Rubavano rame nel cantiere della Tav

Due cittadini romeni, di 20 e 25 anni, sono stati sorpresi sabato sera dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della compagnia di Tivoli mentre tentavano di allontanarsi con alcune bobine di rame asportate da un cantiere dell’Alta Velocità, nella zona di Lunghezza. I due giovani, dopo essersi introdotti all’interno del cantiere di Trenitalia, si sono impossessati di alcune bobine di rame che avevano caricato nel bagagliaio della propria autovettura, un’Opel Corsa parcheggiata nelle vicinanze. Un movimento che non è passato inosservato al personale di vigilanza di un cantiere limitrofo, che immediatamente ha chiamato i Carabinieri. I militari, tempestivamente giunti sul posto, hanno bloccato uno dei due romeni, mentre l’altro ha cercato di scappare, nascondendosi tra i container del cantiere. Ma dopo aver «cinturato» la zona con altre pattuglie, i carabinieri sono risusciti a individuare e arrestare anche il complice.
Ma altri quattro arresti sono stati compiuti dai carabinieri della stessa stazione nel corso del fine settimana. All’alba di domenica una pattuglia della stazione di Guidonia in servizio di perlustrazione nel centro, ha notato un’Opel Astra in sosta con due persone a bordo a ridosso della recinzione di un deposito di una società di autotrasporti mentre altri due individui che si avvicinavano verso il veicolo con due taniche. Alla vista dei militari, i due hanno cercato di allontanarsi a piedi, per sottrarsi al controllo, ma dopo un breve inseguimento sono stati bloccati. A seguito di sopralluogo i carabinieri hanno accertato che i quattro individui, di nazionalità romena, dopo aver forzato i serbatoi di alcuni autocarri ivi posteggiati, si erano impossessati di centinaia di litri di gasolio, in parte già caricati a bordo dell’autovettura. Tutti gli arrestati sono stati arrestati e posti a disposizione delle autorità giudiziarie di Roma e Tivoli, con l’accusa di furto aggravato in concorso. Sono state anche avviate le procedure per l’allontanamento dal territorio nazionale per motivi di pubblica sicurezza.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.