Quei senzatetto che dormono nel reparto Covid del San Camillo

I clochard entrano ed escono quando vogliono e rubano anche il cibo ai pazienti nel reparto Covid più grande della Capitale

Quei senzatetto che dormono nel reparto Covid del San Camillo

Un video choc arriva da Roma e mostra come alcuni senza fissa dimora siano diventati i padroni del reparto Covid più grande della Capitale, quello che si trova all’interno dell’ospedale San Camillo.

Senzatetto rubano il cibo ai pazienti

Le immagini non lasciano spazio a dubbi: si vedono chiaramente i clochard dormire per terra o sulle sedie delle sale d’aspetto. Nel video si vede anche come queste persone riescano ad appropriarsi dei vassoi sui carrelli destinati ai malati ricoverati, rubando loro il cibo. Naturalmente la tensione è alta, anche e soprattutto a causa del periodo di emergenza che stiamo vivendo e, alcuni giorni fa, secondo quanto riportato da La Stampa, un senzatetto sarebbe stato massacrato di botte all’interno di un bagno.

In alcuni casi gli sbandati che trovano riparo nell’ospedale San Camillo di Roma sono anche violenti. A fine ottobre era infatti arrivata la denuncia di medici e infermieri che parlavano di mancanza di sicurezza sul proprio posto di lavoro. In particolare per quanto riguarda il personale femminile che lavora nella struttura ospedaliera anche in orari notturni. [[ 1897720]]Una operatrice aveva spiegato che quotidianamente il reparto “si popola di senzatetto e di tossicodipendenti di varia provenienza”. E anche aver scritto più volte alla direzione sanitaria, alla sicurezza sul lavoro, alla direzione generale, sembra non essere servito a molto. La situazione non è cambiata.

Situazione insostenibile al San Camillo di Roma

Chi lavora nell’ospedale rischia soprattutto di notte e infatti, oltre a insulti e saccheggi di cibo riservato ai pazienti malati, nella denuncia si legge che in tre episodi diversi, “è stata sfondata una vetrata d’ingresso con un estintore, un senzatetto è stato trovato a dormire nella stanza di un cardiologo di guardia e un’infermiera è stata aggredita e portata al Pronto Soccorso”. La situazione sembra davvero essere diventata ormai insostenibile e le ultime immagini impresse nel video dimostrano ancora una volta come i senza fissa dimora abbiano assediato l’ospedale San Camillo di Roma facendone la propria casa e comportandosi come se il reparto Covid fosse loro. I medici, gli operatori sanitari e i pazienti stessi sono ovviamente stanchi e preoccupati. Sarebbe il caso che intervenissero le forze dell’ordine o le istituzioni per riportare alla normalità una situazione ormai allo sfascio. Senza contare i problemi che già tutti gli ospedali e i pronto soccorso stanno affrontando, presi d'assalto dalla popolazione.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?