Sabato interisti a rischio infarto

Forse bastava chiederlo in giro per averne conferma, visto che da sempre le emozioni più intense fanno balzare a mille il battito cardiaco, comunque lo ha ribadito anche la medicina ufficiale: sabato, in occasione di Bayern-Inter, i cuori dei tifosi saranno messi a dura prova. L’avvertimento arriva dai medici dell’Istituto Clinico Humanitas che, nella newsletter dell’ospedale, fanno notare come esista una relazione fra tifo e rischio di infarto tanto che in occasione di una partita importante le probabilità di attacco cardiaco raddoppiano.
L’occasione per studiare il fenomeno è stata quella dei mondiali di cacio del 2006 in Germania. Secondo il New England Journal of Medicine, in quella occasione sono stati analizzati i pazienti ricoverati per infarto negli ospedali dell’area di Monaco di Baviera dal maggio al luglio 2006 e confrontati con i medesimi periodi del 2003 e del 2005. Da maggio a luglio 2006 furono ricoverati ben 4.279 infartati, con una pesante sorpresa: casi triplicati negli uomini e raddoppiati nelle donne nelle giornate di match della Germania. La metà dei pazienti non sapeva neppure di avere le coronarie malate, e la maggior parte degli infarti si è verificata nell’arco di due ore dall’inizio delle partite.
I ricercatori hanno anche rilevato che sono aumentati non solo i casi di infarto ma anche quelli di angina e di aritmia. E hanno concluso affermando che assistere a una partita di calcio particolarmente emozionante fa raddoppiare il rischio di infarto cardiaco.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti