Roma, in manette "lady pusher" di shaboo

Una lady pusher cinese di shaboo è stata arrestata dai carabinieri. La donna, di 29 anni, è stata scoperta con alcune addosso nei pressi di Piazza di Spagna

Immagine di archivio

Una lady pusher di shaboo è stata arrestata a Roma dai carabinieri con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A finire in manette è stata una donna cinese di 29 anni, che era già stata sottoposta al divieto di dimora nel Comune di Roma. Ad arrestarla sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro.

La donna si aggirava a pochi metri da Piazza di Spagna, nel pieno centro di Roma, con fare sospetto. Mentre passava in via San Sebastianello, lo strano atteggiamento della donna cinese è stato notato da una pattuglia di carabinieri in borghese.

I militari hanno dunque deciso di procedere ad un controllo. L’agitazione mostrata dalla 29enne ha confermato i sospetti iniziali dei carabinieri che, facendo degli accertamenti all’interno della banca dati, hanno scoperto la violazione della misura cautelare del divieto di dimora da parte della donna che avevano appena fermato.

A quel punto, i militari hanno deciso di approfondire i controlli e di effettuare una perquisizione. Questo ha permesso di scoprire che la cittadina cinese nascondeva addosso nove dosi di shaboo, una potente droga sintetica proveniente dall’oriente. La 29enne aveva con sé anche del materiale necessario al confezionamento delle dosi e circa 300 euro in contanti, che sono stati considerati il probabilmente provento dell’attività illecita di spaccio.

La donna è stata dunque trattenuta in caserma in attesa del rito direttissimo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.