Paura sull'ambulanza. Aggrediti infermiera e medico

L'ennesimo caso di violenza è avvenuto nella notta sul Sis 118 "Treviso"

Ha tentato di strangolare l'infermiera e ha preso a calci il medico mentre tentavano di stabilizzarla nel trasporto in ambulanza
verso l'ospedale.

L'ennesimo caso di violenza nei confronti del personale sanitario è successo questa notte, 15 ottobre, sul Set 118 "Treviso" dove una donna, in preda ad uno stato di agitazione psico-motoria ha aggredito l'equipe di soccorso afferrando al collo l'infermiera nel tentativo di strangolarla. Il medico a bordo è prontamente intervenuto ma nel tentativo di liberarla ha ricevuto due calci in viso, riportando la lussazione completa della mandibola.

Infine la donna è stata bloccata, ma il caso pone nuovamente l'attenzione sulle continue aggressioni e atti di violenza subiti
dal personale medico e sanitario avvenute negli ultimi tempi. Il presidente del Sis 118, Mario Balzanelli, ha espresso la propria solidarietà per quanto accaduto ed ha sottolineato la difficoltà e la delicatezza del lavoro svolto dalle unità di soccorso e urgenza i quali devono provvedere a garantire le migliori cure mediche in condizioni di difficoltà, pericolo e con piante organiche non adeguato nell'intero sistema di soccorso sanitario. Vicinanza alle vittime dell'aggressione anche da Alessandro Garau, segretario nazionale del sindacato CoAS Medici Dirigenti che ha ribadito l'esigenza di prendere provvedimenti affinchè queste violenze non si ripetano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.