area c’è di tutto : da chi vendeva bibite negli stadi ...chi faceva l’attore ... chi il comico ... ma oggi occupano posti di rilievo, sono persino ministri !!! Gente che non sa nulla delle istituzioni ... degli abusivi ... e tra abusivi ci si intende ... !!!

sparviero51

Ven, 19/03/2021 - 17:21

REPUBBLICA ORMAI PUTRIDA IN MANO A BALORDI DI TUTTE LE SPECIE ,ORDINE E GRADO !!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 19/03/2021 - 19:30

^(*@*)^ in un paese normale democratico che non puzza di dittatura una giustizia efficiente , equilibrata e giusta è apprezzata ben voluta dai cittadini e MOLTO TEMUTA DAI DELINQUENTI, in un paese come l’itaGlia invece con questa giustizia barzelletta a temere e parecchio sono le persone oneste, se ci finisci dentro anche per un loro piccolo capriccio sei ROVINATO, tutto l’opposto per il DELINQUENTE CHE LA STRAGODE, a mio modo di vedere il lasciarci completamente in balia dei NONbenviventi serve a questa dittaturella strisciante a tenerci nella paura, a non alzare la cresta, opporci seriamente, insomma STOPPARE SUL NASCERE ANCHE LA PIÙ MINIMA CONTESTAZIONE O SBEFFEGGIO, diciamo che curano anche i dettagli, non hanno certo paura d’essere rivoltati come un calzino VISTO CHE SONO IL POTERE ASSOLUTO.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 19/03/2021 - 19:48

Grazie sinistra.