Rossi vuole Lorenzo come tester Yamaha

Dopo l'addio ufficiale di Lorenzo al mondo della MotoGP, Valentino Rossi lancia l'idea di portare lo spagnolo in Yamaha per farlo diventare collaudatore della M1

L'addio di Lorenzo alla MotoGP ha sicuramente scosso il mondo del motociclismo, sebbene un tale annuncio fosse atteso. La crisi in cui era piombato il pilota spagnolo aveva fatto supporre che la parola fine alla sua carriera fosse molto vicina. Con 5 mondiali vinti alle spalle e i troppi problemi fisici degli ultimi tempi, il maiorchino ha deciso di dire basta. Dopo l'annuncio ufficiale del ritiro avvenuto nella giornata di ieri durante una conferenza stampa indetta per l'occasione, molti piloti della MotoGP e molti addetti ai lavori hanno salutato affettuosamente il pilota spagnolo ricordando tutti i suoi successi e il suo indubbio talento nel guidare le moto.

Anche Valentino Rossi, che con lo spagnolo ha avuto un rapporto non certo facile, ha voluto salutare Lorenzo evidenziando tutto il suo talento, come ha raccontato TuttoSport. Dichiara, infatti, il pilota italiano: "E’ un grande peccato, perché perdiamo un grandissimo pilota, ma ognuno ha il suo orologio naturale. Ho passato tanti momenti belli, ma anche brutti con Lorenzo. E’ stato un grande compagno di squadra!".

Rossi ha voluto omaggiare così il suo vecchio compagno di squadra sottolineando anche che con il suo ritiro se ne va una parte importante del motociclismo moderno. Aggiunge, infatti, Rossi: "Con l'addio di Lorenzo perdiamo una parte importante del nostro sport, è un grande campione, uno dei più grandi dell'era moderna . Mi ha sempre colpito tantissime volte per la velocità e la concentrazione."

Ma Valentino va oltre e dichiara che gli piacerebbe che Lorenzo diventasse tester della Yamaha vista la sua grande esperienza. Una collaborazione che potrebbe portare grandi vantaggi sullo sviluppo della M1, secondo il pesarese.

Un'ipotesi non fantascientifica anche se ci sarebbe un problema importante: i soldi. Secondo Rossi, infatti, questo sarebbe l'ostacolo maggiore visto che il maiorchino vuole molti soldi. Un tentativo, comunque, potrebbe anche essere fatto. Ma anche se un tentativo dovesse essere fatto, bisognerebbe capire se Lorenzo potrebbe accettare questo netto cambiamento da pilota in attività a tester. Una strada, comunque, già seguita da Pedrosa che, lasciata la Honda, è approdato alla KTM come collaudatore. Non rimane che attendere e capire se lo spagnolo deciderà di mantenere un piede dentro il Circus della MotoGP oppure no.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.